Consumo forno elettrico: come risparmiare

Consumo forno elettrico: come risparmiare

Il forno elettrico, per coloro che non lo sapessero o non ne avessero mai sentito parlare, è un elettrodomestico ad uso casalingo che ormai in moltissime persone hanno in casa e consente di ottenere grandi vantaggi, come la cottura di molti alimenti e preparazioni, come il classico forno a gas che tutti noi conosciamo e con i quale siamo cresciuti. Al posto però del gas viene consumata energia elettrica quando si usa questa tipologia di gas, ma non bisogna preoccuparsi né per quanto riguarda il costo consumo forno elettrico sia di quanto consuma un forno elettrico per quanto riguarda le emissioni nocive che possono essere rilasciate durante il suo funzionamento. Nonostante sia un elettrodomestico che ormai per alcuni è assolutamente immancabile nella propria cucina, ci sono ancora alcune persone che lo guardano un po’ sospettose, convinta che il consumo forno elettrico sia maggiore rispetto a quello a gas, o che le sue prestazioni e il suo rendimento siano inferiori, ma così non è. Il consumo forno elettrico, infatti, viene applicato all’energia elettrica anziché al gas, e se si ha un buon contratto di fornitura, con un prezzo basso relativamente alla componente energia, si potrà risparmiare e anche molto sulla fornitura, quindi per chiedersi quanto consuma un forno elettrico bisognerebbe innanzitutto sapere quanto si spende di componente energia con il proprio fornitore di energia elettrica per la casa, e sulla base di questo si potrà risalire al costo consumo forno elettrico specificatamente per la propria abitazione.

Una importante precisazione è relativa al fatto che l’uso di energia (e quindi di conseguenza anche il consumo forno elettrico), in questa tipologia di forno, non è costante per il tempo di utilizzo del forno stesso, quindi se all’inizio è al massimo poi scende fino a diventare costante, quindi il consiglio di riscaldare il forno solo quando si è pronti con la preparazione dei piatti che andranno cotti, al suo interno, onde evitare di consumare inutilmente energia. Se si utilizza in modo massivo un forno elettrico si consumerà energia, e quindi questo potrà incidere in maniera negativa sul costo totale che si visionerà sulla bolletta della luce, quindi se si vuole risparmiare sul consumo forno elettrico kW il primo consiglio che ti diamo è quello di imparare ad usare bene il forno sia qualora lo si adoperasse nella versione tradizionale che nella versione a microonde. E’ importante sapere che il consumo forno elettrico è pari all’incirca a 173 kWh all’anno, a differenza di quello a gas e di quello a microonde che invece prevede un consumo di circa 99 kWh. Ovviamente a seconda delle proprie necessità di potrà usare il forno elettrico come più si preferisce, tenendo sempre a mente che esso si riscalda molto in fretta, e quindi di non attendere troppo prima di inserirvi gli elementi da cuocere, una volta che sarà giunto alla temperatura ideale, onde evitare di aumentare il consumo forno elettrico senza motivazione.

Sapere quanto consuma un forno elettrico è fondamentale, così come sapere quali sono le variabili che possono incidere sui consumi

Le variabili che riguardano i consumi, e che quindi possono portare a un costo consumo forno elettrico più alto o più basso, sono numerose, e vanno tutte tenute in considerazione quando si deve fare una stima relativa al consumo forno elettrico. In primis va considerata la potenza del forno, poi ovviamente quelle che sono le due dimensioni, qual è la durata dei tempi di cottura, la cottura scelta per cuocere i cibi e, ovviamente, va tenuto conto di quella che è la classe energetica dell’elettrodomestico, in quanto una classe A+++ ovviamente consumer di meno rispetto a una classe più bassa. Relativamente alla tipologia di cottura con il forno elettrico, anche i consumi varieranno, dal momento che con il forno statico i tempi per la cottura si allungheranno dal momento che la cottura è più lenta, mentre se si usa il forno ventilato la cottura sarà più rapida e quindi si consumerà un po’ meno: ovviamente non parliamo di cifre alte in termini di risparmio sul consumo forno elettrico, ma comunque se si vuole ragionare in termini di risparmio va considerata anche questa variabile, e agire di conseguenza magari prediligendo una cottura a forno ventilato piuttosto che rapido, per le preparazioni che consentono la scelta (e non quelle che invece, ovviamente, richiedono unicamente come possibilità il forno statico). Se vuoi sapere con esattezza il consumo forno elettrico, calcolando qual è il suo peso effettivo sulla bolletta (quindi quanto incide il suo utilizzo su di essa) uno strumento molto utile che si può usare è il wattometro, il quale deve essere agganciato al salvavita del contatore al fine di riuscire a calcolare il consumo forno elettrico kW. Se si vuole fare un salto ulteriore in avanti ci si può anche dotare di wattometro che calcolano anche il costo totale dell’energia che viene impiegata: tutto ciò che bisogna fare è inserirvi il costo dell’energia (quindi il prezzo della componente energia) per ottenere un costo totale dell’energia che si è utilizzata.

Arianna Bessone

Arianna Bessone