Come recuperare la franchigia assicurazione dell'auto

In assicurazioni

Come sanno benissimo tutti i possessori di automobile occorre assicurare il proprio mezzo. Spesso si sente parlare di franchigia assicurazione e non tutti ne hanno ben chiaro il significato con il rischio di fare confusione. La franchigia assicurazione è una parte di danno che, nel caso venissimo coinvolti in un sinistro stradale, resterà a carico dell’assicurato.

La franchigia assicurazione auto è quindi qualcosa di molto importante da considerare e il suo importo viene stabilito quando si stipula il contratto. Si dovrà anche tener presente che la franchigia polizza assicurativa resterà fissa per tutta la durata della polizza. Vediamo ora nel dettaglio tutto ciò che riguarda la franchigia assicurazione soffermandoci anche sulle diverse tipologie disponibili.

Franchigia assicurazione: cosa sapere

Una volta chiarito che la franchigia assicurazione è la parte di danno che sarà a carico dell’assicurato andiamo ora a vedere le diverse tipologie. Abbiamo ad esempio la franchigia relativa con la quale si indica il limite massimo di spesa entro cui il contraente dovrà provvedere autonomamente alla riparazione dei danni subiti. Una volta superata tale somma la franchigia assicurazione viene annullata e il rimborso da parte della compagnia assicurativa avviene integralmente.

Qualora dovesse verificarsi un sinistro stradale la franchigia relativa prevede che il danno sarà a carico dell’assicurato solo se la somma relativa ai danni sarà pari o inferiore all’importo della franchigia. E’ altrettanto importante sapere che il danno resterà a carico della compagnia assicurativa se la somma relativa ai danni risulterà essere maggiore dell’importo della franchigia assicurazione.

Si sente anche spesso parlare di franchigia assicurazione assoluta, una tipologia di franchigia che rimane invariata al momento del risarcimento sia che l’importo sia superiore che inferiore alla franchigia. Che cosa significa in concreto? Semplice, con la franchigia assicurazione assoluta il danno in caso di un sinistro sarà sempre a carico dell’assicurato indipendentemente da fattori come la somma da pagare o i danni al mezzo.

I vantaggi della franchigia assicurazione

La clausola franchigia assicurazione conviene a tutti? Possiamo dire di sì in quanto l’inserimento della clausola franchigia spesso si accompagna anche a una riduzione sul premio RCA. La franchigia assicurazione conviene specialmente a persone che causano molto di rado sinistri stradali. Quasi sempre infatti il premio assicurativo risulta essere maggiore nelle polizze con franchigia relativa rispetto a quella con franchigia assoluta.

La franchigia assoluta è quindi conveniente quando si vuole avere un premio assicurazione inferiore rispetto alle polizze RC Auto più comuni. Chi si fida della sua guida potrebbe quindi optare per la franchigia assicurazione assoluta. Per migliorare il recupero franchigia assicurativa da parte delle imprese in alcuni casi si prevede la clausola di franchigia a recupero garantito in base alla quale l’assicuratore può proporre al contraente in abbinamento al contratto RC auto anche altre tipologie di contratti assicurativi o finanziari miranti a garantire il recupero della parte di risarcimento a carico del proprio assicurato.

Franchigia assicurazione auto: bonus e malus

Parlando di franchigie e di assicurazioni potrebbe anche essere utile sapere che le polizze di responsabilità civile auto possono essere solo a franchigia oppure combinate con franchigia assicurazione e bonus e malus. In caso di incidente con danni leggeri che comportano un risarcimento che sia pari o comunque inferiore alla franchigia non scatterà il malus sull’assicurazione auto.

Solitamente invece quando non si ha una franchigia assicurazione attiva le compagnie aumentano il premio assicurativo. Attenzione poi a non fare confusione tra la franchigia assicurazione e lo scoperto delle garanzie accessorie. Lo scoperto infatti identifica una quota danno che resta a carico dell’assicurato ma viene espresso in percentuale. Per quanto riguarda gli atti vandalici invece è possibile comunque stipulare una franchigia assicurazione.

In questo modo tutti i danni che superano la soglia fissata verranno pagati dall’assicurazione e quelli sotto saranno a carico del cliente. Il valore chiaramente cambierà sempre in base al mezzo che si intende assicurare. Potrebbe convenire tenere la franchigia assicurazione per atti vandalici bassa così da essere coperti in caso di danni seri.

Esclusione e rivalsa: di che si tratta

Nei contratti di assicurazione auto bonus maluso molto spesso si trovano clausole come quella di rivalsa e di esclusione. Con queste clausole in sostanza la nostra compagnia assicurativa limita oppure esclude del tutto il risarcimento del sinistro e dei danni. Queste clausole però valgono solo in casi specifici che sono comunque ben segnalati nel contratto proposto al cliente.

Questo significa che se una delle clausole dovesse verificarsi la compagnia procederà comunque a risarcire il danno ma potrà poi rivalersi sull’assicurato chiedendo la restituzione totale o parziale della liquidazione. Un esempio di esclusione del rischio potrebbe essere un sinistro provocato dal conducente in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Tipicamente anche la guida senza patente con conducenti non abilitati rientra in questa casistica così come il trasporto non conforme o la mancanza di revisione dell’auto.

Insomma, quando si stipula un contratto per assicurazione auto sarà importante considerare l’inserimento della clausola della franchigia assicurazione.

Condividi:

Tags articolo

I più popolari

Non ci sono articoli

Cerca per tag

Non ci sono tag