Come usare gli elettrodomestici in casa

Come usare gli elettrodomestici in casa

Le nostre case cambiano col tempo, l’ambiente si modernizza e si aggiorna continuamente a seconda dei nuovi ritrovati dell’elettronica e della domotica.

I tempi in cui i nostri elettrodomestici possono sovraccaricare l’impianto elettrico creando dei cortocircuiti improvvisi sono passati.

I nostri aiutanti domestici sono davvero migliorati e vengono in nostro soccorso anche riguardo i consumi, in questo modo le nostre case sono ottimizzate a livello energetico.

È fondamentale in questo caso, per utilizzare nel modo migliore i nostri elettrodomestici, capire come è possibile azionarli nel modo più ottimale riducendo lo spreco energetico al limite storico.

Oggi vogliamo parlarvi proprio di questo e proporvi nuovi gesti ed attenzioni che fanno bene al portafoglio, alla casa e al pianeta.

 

  1. Il frigorifero

 

È molto importante posizionare il vostro frigorifero nel luogo più freddo di tutta la casa, in modo  da non alterare le temperature, e riporre il cibo al suo interno soltanto nel momento in cui sarà freddo. Occorre inoltre operare periodicamente la sbrinatura del congelatore così da mantenere le temperature basse e non sovraccaricare l'esubero energetico.

 

  1. La lavatrice

 

L’uso della lavatrice è fondamentale nell’economia domestica, infatti è molto importante impostare al meglio i comandi e attuare comportamenti controllati. Utilizzare la lavatrice solo durante le ore in cui l’elettricità costa meno, e lavare sempre a pieno carico indumenti o bianchieria quasi pulita, in modo da lavare i panni a temperature inferiori a sessanta gradi.

 

  1. Scaldabagno

 

Lo scadabagno elettrico è l’elettrodomestico che incide maggiormente al consumo energetico della casa, per attenuare lo spreco occorre regolare la temperatura sapientemente, in estate a quarantacinque gradi e in inverno a sessanta gradi; in modo da attenuare gli sprechi

Arianna Bessone

Arianna Bessone