Comparatore tariffe, le migliori soluzioni pubblicitarie

Comparatore tariffe, le migliori soluzioni pubblicitarie

Un comparatore tariffe ha molte strade che può percorrere per farsi pubblicità, da quelle standard come la pubblicità tramite il mezzo televisivo a quelle più di nicchia come la SEO e il SEM, forse più sconosciuti ai non addetti ai lavori. Nei prossimi paragrafi faremo una panoramica sulle 5 principali strade che coloro che hanno un comparatore, o che stanno pensando di implementarne uno, dovrebbero tenere in considerazione al fine di aumentare il traffico in termini di utenti sul proprio sito e vedere così un aumento interessante del sales rate (ovvero, delle conversioni in vendite).

Soluzione 1: advertising classico

Come anticipato, quando si parla di pubblicità subito viene in mente quella trasmessa dal canale televisivo, e non possiamo quindi non citarla. Tantissimi comparatori tariffe gas o luce si rivolgono proprio alla tv per farsi pubblicità, attraverso la trasmissione di spot negli orari di punta o meno e portare così in brevissimo tempo il proprio marchio a essere conosciuto e riconosciuto dagli utenti. Sia le imprese che erogano prodotti possono avvalersi della pubblicità in tv, sia ovviamente le imprese che erogano servizi, come un comparatore di tariffe, così da portare una percentuale sempre più copiosa di utenti a informarsi sul servizio offerto e cercare la società su Internet per accedere alle forniture proposte nello spot tv.

Per quanto riguarda il digital advertising, c’è solo l’imbarazzo della scelta! Affidandosi ad agenzie di comunicazione specializzate infatti, sarà possibile per i gestori del comparatore tariffe scoprire una marea di nuove soluzioni. La grande differenza rispetto ai media tradizionali risiede nella possibilità di variare il target dei propri annunci pubblicitari in base ai feedback ricevuti. Così facendo, il ritorno dell’investimento viene massimizzato, portando i propri spot solo all’attenzione di persone che potrebbero essere interessate già in primo luogo.

Soluzioni 2 e 3: SEO e SEM

Altre due soluzioni molto interessanti in termini di pubblicità, per ogni comparatore tariffe luce o gas sono rappresentate da SEO e SEM Questi due termini, che indicano rispettivamente Search engine marketing e Search engine optimization, agiscono sul posizionamento organico e su quello sponsorizzato.

Nel primo caso si spingerà la parola chiave desiderata, con corretto rimando alla pagina del sito di comparazione stabilita, in alto nel ranking di Google sembra che appaiano “forzature” visibili agli utenti, mentre nel secondo caso ci si rivolgerà all’asta di Google per avere il proprio annuncio sponsorizzato, a pagamento, nelle prime posizioni della prima pagina del motore di ricerca. A prescindere da come ci si voglia muovere, non è una sorpresa che tutti i migliori comparatori investano molte risorse in entrambe le soluzioni, perché la realtà parla chiaro: per avere successo oggi è imperativo comparire in cima alle ricerche su Google immesse dagli utenti per il maggior numero possibile di volte. A prescindere da quale sia il singolo argomento, più il nome sarà visto nei risultati di ricerca, più le persone assoceranno gli argomenti di loro interesse con questo, tornando eventualmente una seconda volta a curiosare.

Soluzione 4: i banner

La quarta soluzione per sponsorizzare il proprio comparatore di tariffe, per certi versi mediana tra le nuove modalità di digital marketing e la pubblicità tipica di media più tradizionali, riguarda i banner. Questi spazi di pubblicità vengono collocati in alcune aree strategiche di talune pagine web e, cliccandoci sopra, gli utenti vengono rimandati a una Landing page dedicata o direttamente al sito del cliente. Una pubblicità online tra le più antiche ma che continua a dare risultati molto interessanti in termini sia di click sia di conversion rate. Certamente i migliori software di adblocking non giocano a favore di queste soluzioni, ma per quanto riguarda le campagne a basso costo ed alta visibilità, è difficile poter fare di meglio.

Soluzione 5: i social network

Terminiamo l’elenco con la pubblicità tramite i social, i quali ormai da molti anni si stanno rivelando uno strumento molto utile per ottenere pubblicità in modo rapido ed efficace, sia tramite azioni non sponsorizzate mirate a aumentare il traffico sulla pagina che si vuole spingere in modo naturale, sia con azioni sponsorizzate così da ottenere un’alta visibilità immediata per gli utenti. Da qualche anno a questa parte, infatti, i social network hanno catalizzato l’attenzione di tutti gli internauti, contando al loro interno miliardi di partecipanti, connessi ogni giorno più volte al giorno. Grazie alla targettizzazione è possibile fare inserzioni molto mirate, massimizzando i risultati e portando in poco tempo il proprio comparatore tariffe adsl, luce o gas sulla bocca di tutti.

 

Arianna Bessone

Arianna Bessone