Copertura ftth e fttc: che cosa indica e perché è importante

Copertura ftth e fttc: che cosa indica e perché è importante

Se parliamo di connessioni internet allora avrai sicuramente già sentito nominare termini come verifica copertura FTTH e copertura FTTC. Si tratta di sigle che ti permettono di saperne qualcosa in più sulla qualità e sulla prestazione della connessione sulla base della composizione dei cavi di rete. Al fine di comprendere la differenza esistente tra FTTH e FTTC bisogna comprendere prima come le infrastrutture di rete impattano sul modo di fruire internet. Cominciamo con il dirti che l’accesso al web è possibile unicamente grazie alla rete di cavi che collega tutto il mondo. Le diverse centrali di trasmissione degli operatori telefonici non sono collegate direttamente con le case degli utenti ma a una serie di cabine di smistamento da cui i cavi raggiungono poi anche casa tua.

Cosa ha cambiato l’avvento della fibra ottica

Il mondo della fruizione di internet è stato modificato profondamente dall’arrivo della tecnologia della fibra ottica. Fino a poco tempo fa la rete era infatti composta al cento per cento da cavi in rame ma le prestazioni cambiavano a seconda di diversi fattori come ad esempio le condizioni meteorologiche e la distanza geografica. Questo significa che se una casa si trovava a grande distanza dalla centrale allora il segnale internet perdeva inevitabilmente di potenza. Tutto è cambiato proprio con l’avvento della banda ultra larga dal momento che gran parte di questa rete è stata cablata in fibra ottica. Chiaramente la fibra ottica non ha una copertura capillare in tutto il territorio nazionale, questo significa che dovrai fare le tue verifiche per comprendere la connessione disponibile nella tua zona di residenza. L’acronimo FTTC comunque sta per “Fiber to the Cabinet” mentre FTTH sta per “Fiber to the Home”. La verifica copertura FTTH ti permetterà di comprendere in tempo reale se nella tua zona è possibile godere di una connessione fibra ottica che arriva direttamente in casa tua, e quindi con le prestazioni migliori.

Che cos’è la fibra FTTC e come verificare la copertura FTTC

La connessione FTTC prevede che il cavo che collega la centrale al cabinato sia in fibra ottica a differenza del tratto che collega il cabinato alla casa che è in rame. In sostanza quindi con la fibra FTTC la seconda parte del collegamento subisce una maggiore influenza delle dispersioni e può anche essere influenzata da fattori esterni come le condizioni atmosferiche avverse e gli sbalzi di temperatura. In sostanza quindi dovresti guardare alla tecnologia FTTC come a una sorta di compromesso che consente di portare la fibra ottica fino al cabinato e di sfruttare poi la vecchia struttura in rame. Con la connessione FTTC è sicuramente possibile abbattere i costi ma si dovrà anche fare i conti con una limitazione del segnale causata dalla presenza dei cavi in rame nell’ultimo tratto che collega il cabinato alla tua casa. La connessione FTTC viene anche influenzata direttamente dalla distanza esistente tra la cabina di zona e casa tua. Ovviamente tanto più sarà la distanza coperta dal tratto in rame, quanto più alta sarà anche la dispersione del segnale. Meglio quindi, ove possibile, verificare la copertura FTTH che garantirà velocità e prestazioni decisamente maggiori. Facendo una verifica della copertura FTTC si potrà capire subito se questa connessione è disponibile nella tua zona di residenza.

Fibra FTTH copertura e altre info utili

Abbiamo già detto come controllare la fibra FTTH copertura sia importantissimo per vedere se puoi godere di questa tipologia di connessione. Dopo aver fatto la verifica copertura FTTH potrai quindi godere dei vantaggi di una connessione a banda larga il cui collegamento tra centrale di trasmissione e modem domestico avviene tramite fibra ottica al 100%. Oltre a FTTH e FTTC esiste comunque anche una terza soluzione chiamata FTTB (Fiber to the Building). Si tratta di una tipologia di connessione che garantisce il collegamento in fibra ottica tra centrale di trasmissione e centralina condominiale. Dalla centralina del condominio partono poi i collegamenti in rame che raggiungono le case dei singoli utenti. Se esiste la copertura di tipo FTTH è comunque sicuramente la scelta migliore in quanto trattasi della tipologia di connessione più stabile e che garantisce le migliori prestazioni al minor impatto ambientale. Non solo, grazie alla composizione dei cavi si ha una perdita minima di banda lungo il tragitto dalla centrale alla singola casa. Questo significa che si potrà godere sulla massima velocità di trasmissione possibile indipendentemente dal traffico di rete. Verificare la FTTH copertura è quindi la prima cosa fa fare anche perché questa connessione permette di raggiungere 1 Gbps di velocità con una connessione stabile. Con la connessione FTTH potrai navigare su internet a piacimento e anche giocare online senza alcun problema di latenza. Anche guardare film in streaming diventerà una normale routine e non si correrà il rischio di subire rallentamenti improvvisi come accadeva con l’Adsl. Anche se ci sono ancora molte zone dove la FTTH non arriva, nel corso degli anni la copertura fibra migliora sempre di più.

Arianna Bessone

Arianna Bessone