Vigilia, Natale e Capodanno… Ma ai consumi, chi ci pensa?

Vigilia, Natale e Capodanno… Ma ai consumi, chi ci pensa?

Quando si pensa alle festività natalizie, non ci si sofferma mai a riflettere sui consumi di luce e gas, ma solo a godersi la compagnia dei propri cari durante i giorni che anticipano e seguono sia il Natale sia l’arrivo dell’Anno nuovo, e ciò è più che giusto. Ma bisogna anche evitare di farsi cogliere impreparati e, solo in seguito all’arrivo della bolletta dopo le festività, soffermarsi a pensare che in effetti è davvero alta e che forse, se si fosse adottato qualche accorgimento in più, si sarebbe potuto risparmiare sui consumi di luce e gas ed evitare di arrivare a dover spendere così tanto.

Ciò non vuol dire che non si deve cucinare, accendere i termosifoni di qualche grado in più o impiegare gli elettrodomestici per le proprie prelibate preparazioni culinarie con cui stuzzicare l’appetito (o soddisfarlo anche, ovvio) dei propri cari. Ma se si presta qualche piccola attenzione e accortezza sicuramente sarà possibile assicurarsi il pieno impiego di elettrodomestici, utensili elettrici casalinghi (indispensabili in molte preparazioni), fornelli e forno, senza per questo dover temere l’arrivo della bolletta alla fine del mese.

In primis occorre conoscere i propri elettrodomestici, sapere di quale classe energetica sono e quanto consumano: solo in tal modo si potrà fare una stima dell’ammontare della bolletta elettrica che si riceverà a casa, e quindi arrivare preparati. Inoltre un utile accorgimento è quello di impiegare gli elettrodomestici per più preparazioni insieme, in modo da contenere i consumi e ottimizzare i tempi: in tal modo si farà più in fretta, si consumerà meno energia e quindi sia il portafoglio sia l’ambiente ringrazieranno.

Qualche altro piccolo consiglio consiste nel ricordarsi di chiudere le porte quando si passa da un ambiente all’altro, qualora il proprio scopo fosse di mantenere il calore all’interno del singolo ambiente. Immaginiamo che la cena della Viglia di Natale venga festeggiata a casa vostra, nella vostra bella e grande sala da pranzo: ricordatevi di chiudere le porte delle altre camere e del bagno, in modo che il calore dei termosifoni, della stufa o del camino rimanga racchiuso nella stanza dove volete che rimanga incanalato e non si disperda. Questo consiglio è solo per consentirvi di stare il più al caldo possibile? Non solo, in quanto in tal modo inoltre non dovrete pompare troppo i termosifoni o le stufe elettriche o a gas e quindi risparmierete! Lo stesso discorso vale anche per le finestre: è più che giusto far circolare l’aria e aprire le finestre per non rischiare di rimanere con l’aria “viziata”, ma una volta che si è cambiata aria ricordiamoci di chiuderle ermeticamente in modo da evitare che il caldo esca all’esterno raffreddando la stanza.

Le festività di Natale sono uno dei momenti più belli e dolci dell’anno, da godersi insieme alla propria famiglia e ai propri cari. E senza rinunciare a nulla, ma con qualche piccolo accorgimento, anche la bolletta diventerà più dolce e meno salata!

Arianna Bessone

Arianna Bessone