Costo medio bolletta gas: quanto si spende in inverno?

Costo medio bolletta gas: quanto si spende in inverno?

Se ti stai chiedendo qual è il costo medio bolletta gas nel regime di Maggiore tutela o nel Mercato libero, devi sapere che in questi due casi il prezzo può variare e anche abbastanza. Nel regime di Maggiore tutela, infatti, a cadenza trimestrale ARERA stabilisce qual è il costo medio bolletta gas, il quale comprende tutte le tasse e imposte relativamente al trimestre in corso, ci possono essere dei fattori che possono incidere sul prezzo finale, come i consumi e anche la zona geografica di residenza. Il costo medio bolletta gas è, in parole semplici, o il costo del gas per Smc che viene consumato all’interno della casa, e comprende tutte le voci di spesa applicate a coloro che sono attualmente sotto il regime di maggiore tutela. E’ importante non confondere il costo medio bolletta gas famiglia o singoli dal costo medio unitario del gas, ed è inoltre utile sapere che il costo medio della bolletta gas può dipendere dalla quantità del gas che viene consumato, il quale include sia dei costi fissi sia dei costi variabili.

I costi fissi vanno a incidere maggiormente sulle utenze che presentano un basso consumo, e quindi il costo per il consumo di Smc diventa più elevato, ed è anche importante sapere che le componenti che vengono fatturate in proporzione al gas che è stato erogato presentano un costo che può variare a seconda di determinati scaglioni di consumo. Il costo medio bolletta gas inverno o estate non cambierà a second delle stagioni, ma potrà variare sulla base, come abbiamo anticipato, di quanto si consuma e della propria area geografica di residenza. Il costo medio della bolletta gas sarà infatti sempre più basso per i primi 120 Smc che vengono consumati, per poi alzarsi quando si raggiunge la fascia di consumo compresa tra i 121 e 480 Smc, mentre qualora si contemplassero consumi superiori a tale soglia il costo si abbasserà leggermente. E’ importante tuttavia sapere che tale variazione di prezzo non viene dettata da differenze per quanto riguarda il costo del gas naturale, in quale è uguale in tutte le regioni, bensì da i differenti costo per quanto riguarda lo stoccaggio e il trasporto del metano, ed è per tale motivo infatti che al sud Italia e nelle isole magari si potrà riscontrare un costo più elevato rispetto al nord o centro Italia. Qualora fosse interessato ad approfondire l’argomento in merito ai cambiamenti di prezzo a seconda della specifica area geografica e sulla base dei diversi scaglioni di consumo, occorrerà ricercare sulla bolletta le voci relative alla Spesa per la materia prima gas e la Spesa per oneri di sistema. Capire in anticipo qual è il proprio profilo di consumo tenendo conto sia dei volumi di consumo complessivo annuo sia dell’area geografica ove si richiederà di attivare la fornitura è molto importante in modo da non arrivare impreparati quando arriverà la prima bolletta. Infine concludiamo ricordando che il discorso relativo al costo medio bolletta gas nel mercato di Maggiore tutela varierà anche sulla base del costo del gas metano per standard metro cubo, il quale viene stabilito da ARERA a cadenza trimestrale.

Il costo medio bolletta gas famiglia d cosa può dipendere?

La spesa relativa alla bolletta del gas naturale va divisa in tre parti, in modo da poter avere ben chiare le differenze e analizzare ogni singolo aspetto e segmento. Le tre parti sono i servizi di vendita, i servizi di rete e infine le imposte, all’interno delle quali rientrano sia le accise sia l’iva. E’ importante inoltre sapere che la componente della materia prima gas viene ulteriormente divisa sulla base di quella che è la quota fissa, la quale va saldata anche nel caso in cui non si consumasse nulla, e la quota energia che invece varia sulla base del consumo che si fa del gas. La materia prima gas e gli oneri di commercializzazione rientrano nei servizi di vendita, mentre nei servizi di rete bisogna contemplare le spese per il trasporto, lo stoccaggio e la distribuzione del gas, infine alla voce imposte vengono incluse le accise, le addizionali regionali e l'Iva. I singoli gestori hanno libertà solo per quanto riguarda i servizi di vendita, i quali includono la spesa per la materia prima gas e la commercializzazione, e variano a seconda che si sia in regime di Maggior tutela o di Mercato libero, mentre i servizi di rete e le tasse sono le stesse per tutti i gestori e vengono stabiliti dall’Autorità e dallo Stato. Quindi, se si vuole risparmiare, dopo aver fatto una analisi in merito al costo medio bolletta gas è opportuno valutare le soluzioni e le tariffe che presentano, per quanto riguarda il Mercato libero, prezzi bassi relativamente alla spesa della materia prima gas, in quanto è l’unica voce sulla quale i singoli gestori possono intervenire, e se si sottoscrive un contratto con un prezzo per la materia prima gas vantaggioso anche il totale da saldare presente sulla bolletta finale sarà più contenuta.

Per qualunque altra curiosità o richiesta di informazioni in merito al costo medio bolletta gas inverno, estate o nelle altre stagioni, alle varie voci che si leggono sulla bolletta qualora si volessero avere dei chiarimenti e altro ancora, non esitare a contattare il servizio clienti del tuo gestore, al fien di riuscire a ottenere risposte specifiche alle tue domande.

Arianna Bessone

Arianna Bessone