Assicurazione furto e incendio: calcolo e cosa copre

In assicurazioni
Assicurazione furto incendio

Tutti coloro che hanno un’auto sanno benissimo quanto possa essere importante una assicurazione furto e incendio. In questo caso non stiamo parlando di una assicurazione obbligatoria come l’RC auto bensì di una delle garanzie accessorie che possiamo inserire come copertura di altri rischi quando sottoscriviamo l’assicurazione per auto o moto.

L’assicurazione auto furto e incendio è quindi una garanza accessoria che abbiamo la facoltà di inserire come copertura di altri rischi e coprirà il mezzo dell’assicurato per tutti quei danni, sia materiali che diretti, eventualmente subiti in caso di incendio o furto. Purtroppo furti e incendi sono eventi non così rari e quindi sono moltissimi i possessori di auto che decidono di attivare una assicurazione furto e incendio per mettersi al riparo da brutte sorprese.

Assicurazione incendio e furto auto cosa copre

Per capire le coperture dell’assicurazione furto e incendio dobbiamo sapere che la nostra vettura sarà garantita non solo dal furto e dalla sottrazione di componenti, ma anche da eventuali tentativi di scasso non riusciti. In questo caso il calcolo assicurazione furto e incendio consente di valutare un indennizzo calcolato in base al valore di mercato del mezzo al momento in cui è assicurato.

Questo valore dovrà essere poi rinegoziato anno dopo anno a ogni rinnovo della polizza e chiaramente avrà la tendenza a scendere. In caso invece di incendio l’assicurazione furto e incendio che abbiamo stipulato coprirà in modo integrale i danneggiamenti eventualmente riportati dall’auto per motivi che riguardano il fuoco. Un esempio su tutti potrebbe essere un corto circuito o un surriscaldamento del motore.

Parlando di assicurazione furto e incendio dobbiamo anche dire che quando parliamo di fiamme esiste una distinzione tra distruzione e danneggiamento. Nel primo caso il calcolo assicurazione furto e incendio porta al risarcimento di tutto il valore del veicolo, nel secondo caso invece si avrà un risarcimento parziale, ovvero solo delle parti che risultano danneggiate.

Attenzione però in quanto se l’incendio dovesse essere stato causato da un altro veicolo parcheggiato nei paraggi si attiverà subito il meccanismo risarcitorio detto di responsabilità civile di base. Il motivo è che in questo caso il danno sarà considerato alla stregua di un danno da circolazione. Chiaramente anche in caso di incendio il calcolo del risarcimento verrà eseguito in base al valore commerciale del mezzo al momento del danno.

Assicurazione furto e incendio: che cosa non copre

Sin qui abbiamo parlato delle coperture dell’assicurazione furto e incendio, vediamo invece che cosa non copre questa assicurazione. Ad esempio una assicurazione furto e incendio non risarcisce qualora il mezzo risultasse rubato perché il proprietario non lo ha custodito correttamente. Tipico è il caso di un mezzo rubato con le chiavi dimenticate nel cruscotto o sul sedile. Lo stesso vale naturalmente anche per un possibile incendio generato da comportamento negligente da parte del proprietario o di un passeggero.

Attenzione poi anche al fatto che l’assicurazione furto e incendio non prevede indennizzi nemmeno per la sottrazione di oggetti che si trovano all’interno del veicolo quando questa è stata rubata. In questo caso però il consiglio è quello di informarsi bene in quanto vi sono alcune compagnie assicurative che applicano l’estensione della copertura furto e incendio anche ad alcuni accessori come il navigatore satellitare.

Assicurazione furto e incendio: franchigia e scoperto

In alcuni casi possiamo trovare anche **polizze di assicurazione furto e incendio ** che prevedono anche una franchigia o uno scoperto. Quando si parla di franchigia ad esempio si allude a una cifra che viene stabilita a priori e che, in caso di risarcimento, resterà a carico del proprietario.

Lo scoperto invece in ambito assicurativo è una percentuale che bisognerà sottrarre al totale da risarcire. Di conseguenza non potremo calcolare lo scoperto preventivamente ma solo dopo il verificarsi di un evento negativo.

Calcolo assicurazione furto e incendio: come si fa

Innanzitutto dobbiamo sottolineare come l’assicurazione furto e incendio è altamente consigliata, ad esempio, quando si acquista un’auto nuova con un alto valore economico. Anche chi vive in città con alta incidenza di furti dovrebbe considerare seriamente l’assicurazione furto e incendio per non avere brutte sorprese, specialmente se parcheggia in strada in quanto sprovvisto di garage.

Per calcolare l’assicurazione furto e incendio dobbiamo sapere che il calcolo del premio varia in base al costo commerciale del veicolo che intendiamo assicurare. Al costo bisognerà poi applicare una tariffa che dovremo moltiplicare per il valore. Se abbiamo una assicurazione furto e incendio e dovessimo subire un furto dovremo procedere con l’immediata denuncia alle forze dell’ordine e poi, nella denuncia, specificare se all’interno dell’auto si trovavano anche i relativi documenti come libretto di circolazione e certificato di proprietà.

Fatto ciò si dovrà contattare l’assicuratore per comunicargli l’accaduto. L’utente potrà recarsi personalmente presso la filiale oppure inviare anche una raccomandata A/R. Il furto del mezzo farà cessare subito la validità dell’assicurazione obbligatoria RCA a partire dal giorno successivo alla denuncia alle forze dell’ordine.

Condividi:

Tags articolo

I più popolari

Non ci sono articoli

Cerca per tag

Non ci sono tag