Sai già come leggere la bolletta della luce? Ecco tutto ciò che devi sapere!

Sai già come leggere la bolletta della luce? Ecco tutto ciò che devi sapere!

Volete sapere come leggere la bolletta della luce?

Saper leggere correttamente una bolletta è fondamentale per essere consapevoli di tutte le spese che si affrontano e, in un secondo momento, sfruttare queste conoscenze per scegliere un gestore più economico ma in grado, comunque, di offrirci un servizio adeguato ed efficiente. Nei prossimi paragrafi, cercheremo di capire cosa significano le varie voci sulla bolletta della luce e come abbattere i costi fin da subito!

Leggere la bolletta della luce: come si fa?

Sfruttando il comparatore di Chetariffa potrete trovare numerose offerte molte vantaggiose per voi e, in questo blog, vi abbiamo dato spesso consigli su come risparmiare qualche euro sulla bolletta. Leggerla, tuttavia, può rivelarsi una vera impresa e non interpretare quei numeri nel modo giusto potrebbe portare a brutte sorprese, nel momento in cui riceverete il conto da pagare tramite bolletta.

Ecco dunque la bolletta spiegata passo passo, assieme a dei piccoli trucchi utili per iniziare a risparmiare sui consumi e sui prezzi. Al termine di questo articolo, saprete come si legge una bolletta della luce alla perfezione: cominciamo!

Libero Mercato o Maggior Tutela: qual è la scelta migliore?

Anzitutto, se vi state chiedendo come leggere la bolletta della luce nel modo corretto, sappiate che è necessario, prima di tutto, capire se questa tratta tariffe del libero mercato o se, invece, si è ancora in regime di maggior tutela. Questa informazioni è molto semplice da reperire: vi basterà guardare in alto a destra e, appena sopra al codice cliente, dovreste trovare un riferimento esplicito al tipo di bolletta. Questo è un dettaglio fondamentale, per due semplici motivi: il primo, il più importante, è che la maggior tutela finirà il 1° gennaio 2022 (non a luglio 2020 come deciso precedentemente). A partire da questa data, quindi, il passaggio al libero mercato sarà obbligatorio. Il nostro consiglio, a proposito di questo, è di passare al mercato libero il prima possibile, così da non dovervi trovare nella situazione di dover scegliere di fretta all’ultimo minuto, con anche il rischio di non trovare l’offerta migliore per voi. Il secondo motiva riguarda invece il fatto che, a causa di questo obbligo, ad ora ci sono tantissime offerte a prezzi bloccati, realizzare dai vai fornitori di luce e gas proprio per incentivare il passaggio.

Voci della bolletta della luce: le tre parti principali

Molte persone, probabilmente anche voi che state leggendo questo articolo, credono che sia difficile imparare come leggere la bolletta della luce in maniera corretta. In realtà, non è affatto così! Infatti, dalla stessa bolletta potrete capire molte cose ed ottenere numerose informazioni relative ai vostri consumi. Come anticipato poco fa, una bolletta è divisa in tre parti: sintesi, dettaglio e comunicazioni.

Nella prima parte, troverete il riassunto di tutti i vostri consumi, con i dati relativi alla singola fornitura. Nella seconda parte, invece, vengono elencate nel dettaglio le voci di pagamento e il tipo di tariffa stipulata. Questo è un dettaglio molto importante, poiché capire il tipo di tariffa in relazione ai consumi della casa o dell’azienda permette di decidere se una diversa tariffa conviene o meno. La terza parte, infine, è quella relativa alle comunicazioni da parte del Gestore: pagamenti, more, consegne o avvisi generici.

Esiste un’ulteriore parte che, però, merita di essere approfondita.

Come leggere la bolletta della luce? Abbiamo capito, per quanto detto finora, che può essere più complicato del previsto e potrebbe capitarvi di entrare in confusione nel momento in cui noterete che, all’interno della bolletta della luce, è presente la voce “oneri di sistema”: vi è mai capitato?

Questa voce non ha a che fare con il gestore che avete scelto, ma riguarda i costi generali del sistema elettrico (che vengono decisi dall’ARERA) ed è ulteriormente suddivisa in due parti. La prima riguarda una quota fissa per i non residenti, mentre la seconda cifra riguarda l’effettivo consumo dell’energia.

Ora avete tutti gli strumenti che vi permettono di conoscere in maniera approfondita come leggere una bolletta della luce e le varie voci collegate ad essa e, di conseguenza, valutare se vi conviene cambiare tariffa o, diversamente, se il contratto che avete sottoscritto è perfetto per voi e per le vostre esigenze di consumo!

Nel caso stiate pensando di cambiare fornitore, di andare a vivere da soli o, semplicemente, vi piacerebbe controllare senza impegno (e in maniera totalmente gratuita) se esistono gestori più economici del vostro attuale, approfittatene subito e utilizzate il comparatore di tariffe sulla luce di Chetariffa!

Grazie al nostro comparatore online, infatti, potrete selezionare i vari parametri relativi alle vostre esigenze e, in questo modo, ricevere in pochi istanti una lista dettagliata di tutti i migliori fornitori di luce e gas!

Nello specifico, vi verrà richiesto di dirci quante persone vivono nella vostra abitazione, quali elettrodomestici utilizzare maggiormente, il tipo di residenza e come vorreste effettuare i pagamenti delle bollette.

In alternativa, nel caso conosciate il vostro consumo annuo, vi basterà inserire questo dato e, dopo aver rilasciato i vostri contatti, confrontare tutte le offerte adatte a voi e disponibili in quel momento!

A ogni modo, indipendentemente dal gestore che sceglierete, avrete certamente capito l'importanza di sapere come leggere la bolletta della luce: questo perché, così, avrete la possibilità di tenere sempre sott'occhio i vostri consumi e quanto dovete spendere, intervenendo tempestivamente nel caso doveste notare qualche anomalia in bolletta!

Arianna Bessone

Arianna Bessone