Consumo stufa a pellet: si risparmia davvero?

Consumo stufa a pellet: si risparmia davvero?

In molti si interrogano ogni giorno se le stufe a pellet siano davvero funzionali e vantaggiose, quali sono i servizi ai quali consentono di accedere, e qual è il consumo stufa a pellet che si può considerare, in modo da potersi fare un’idea il più possibile veritiera su tutto quello che c’è da sapere in merito a tali stufe, le quali rappresentano sicuramente una valida alternativa ai termosifoni e alle stufe tradizionali. La stufa a pellet, dal momento in cui ha fatto il suo ingresso sul mercato, ha portato con sé una autentica rivoluzione, ed è diventata in breve tempo una delle soluzioni più impiegate in Italia per il riscaldamento si casa o per la produzione di acqua calda è la stufa a pellet. Efficiente, economica e spesso anche ma della propria abitazione, sia per il riscaldamento anche dell’’acqua calda. Dal momento che è molto carina anche esteticamente, la stufa a pellet ha iniziato a venire sempre più richiesta, sia per le sue qualità, come il basso consumo stufa a pellet rispetto alle altre tipologie di riscaldamento, sia perché è esteticamente anche molto gradevole e quindi si armonizza anche molto bene con il design della casa. Sapere quanto consuma una stufa a pellet è certamente molto importante, ma bisogna anche pensare all’inquinamento e, rispetto alla classica stufa a legna, on la stufa a pellet si risparmia davvero anche in termini di fuoriuscita di gas nocivi, dal momento che le fonti utilizzate per la combustione sono naturali, quindi oltre a risparmiare si farò anche del bene all’ambiente se si sceglierà di usare le moderne stufe a pellet. E’ inoltre importante anche specificare come l’’acquisto delle moderne stufe a pellet porti con sé anche di incentivi e detrazioni fiscali, con Conto Termico 2.0 ed Ecobonus 2021, confermati per tutto la possibilità di accedere a interessanti bonus e incentivi, i quali erano già presenti nel 2020 e che sono stati prorogati per il 2021, come l’ecobonus 110 che consente di acquistare stufe a pellet, dotarsi di impianti fotovoltaici, pensare a soluzioni per migliorare l’efficienza energetica sia della propria casa sia dello stabile, usufruendo di validi e interessanti incentivi statali. E’ importante sottolineare come il pellet sta riscontrando un aumento dei prezzi piuttosto costante, quindi l’acquisto del pellet è un po’ meno conveniente ora rispetto al passato, ma usando la stufa a pellet come risparmiare è molto semplice, dal momento che si sprecherà pochissima materia combustibile e il calore che tale stufa sprigionerà nella stanza dove è situata e nelle stanze adiacenti sarà elevato, portando coì alla non necessità di accendere i tradizionali termosifoni. Le caldaie a pellet rappresentano infatti una valida alternativa alle altre tipologie di sistemi per il riscaldamento della propria abitazione oppure per quanto riguarda la produzione di acqua calda da utilizzare in casa, cosa che i tradizionali termosifoni non consentono di fare, e inoltre godendo degli incentivi e delle detrazioni fiscali messi a disposizione dallo Stato si potrà acquistare la stufa a pellet che si desidera a un prezzo molto più conveniente rispetto al passato. Se ti stai infine domandando come è strutturata la stufa a pellet per poter funzionare così bene, sappi che essa dotata di una speciale centralina elettronica che si occupa del funzionamento generale, sia relativamente alla combustione del pellet sia per quanto concerne la generazione del calore, e anche tutta la questione legata alla sicurezza non sussisterà più, dal momento che la stufa a pellet è molto più sicura (anche per i bambini piccoli) rispetto alla tradizionale stufa a legna. Il termostato che si trova integrato nella stufa consente la regolazione di tutti i parametri, in modo da poter rendere la propria stufa perfetta per quelle che sono le proprie esigenze e i propri bisogni, sia relativi al calore sia alla spesa.

Cosa sapere in merito al consumo stufa a pellet?

Nonostante sa importante sapere quanto consuma una stufa a pellet, è fondamentale anche conoscere le incredibili caratteristiche di questa tipologia di stufa, come la possibilità di impostare i valori di calore, accensione e riscaldamento in modo completamente personalizzabile e autonomo, pertanto l'intervento umano è ridotto al minimo e, inoltre, in alcuni modelli è presente anche un'interfaccia che consente l’accensione della stufa a distanza con una telefonata che si può fare dal proprio cellulare. Con le stufe a pellet si risparmia davvero, e se si vuole avere un’idea del consumo stufa a pellet, questo è pari a circa 0,25 kg/ora, per ciascun kW di potenza, pertanto se ad esempio usassimo una stufa a pellet da 10 kW, il consumo stufa a pellet potrà essere stimato circa 2,5 kg/ora.

In pratica, le stufe a pellet presentano un funzionamento molto simile alle tradizionali stufe a legna, ma presentano anche talune caratteristiche molto interessanti che le portano ad essere particolarmente più vantaggiose rispetto a queste ultime, e capire nel concreto con la stufa a pellet come risparmiare rappresenta un punto assolutamente da smarcare quando avrete la stufa a casa. In alternativa, ovviamente, potrete anche rivolgervi ai tecnici e ai commessi che si occuperanno di aiutarvi nella scelta della stufa a pellet più congeniale per voi.

Arianna Bessone

Arianna Bessone