Consumo frigorifero: come scegliere il frigo che consuma meno

Consumo frigorifero: come scegliere il frigo che consuma meno

Anche tu come tutti avrai sicuramente a casa un frigorifero, di gran lunga uno degli elettrodomestici più diffusi in assoluto. Del resto sarebbe impossibile fare a meno del frigo, divenuto ormai essenziale per la corretta conservazione di alimenti e bevande. Visto che hai sicuramente un frigo in casa, è del tutto comprensibile che tu ti faccia delle domande su quanto consuma un frigorifero. Il consumo frigorifero è importante in quanto ha un riflesso diretto sulla bolletta energetica, inutile quindi dire che sarà nel tuo interesse capire come acquistare un frigorifero che consuma meno e quanto consuma un frigorifero. Cerchiamo dunque di darti alcuni elementi in più sul consumo frigorifero per aiutarti a fare la scelta giusta.

Quanto consuma un frigorifero?

Come già accennato il consumo frigorifero è un dato importante che impatta non poco in bolletta. Per capire quanto consuma un frigorifero dovrai tener conto di diversi fattori. Innanzitutto se ci pensi bene il frigorifero è uno dei pochi, se non l’unico, tra gli elettrodomestici della tua casa che resta sempre attivo e funzionante 24 ore al giorno. Visto che viene utilizzato per così tanto tempo è quindi più che comprensibile che tu ti faccia domande sul consumo frigorifero e che ti domandi se non fosse possibile acquistare un frigorifero che consumi meno. Per valutare quanto consuma un frigorifero dovrai per prima cosa capire la sua classe di efficienza ma non saranno meno importanti altri dati quali la capacità di raffreddamento, le dimensioni e la stabilità della temperatura. Facendo un esempio concreto il consumo annuo frigorifero classe a sarà decisamente inferiore al consumo annuo di un frigorifero di classi energetiche inferiori.

Consumo frigorifero: le classi di efficienza

Se vuoi acquistare un frigorifero che consuma meno dovrai per prima cosa saper interpretare correttamente l’etichetta energetica. Sull’etichetta energetica troverai tutti i dati necessari a capire il consumo frigorifero in quanto è riportata la classe di efficienza di quel preciso modello. Le classi di efficienza energetica vanno dalla A+++, quella che consuma meno, fino alla classe G, quella che consuma di più. Il consumo annuo frigorifero classe a come abbiamo già visto sarà quindi sempre da preferire alle classi inferiori ma non sarà un dato sufficiente per acquistare un frigorifero che consuma meno. Oltre alla classe di efficienza infatti dovrai valutare con attenzione anche altri elementi come la potenza del frigo e scegliere così in base alle tue effettive necessità. A semplificarti il quadro sull’etichetta potrai trovare anche alcuni dati che potrai utilizzare per stimare il consumo frigorifero medio. Facendo una stima dei consumi medi dei frigoriferi delle varie classi ti troverai a pagare un costo medio di 24,90 euro (costo medio a 0,15 euro per kWh) per un consumo medio annuo di 166 kWh con un elettrodomestico di classe A+++. Per un frigorifero di classe D con un consumo medio da 563 e 625 kWh ti troverai invece a pagare un costo medio tra gli 84,45 e i 93,75 euro all’anno. La differenza è quindi evidente e ti converrà sempre e comunque acquistare un frigorifero con classe energetica elevata.

Consumo frigorifero: gli altri fattori che devi considerare

Capire quanto consuma un frigorifero non è quindi impossibile se sai quali sono gli elementi a cui fare attenzione. Abbiamo già visto l’importanza della classe energetica e come il consumo annuo frigorifero classe a sia molto inferiore a quello di classe D o G. Se vuoi massimizzare le possibilità di risparmio per acquistare un frigorifero che consuma meno dovrai però anche considerare le dimensioni. Chiaramente un frigorifero di grandi dimensioni avrà un consumo medio decisamente più alto rispetto a un frigo piccolo. Considera anche che un frigorifero che ha delle capacità di raffreddamento elevate avrà anche dei consumi decisamente inferiori a un frigorifero che non dispone di questa funzionalità. Ti conviene quindi scegliere i frigoriferi che hanno una maggiore capacità di raffreddamento così da ridurre i costi in modo sensibile. Prendi anche in considerazione la stabilità della temperatura, ovvero la capacità dell’elettrodomestico di mantenere la temperatura costante al suo interno contrastando così possibili variazioni climatiche o ambientali.

In conclusione se ti chiedi quanto consuma un frigorifero e vuoi provare a risparmiare dovrai optare per elettrodomestici di classe A+++ delle dimensioni adatte e con elevata capacità di raffreddamento e stabilità della temperatura. Sempre in etichetta ti consigliamo anche di valutare la rumorosità riportata in decibel e la presenza di termostati separati così da poter regolare separatamente la temperatura del frigo e del freezer. Attento anche a optare per frigoriferi con funzionalità no frost così da evitare la formazione di brina e mantenere la temperatura uniforme. Altra funzionalità che potrebbe interessarti nell’ottica di contenere il consumo frigorifero è quella dell’acceleratore di freddo. Questa funzione ti consente di aumentare il freddo mantenendo nel contempo la temperatura interna costante quando si introducono alimenti. Insomma, prenditi il tuo tempo per valutare di che frigorifero hai bisogno così da scegliere la giusta capienza e orientarti verso i modelli ideali per te. Il consiglio è quello di non ricercare il risparmio a tutti i costi sul prezzo d’acquisto perché così facendo rischierai di pagare cifre ben maggiori per i consumi in bolletta.

Arianna Bessone

Arianna Bessone