Disdetta ACEA: a quali canali occorre inoltrare i moduli?

Disdetta ACEA: a quali canali occorre inoltrare i moduli?

Se sei un cliente Acea sicuramente avrai scelto questa compagnia in quanto la ritieni seria e affidabile, e le tariffe che propone relativamente alla luce e al gas sono convenienti: magari complice una buona promozione hai scelto di aderire a una delle offerte di Acea e sei diventato cliente, ma adesso che è passato un po’ di tempo magari non ti trovi più bene come all’inizio, oppure hai visto delle offerte allettanti in giro e quindi vorresti fare la disdetta Acea per passare a un altro provider. Devi sapere innanzitutto che puoi farlo senza problemi, dal momento che con il Mercato Libero chiunque può decidere di sottoscrivere un contratto di fornitura con un provider e restare il tempo necessario finché si trova bene e può approfittare di sconti e prezzi interessanti, dopodiché se desidera può decidere di lasciare tale gestore a favore di un altro, che magari offre prezzi più competitivi oppure che consente di accedere a numerosi servizi molto interessanti e vantaggiosi che rispondono a quanto si sta cercando, e in tal senso poter contare su un provider nuovo che magari risponde meglio alle proprie esigenze è molto importante. Richiedere con Acea disdetta contratto non è difficile, in quanto basterà effettuare alcuni semplici passaggi e tutto verrà fatto in modo semplice e senza problemi, sempre che non si decida nel caso di rivolgersi a un comparatore di tariffe: in tal caso saranno gli operatori che lavorano presso tale comparatore a occuparsi di tutte le pratiche burocratiche, in modo che la procedura di cambio gestore possa andare avanti, occupandosi anche della disdetta Acea online mandando la comunicazione ad Acea della tua volontà di procedere con la disdetta Ace per la fornitura di luce e gas, e tu non ti dovrai più preoccupare di nulla. Queste operazioni, di compilazione e invio ad Acea moduli disdetta, di disdetta Acea o di un altro provider, sono operazioni all’ordine del giorno: in ogni istante, infatti, molte persone decidono di abbandonare il proprio fornitore di luce e gas a favore di un altro, in quanto magari non si trovano più bene come all’inizio, oppure si sono alzati i prezzi in modo immotivato, oppure semplicemente perché si è vista una offerta più conveniente per riuscire a risparmiare sulla fornitura e quindi si decide di richiedere un cambio gestore. Fare la disdetta Acea è un a procedura molto semplice, quindi anche se non vi siete mai occupati dell’invio della disdetta al vostro provider non avete di che preoccuparvi, e se volete cambiare gestore per la luce e il gas approfittando di prezzi molto vantaggiosi non esitate a contattare i comparatori di tariffe, i quali consentono di conoscere tutte le offerte più convenienti del momento e, se sceglierete di aderire a una di queste, saranno gli operatori a occuparsi dell’invio a Acea modulo disdetta, o ad altro provider qualora foste clienti Eni, Enel, Iren, Illumia o di un altro provider.

Come si può chiedere la disdetta Acea?

E’ importante sapere che solo chi ha sottoscritto un contratto di fornitura con Acea al di fuori dai punti vendita, quindi online, tramite comparatore o in altra modalità che esclude il contatto con un operatore presso un punto vendita, può applicare il diritto di recesso anticipato entro 14 giorni dal momento della stipula dello stesso: in tal periodo, infatti, se hai sottoscritto un contratto a distanza potrai richiedere di esercitare il diritto di ripensamento e stoppare i rapporti con Acea senza che vi sia alcuna applicazione di pensali, e senza che tu sia tenuto a spiegare perché decidi di interrompere i rapporti. Per esercitare tale diritto di ripensamento quello che devi fare è metterti in contatto con il Servizio Commerciale di Acea per poterti fare dare i corretti recapiti del fax o l’indirizzo a cui mandare la lettera con raccomandata a/r per l’invio della comunicazione. Per fare sì che il rapporto con Acea si interrompa definitivamente ma ormai sono trascorsi i 14 giorni, la procedura cambia un po’, in quanto ormai non si può più far valere il diritto di ripensamento, e quindi a questo punto bisogna avviare la procedura di disdetta Acea del contratto di fornitura. Per avviare la pratica di recesso devi sapere che devi muoverti almeno con 1 mese di anticipo, rispetto a quando vuoi che la fornitura passi a un altro gestore, qualora tu fossi un cliente domestico, mentre i mesi sono 3 qualora non fossi un cliente domestico e avessi una alimentazione in bassa tensione. non domestico alimentato in bassa tensione. La procedura per richiedere con Acea disdetta contratto è semplice: bisogna mandare una lettera con raccomandata a/r all’indirizzo Acea Energia S.p.A. – Mercato Libero – Customer Care - P.le Ostiense, 2 00154 Roma, e nella lettera va allegato per Acea modulo disdetta che deve essere compilato e firmato. In alternativa puoi la disdetta Acea online recandoti nella tua Area riservata e inviandola richiesta, allegando la copia del tuo documento di identità, o della persona alla quale è intestato il contratto di fornitura, il codice fiscale, l’indirizzo di fornitura e l’indirizzo al quale inviare la bolletta finale, e il numero di utenza.

Arianna Bessone

Arianna Bessone