Rca significato: cos'è e cosa significa

In assicurazioni

In ambito assicurativo si sente parlare spesso di polizza RCA, ma di che cosa si tratta esattamente? Il Rca significato è piuttosto semplice, si tratta del contratto assicurativo stipulato con la compagnia di assicurazione che copre i danni causati involontariamente agli altri quando utilizziamo l’auto.

Le polizze auto coprono danni fino a un massimale prestabilito e chiaramente hanno tariffe diverse di compagnia in compagnia anche sulla base dei servizi offerti. Nei prossimi paragrafi cercheremo di capire che cosa significa Rca auto nel dettaglio soffermandoci anche sulle conseguenze di girare senza assicurazione.

Assicurazione Rca significato

Ma questa famosa Rca cos’è esattamente? E’ una polizza obbligatoria che copre un veicolo sia su strada, sia quando è in sosta o senza guidatore. In caso di incidente automobilistico causato da noi con la Rca sarà la compagnia di assicurazione a pagare i danni alla parte offesa. Il danneggiato, nello specifico, riceverà un risarcimento nei limiti previsti dal massimale di polizza.

Una volta compreso il Rca significato dobbiamo considerare anche che esiste un massimale minimo garantito per legge di 6,07 milioni di euro per i danni alle persone e di 1,22 milioni di euro per danni alle cose. Oltre a tali soglie dovrà pagare l’assicurato con il proprio patrimonio. In ogni caso esistono anche delle compagnie che offrono un massimale superiore.

Una volta compreso il Rca significato sapremo che non protegge solamente il proprietario del mezzo ma tutti coloro che sono alla guida. La polizza Rca da sola non dà copertura ai guidatori che causano l’incidente, e questo è importante da sapere in quanto la copertura non c’è nemmeno in caso di danni fisici subiti da chi ha provocato il sinistro. L’unico modo per tutelare anche il conducente è dotarsi di una copertura assicurativa aggiuntiva: l’assicurazione infortuni del conducente.

Rca significato e garanzie accessorie

Dopo aver analizzato in dettaglio il Rca significato possiamo passare a parlare anche delle cosiddette garanzie accessorie. Si tratta di coperture facoltative con cui possiamo assicurare il conducente e il veicolo da tutti quei danni che restano esclusi dal risarcimento della Rca. Un esempio su tutti potrebbe essere quello del furto e incendio. Tale garanzia accessoria garantisce un risarcimento del valore del veicolo al momento del verificarsi del danno.

Ovvero, detto in altre parole quando il mezzo viene rubato o prende fuoco. Inoltre un’altra delle garanzie accessorie da abbinare alla Rca obbligatoria è quella a tutela degli eventi atmosferici. Quest’ultima garanzia accessoria è particolarmente richiesta in questi tempi in cui grandinate e altri eventi atmosferici estremi sono diventati ricorrenti.

Rca significato e durata

La polizza Rca è valida unicamente per 12 mesi. Una volta terminato tale periodo potremo rinnovare la polizza con la vecchia compagnia oppure sceglierne una nuova. Inoltre fino al 2012 esisteva il cosiddetto tacito rinnovo. Questo implicava un rinnovo automatico del contratto di assicurazione anche per i 12 mesi successivi.

A partire dal 2012 però è stata sancita l’abolizione del tacito rinnovo e quindi i clienti non dovranno più inviare la comunicazione di disdetta alla vecchia compagnia ma potranno semplicemente stipulare un nuovo contratto con un’altra compagnia assicurativa. L’abolizione del tacito rinnovo della Rca ha comunque portato all’introduzione di un periodo di tolleranza di 15 giorni dopo la scadenza del contratto. In questi 15 giorni di tolleranza quindi potremo continuare a circolare su strada.

Rca significato: i danni che non sono coperti

Quando una auto resta senza copertura assicurativa il guidatore sarà completamente scoperto. La Rca non copre il guidatore che causa l’incidente a meno di garanzie accessorie e non copre nemmeno danni dolosi. Si consideri poi anche che con la polizza Rca non saremo coperti in caso di danni o sinistri causati in stato di ebbrezza o sotto effetto di sostanze stupefacenti. In questi casi chi ha subito il danno potrà ottenere il risarcimento dall’assicurazione che si rivarrà poi nei confronti dell’assicurato.

Circolare **senza Rca **comunque presenta rischi molto seri. In base all’articolo 193 del Codice della strada infatti le forze dell’ordine possono comminare una multa tra gli 849 e i 3396 euro e anche il sequestro del mezzo.

Questo verrà poi depositato in un luogo non aperto al pubblico e deciso dagli agenti. In questo caso potremo ottenere una riduzione del 50% della sanzione da pagare se salderemo il premio entro i 15 giorni successivi alla scadenza stabilita dall’art.1891 del Codice civile.

La riduzione ci sarà anche se si dovesse optare per la rottamazione del veicolo entro 30 giorni dalla violazione. Inoltre la sanzione potrebbe raddoppiare per chi dovesse essere sorpreso una seconda volta in 2 anni alla guida di un mezzo non assicurato. In questi casi si dovrà mettere in conto anche la sospensione della patente di guida per un periodo di massimo 2 mesi.

E’ bene quindi conoscere il Rca significato così da non avere brutte sorprese che potrebbero avere conseguenze anche gravi come il sequestro del mezzo e la sospensione della patente.

Condividi:

Tags articolo

I più popolari

Non ci sono articoli

Cerca per tag

Non ci sono tag