Consumo annuo gas: come calcolarlo

Consumo annuo gas: come calcolarlo

Analizzare qual è il consumo medio di una famiglia relativamente al gas consente di avere sottomano numerosi elementi utili al fine di sapere come muoversi e orientarsi, nel caso in cui ci si rendesse conto di stare spedendo troppo. Il consumo annuo gas tiene conto di numerosi elementi e conoscerli è importante. Innanzitutto bisogna sapere, quando ci si interroga in merito al consumo annuo gas, che il gas viene impiegato soprattutto per tre scopi, ovvero il riscaldamento delle case nei mesi freddi, per la produzione di acqua calda sanitaria e per la cottura dei cibi, quindi per cucinare. Ci sono taluni elementi che occorre tenere in considerazione al fine di poter quantificare il consumo annuo gas medio: il principale è il numero dei componenti della famiglia, a seguito dalle loro abitudini di consumo del gas. Il loro comportamento è infatti molto importante da tenere in considerazione, dal momento che può incidere sul consumo annuo gas medio di una famiglia e di conseguenza anche sulla bolletta che si dovrà pagare.

Il consumo medio di una famiglia: come analizzarlo 

Nel caso in cui si desiderasse fare una stima relativamente al consumo di gas di una famiglia si possono usare degli strumenti che si possono reperire online e che, con pochi dati, ti potranno fornire una stima del consumo annuo gas bolletta. I dati che ti saranno richiesti e che dovrai inserire, al fine di poter accedere alle informazioni che desideri, sono la grandezza della tua casa e quante persone la abitano. Nel caso in cui desiderassi potrai indicare anche altre informazioni, oltre alla superficie della casa e alla quantità di persone, come il grado dell'isolamento termico, la tipologia della caldaia e la presenza dei termostati in casa, oltre a indicare l’utilizzo del gas in casa, ovvero se per il riscaldamento, per la produzione di acqua calda sanitaria, per la cottura dei cibi o se per tutti e tre.

Per cosa si usa il gas e cosa sapere in merito al consumo?

La maggioranza delle persone impiega il gas in casa come combustibile per gli utilizzi indicati, dal momento che è più economico rispetto ad altre soluzioni, anche se bisogna sottolineare come soprattutto negli ultimi anni si stiano diffondendo i sistemi di riscaldamento elettrico, i quali vengono usati in sostituzione della caldaia tradizionale a gas. Relativamente al consumo annuo gas, questo bisogna considerare che varia in maniera sensibile anche relativamente alla località ove si vive. Nel caso infatti in cui la temperatura esterna fosse bassa servirà molto gas per riscaldare la casa, mentre in aree più calde come al sud Italia si renderà necessario usare meno gas ai fini del riscaldamento. Si stima che al sud Italia si richieda circa 1/3 del gas, rispetto a Milano, per riscaldare la casa.

Il calcolo consumo annuo gas, quindi, deve tenere in considerazione numerosi elementi, quali l’area geografica, la grandezza della casa, la sua capacità di isolamento termico, la presenza di termosifoni e l’efficienza della caldaia.

Ci sono alcuni casi nei quali il gas viene usato anche per il riscaldamento invernale, anche se solitamente bisogna considerare come nelle case presenti nei condomini il riscaldamento sia di tipo centralizzato, quindi la caldaia viene usata per la produzione dell’’acqua calda sanitaria e per la cucina. La produzione di acqua calda costituisce circa il 10-15% dei consumi di gas e può dipendere da alcuni fattori, anche se il principale è rappresentato dalla quantità di persone che vivono nella casa. Troviamo infine il consumo di gas per la cucina, che influenza il consumo annuo gas bolletta di una famiglia solo in una piccola parte della bolletta. Analizzando infatti i consumi medi di una famiglia che impiega il gas per il riscaldamento, la produzione di acqua calda sanitaria e per la cucina, per quest’ultima funzione influisce per il 5% sulla bolletta, e in tal caso al pari degli altri il consumo cambia sulla base della quantità di persone che vivono in casa.

Come si può risparmiare sulla bolletta

Se dopo aver analizzato le spese e aver fatto il calcolo consumo annuo gas, decidessi che è opportuno provvedere a ridurre le spese sulla bolletta del gas, ci sono numerose soluzioni che si possono adottare. Come prima operazione è utile apportare talune modifiche alla casa relativamente all'isolamento termico, procedendo alla sostituzione della vecchia caldaia con una nuova. Inoltre si possono adottare taluni comportamenti e accorgimenti utili, insieme alla possibilità di scegliere tra le numerose tariffe per il gas presenti sul mercato libero quella che più risponde alle proprie necessità.

Come hai potuto vedere, ci sono vari utilizzi per il gas, e ciascuno di essi pesa sulla bolletta, anche se il riscaldamento è quello che presenta un peso maggiore e, come abbiamo visto, il consumo del gas può variare relativamente al riscaldamento, sulla base di alcuni parametri quali l’area geografica ove si risiede, la grandezza della casa e la quantità di persone che la abitano, insieme alle loro abitudini di consumo. Pensando alle differenti aree geografiche, in Italia sono state individuate sei zone tariffarie differenti per il gas metano, le quali si caratterizzano per la diversità della temperatura, dal momento che più l’ambiente esterno è freddo più si renderà necessaria una grande quantità di gas per riscaldare la casa.

Arianna Bessone

Arianna Bessone