Defangatore magnetico, che cos'è e a cosa serve

Defangatore magnetico, che cos'è e a cosa serve

Quando si parla di cura della caldaia si va sempre a toccare un argomento che alcuni possono considerare “spinoso”, in quanto ci sono molte scuole di pensiero, da chi pensa che sia un’attività superflua e quindi sulla quale non si deve intervenire particolarmente, a chi invece è dell’opinione che vada effettuato un controllo periodico approfondito al fine di verificare il corretto funzionamento dell'impianto e assicurarsi che non ci siano problematiche che possono portare a problemi di diversa entità. Forse non avete mai sentito parlare del defangatore magnetico, e in effetti è uno strumento che pochi (al di fuori degli addetti alle operazioni di manutenzione e pulizia) conoscono, ma si tratta di una soluzione veramente molto efficace, pratica e soprattutto sicura che consente di risolvere efficacemente i problemi legati al riscaldamento della propria abitazione che possono derivare dall’usura, dalla corrosione e dalla ruggine, elementi che possono intaccare il corretto funzionamento della caldaia e portare a problemi anche di grande entità se trascurati. Quando si parla di defangatore caldaia si deve pensare innanzitutto a quelli che sono nemici più temibili per le caldaie, ovvero le particelle di sporco e impurità che possono annidarsi e accumularsi, compromettendo il corretto funzionamento dell’intero impianto. Il defangatore magnetico a cosa serve, vi starete chiedendo? La risposta è molto semplice: il defangatore magnetico, o defangatore caldaia, con la sua azione preserva le parti e le componenti maggiormente delicate dell’intero sistema di riscaldamento (qualche esempio? La pompa di circolazione e lo scambiatore di calore, che sono due delle componenti che necessitano di maggiore cura e attenzione in quanto rischiano di incorrere in danneggiamento a causa dell’usura e dell’accumularsi delle particelle poche possono corroderle danneggiando il loro corretto funzionamento).

Defangatore caldaia a cosa serve e come funziona

Lo scopo del defantagore magnetico è di catturare, intrappolare e trattenere le impurità che si possono presentare all’interno della caldaia, che possono essere presenti a causa della corrosione e della incrostazione dopo anno di utilizzo (e poca manutenzione). Grazie alla sua elevata capacità filtrante, il defangatore caldaia con la sua potenza magnetica, cattura tali particelle nocive e le trattiene, evitando che si dispendano e rischino di circolare all’interno dell’impianto di riscaldamento. In tal modo le varie componenti della caldaia, soprattutto quelle maggiormente delicate, saranno protette e al riparo dalle incrostazioni e dall’attacco di tali particelle che potrebbero rischiare di compromettere la loro corretta funzionalità. Il magnete presente all’interno del defangatore ha il compito di raccogliere e immagazzinare i vari tipi di residui calcarei e non solo, anche di tipo ferroso, e il suo speciale rivestimento interno (ovvero una speciale guaina che può essere estratta e quindi pulita a parte) consente non solo un isolamento completo ma anche una elevata sicurezza, evitando che i batteri, i germi e le particelle che si sono accumulate rischino di fuoriuscire all’esterno. Se si osserva da vicino il defangatore magnetico è possibile anche visionare uno speciale tappo porta-magnete, il quale può essere anch’esso facilmente smontato e pulito, con la possibilità di avvitarlo e svitarlo molto comodamente con una semplice chiave da 28-29 millimetri. Insieme a tale tappo porta-magnete possiamo trovare una speciale cartuccia di acciaio il suo scopo è quell0o di impedire il flusso delle particelle negative all’interno dei vari circuiti della caldaia, oltre alla speciale rete filtrante che consente il deposito sul fondo delle particelle di sporco con maggiore pesantezza, evitando in contemporanea la resistenza al transito del fluido (il quale ha una azione molto importante, dal momento che assicura una completa rimozione di ogni tipo di impurità che possono compromettere il corretto funzionamento della caldaia e, di conseguenza, dell’intero impianto di riscaldamento).

Abbiamo capito il defangatore magnetico a cosa serve, ma dobbiamo concentrarci anche sull’importanza del filtro, il quale rappresenta una soluzione molto valida ed efficace per proteggere le caldaie che sono apposte in speciali nicchie o sui pensili, in quanto tali soluzioni spesso sono pensate per risparmiare spazio e potrebbero esserci dei problemi relativi alla loro pulizia, ma con gli speciali defangatori di ultima generazione di dimensioni compatte è possibile arrivare ovunque, con una pulizia ottimale anche di tali componenti, con la presenza inoltre di un tappo di scarico che consente un deflusso ottimale del fluido prima di eseguire la pulizia. L’’installazione versatile del defangatore magnetico consente di adattarsi a ogni utilizzo e a tutti gli ambienti, con la possibilità di montare il tappo porta-magnete sia frontalmente sia orientato verso il basso, a seconda di dove è montata la caldaia e di come è più semplice accedere alla pulizia, così come è possibile orientare il raccordo girevole in modo da adattare la configurazione della caldaia e l’accesso alla sua pulizia in base alle proprie esigenze e necessità (questo grazie alla filettatura G 3/4 con la quale sono realizzati gli attacchi sul corpo del filtro).

Abbiamo capito il defangatore magnetico a cosa serve, come utilizzarlo in modo funzionale e come pulirlo, adesso non ci resta che acquistarlo e adoperarlo, per assicurare una completa pulizia alla nostra caldaia!

Arianna Bessone

Arianna Bessone