Quando costa l’energia elettrica per la seconda casa?

Quando costa l’energia elettrica per la seconda casa?

Che bello avere una seconda casa al mare, in montagna, in campagna o al lago. Si può andare per trascorrervi le vacanze e godere della pace e della tranquillità del logo, lontano dallo smog e dal traffico.

Ma, viene automatico pensarlo: quando costa una seconda casa? Oltre alle spese per l’acquisto e il mantenimento, qual è il costo dell’energia elettrica per la seconda casa?

I servizi di rete sono una quota che incide molto sulla seconda casa, in termini di consumo di energia elettrica, in quanto rappresentano una spesa cospicua che si rileva in bolletta. Da gennaio 2017 è entrata in vigore una riforma importante e interessante che ha rivoluzionato in termini economici la spesa per l’energia elettrica per coloro che hanno una seconda casa.

I principali cambiamenti introdotti per quanto concerne il costo dell’energia elettrica per la seconda casa applicato in bolletta sono: l’eliminazione della progressività, una tariffa TD relativa ai servizi di rete completamente nuova e un importante intervento sulla voce relativa agli oneri di sistema.

Per quanto riguarda la tariffa TD questa è adesso unica per tutti gli utenti senza più distinzioni tra residenti e non residenti e va così a sostituire le tariffe D2 e D3 per i servizi di rete e, la variazione in termini di spesa, porta a un abbassamento in bolletta anche qualora si avessero elevati consumi (quindi non saranno più penalizzate le famiglie numerose con alti consumi di energia).

A partire dall’introduzione della tariffa TD unica, la spesa annua rimane invariata per i consumi di energia elettrica pari a circa 1000 kWh all’anno, mentre per consumi sui 3500 kWh all’anno si abbasserà consentendo un risparmio interessante, intorno ai 90-100 € annui.

Il discorso inerente gli oneri di sistema merita una parentesi a parte: essi vengono definiti dall’autorità competente e sono i medesimi per tutti i gestori. Per i clienti residenti gli oneri di sistema vengono applicati in base ai consumi e calcolati in quota energia, mentre per quanto riguarda i clienti non residenti gli oneri di sistema vengono calcolati in quota energia e in quota fissa (quest’ultima, per i clienti domestici non residenti, ammonta a 135 €).

Arianna Bessone

Arianna Bessone