Assicurazione Kasko cosa copre e cosa comprende

In assicurazioni

L’assicurazione Kasko cosa copre? Questo è quello che giustamente molti si chiedono quando devono decidere che tipologia di assicurazione fare per la propria auto. Si tratta di una garanzia accessoria che copre i danni subiti dal proprio mezzo durante la circolazione in strada. Prima di spiegare in modo dettagliato che cosa comprende l’assicurazione kasko dobbiamo prima ricordare che può essere di due tipi diversi: kasko completa o minikasko.

Nel primo caso l’assicurazione kasko copre tutti i danni a prescindere dalla responsabilità dell’assicurato. Nel secondo caso invece interviene solo per danni causati da incidenti dove sono coinvolti almeno due veicoli. Nei prossimi paragrafi cercheremo di capire esattamente l’assicurazione kasko cosa prevede e anche quali sono le possibili alternative.

Assicurazione kasko cosa prevede

Per capire l’assicurazione Kasko cosa copre dobbiamo capire bene che con questa tipologia di assicurazione avremo una copertura completa. Stiamo parlando di una garanzia accessoria e quindi non necessaria se vogliamo far circolare auto o moto. Possiamo aggiungere la kasko al momento della sottoscrizione dell’assicurazione RC Auto. Ma se la RC auto copre i danni causati a terzi, l’assicurazione kasko cosa copre? La risposta è che risarcisce tutti i danni “propri”, ovvero danni subiti dal proprio veicolo durante la circolazione su strada.

Ne consegue che con la kasko potremo coprire senza problemi tutti i danni che non sono stati causati da altri e per cui non possiamo rifarci all’Rc Auto altrui. Capire l’assicurazione kasko cosa prevede è molto importante ma dobbiamo sapere che si tratta di una formula molto costosa in quanto offre una ampia copertura. Per questo è consigliabile soprattutto per alcune precise tipologie di assicurati, si pensi ad esempio a chi possiede una auto molto costosa o a chi passa diverse ore ogni giorno alla guida.

Una volta compreso l’assicurazione kasko cosa copre esattamente la consigliamo anche si neopatentati che, avendo poca esperienza, sono anche la categoria maggiormente esposta a possibili incidenti. Chi volesse potrebbe anche espandere ulteriormente la formula kasko pagando un premio maggiore e includendo altre categorie di danni (manifestazioni violente, rivolte, atti vandalici o eventi atmosferici).

Assicurazione kasko cosa copre: le diverse varianti

Le compagnie assicurative propongono ai loro clienti diverse tipologie di assicurazione kasko tra cui possiamo scegliere e che differiscono tra loro per importo massimo risarcito. Per capire l’assicurazione Kasko cosa copre dobbiamo sapere quali sono queste diverse tipologie. La kasko a valore intero, ad esempio, è la versione più completa in quanto permette di ottenere un risarcimento la cui entità non ha limiti.

L’assicurazione kasko a valore intero è anche l’unica formula che include altre categorie di danni che non sono collegati alla circolazione in strada. In alternativa abbiamo anche l’assicurazione kasko a primo rischio assoluto che prevede un massimale fisso e indipendente del valore del veicolo assicurato. La kasko a primo rischio relativo invece è quella con un tetto massimo risarcibile minore in quanto viene calcolato in base al valore del veicolo assicurato che tiene conto, logicamente, anche dell’usura e della svalutazione commerciale.

Assicurazione kasko auto cosa non copre

Se fin qui abbiamo visto l’assicurazione Kasko cosa copre dobbiamo ora capire se ci sono eventi che restano scoperti e la risposta è affermativa. Generalmente l’assicurazione kasko infatti non copre i danni riportati dal veicolo in caso di guida in stato d’ebbrezza in quanto vige il diritto di rivalsa da parte della compagnia. In questo caso se vogliamo una copertura dovremo sottoscrivere un’apposita polizza di rinuncia alla rivalsa in caso di ebbrezza. Anche qualora i danni al mezzo fossero provocati da materiali o animali trasportati sul veicolo l’assicurazione kasko non potrà coprire.

Ci sono alternative alla minikasko?

Dopo aver capito l’assicurazione kasko cosa copre valutiamo ora se vi sono delle alternative alla minikasko o polizza collisione. La minikasko infatti copre i danni alla propria vettura solamente se vengono provocati da un incidente che abbia coinvolto direttamente un altro veicolo. La minikasko si attiva solamente se il veicolo con cui abbiamo avuto una collisione viene effettivamente identificato. Dovremo quindi fornire il numero di targa e anche tutti gli estremi del guidatore.

Si consideri comunque che la copertura della minikasko è molto inferiore rispetto alla kasko e quindi anche il costo è più basso arrivando a circa la metà della kasko. La garanzia della minikasko è comunque soggetta all’applicazione di massimali e di franchigie. Solitamente il massimale non è mai superiore al valore commerciale del veicolo e la franchigia ammonta quasi sempre a 200-250 euro.

L’importo cambia in base a vari fattori che comprendono la tipologia di vettura, l’utilizzo e i diversi livelli di tutela. Il costo varia anche in base alla storia assicurativa del soggetto assicurato e sarà quindi maggiore per i neopatentati o per chi, negli ultimi 12 mesi, ha causato un sinistro.

Condividi:

Tags articolo

I più popolari

Non ci sono articoli

Cerca per tag

Non ci sono tag