Aspirapolvere: un aiuto in casa a basso costo

Aspirapolvere: un aiuto in casa a basso costo

Se anche voi siete della filosofia: “E’ meglio usare scopa e paletta per pulire casa, anche se ci si mette più tempo e si fatica di più rispetto all’utilizzo dell’aspirapolvere, e anche se il pavimento di certo non verrà pulito in modo impeccabile, ma almeno non si è inciso in alcun modo sulla bolletta dell’elettricità”, alt. Fermatevi. Esiste la possibilità infatti di acquistare un’aspirapolvere a basso costo per la casa così da ottenere un valido aiuto nella pulizia quotidiana degli ambienti domestici senza per questo dover subire un salasso ogni mese quando arriva la bolletta energetica.  L’aspirapolvere è vero che è un elettrodomestico, ed è sicuramente vero che usarlo prevede un costo per l’energia elettrica, ma è anche vero che questo costo è molto contenuto se pensiamo ai grandi vantaggi connessi all’uso di questo apparecchio. In primis, come citato in precedenza, l’aspirapolvere consente di pulire e aspirare sporco, briciole e capelli, nella metà del tempo rispetto al passare la scopa e, inoltre, effettua un lavoro sicuramente migliore e più accurato.

Le funzionalità di un’aspirapolvere a basso costo

Ci sono ormai moltissimi modelli di aspirapolvere, tra quelli con il sacchetto e senza sacchetti, quelli con il filo e senza filo, solo per citarne alcuni, fino ad arrivare al moderno robot aspirapolvere, il quale ha consumi davvero bassissimi e, infatti, viene ormai scelto da sempre più italiani. Un’aspirapolvere a basso costo per la casa può realmente fare la differenza sotto diversi punti di vista, permettendo ad esempio di tenere la casa pulita in pochi secondi.

Per calcolare un’approssimazione del consumo e della dispendiosità dell’aspirapolvere tradizionale, immaginando di avere un piano tariffario che prevede l’applicazione di un prezzo di 0,20 cent/€ a kW, usando l’aspirapolvere con potenza a 1000 W alla massima potenza per 60 minuti, la nostra spesa sarà in quell’ora di circa 0,20 cent/€. Non male vero, rispetto al pensiero di dover passare la scopa per un’ora, chinandoci a raccogliere lo sporco con la paletta e rischiando di ottenere un risultato finale molto meno eccellente?

 Un apparecchio che ormai è sempre più d’abitudine trovare nelle case degli italiani è il robot aspirapolvere, il quale opera autonomamente nella pulizia e rimozione dello sporco in casa, viene ricaricato a batterie e ha consumi davvero molto contenuti. Il consumo di elettricità che viene conteggiato durante la ricarica del robot aspirapolvere alla corrente quando si scarica, può variare tra i 6 W all'ora per un modello basic sino ad arrivare a 40 W per modelli più professionali e molto più potenti. 

I vantaggi dell’aspirapolvere a basso costo per la casa

Si stanno sempre più diffondendo anche gli aspirapolvere a basso costo per la casa senza fili. Si tratta di elettrodomestici che sono molto facili da spostare per la casa eliminando così il rischio di inciampare nel filo. Inoltre questa tipologia di aspirapolvere è l’ideale per lavori di pulizia rapidi e localizzati. Ci sono alcuni modelli specifici per i pavimenti e altri che invece hanno degli accessori che li rendono perfetti anche per lavori di pulizia su superfici ridotte, il tutto sempre assicurando bassi consumi energetici. Viceversa i modelli con filo non hanno il problema della durata della batteria e hanno un serbatoio per la polvere decisamente più capiente. Il consiglio è quello di scegliere l’ aspirapolvere a basso costo per la casa sulla base delle proprie specifiche necessità ed esigenze. Ad esempio bisognerà scegliere il modello giusto prendendo in considerazione le dimensioni della casa. Si dovranno considerare anche le superfici della casa, la presenza di scale e la frequenza con la quale di solito si fanno le pulizie. Se si eseguono le pulizie con cadenza giornaliera ad esempio, sarà possibile prendere un’aspirapolvere particolarmente veloce o un robot aspirapolvere in grado di pulire la casa in modo autonomo senza per questo dover pagare una bolletta eccessiva. Nella scelta del miglior aspirapolvere a basso costo per la casa bisognerà considerare anche le caratteristiche tecniche dell’elettrodomestico che si intende acquistare. Si dovrà quindi tenere conto del design e della struttura, della potenza in watt e della potenza di aspirazione, della presenza di filtri e di accessori in dotazione con funzioni aggiuntive. Si tenga conto che un buon aspirapolvere deve anche avere un tubo rigido in grado di allungarsi e di ritrarsi oltre al classico tubo flessibile.

I consumi dell’aspirapolvere economico

E per quanto riguarda i consumi? Il consumo di questi elettrodomestici varia a seconda della tecnologia e della qualità dei prodotti. Gli elettrodomestici ultima generazione non consumano moltissimo e la capacità di aspirazione non è direttamente collegata all’assorbimento energetico. Tanto per farsi un’idea un’aspirapolvere della potenza di 1000 watt ha un consumo di 40 kWh/anno e un costo annuo di 5 euro. Un’aspirapolvere da 2500 watt invece avrà un consumo di 100 kWh/anno e un costo annuale di 12,50 euro.

Per massimizzare il risparmio si potrà scegliere la migliore tariffa luce utilizzando il comparatore gratuito di Chetariffa.

Arianna Bessone

Arianna Bessone