La procedura per la disdetta Acea per decesso intestatario

La procedura per la disdetta Acea per decesso intestatario

Acea è una società che sta acquisendo sempre maggiore rilevanza nel panorama nazionale in qualità di azienda specializzata nella vendita di energia elettrica e gas sia ai clienti domestici sia a coloro che hanno un’impresa e che quindi sono interessati a sottoscrivere un contratto di fornitura business. Ciò che Acea offre ai propri clienti è una ricca offerta di tariffe pensate appositamente per rispondere alle esigenze delle varie tipologie di clienti, sia di coloro che sono alla ricerca di soluzioni vantaggiose a livello di potenza sia relativamente al consumo e alla spesa mensile, dal momento che sono anche convenienti.

Se ci sono molte persone che ogni giorno si interessano per sottoscrivere una fornitura con Acea, ve ne sono altre che invece decidono di cambiare fornitore oppure che vogliono chiudere la fornitura che hanno attiva con Acea in quanto si trasferiscono. C’è poi una categoria di utenti a parte, costituita da coloro che purtroppo devono chiedere la disdetta Acea per decesso intestatario, dal momento che la persona che viveva nella casa ove era attiva la fornitura con Acea è venuta a mancare.

Cosa fare, nel caso di volesse chiedere la disdetta Acea per decesso intestatario?

Sia nel caso in cui si volesse presentare la richiesta di disdetta Acea luce per decesso intestatario o per il gas, o per entrambe le utenze, occorrerà seguire una apposita procedura, la quale si differenzierà leggermente dalla classica operazione di richiesta di disdetta per cambio gestore o per chiusura della fornitura. Il modulo disdetta Acea Energia per decesso intestatario sarà infatti strutturato a sé e dovrà essere utilizzato da un erede legittimo o da un avente causa al fine di poter chiedere che avvenga la disattivazione della fornitura a seguito del decesso della persona alla quale era intestato il contratto.

Occorrerà inoltre chiedere anche la disdetta Acea gas per decesso intestatario nel caso in cui fosse attiva anche la fornitura del gas, e anche in tal caso la richiesta deve essere presentata dagli eredi o dal tutore della persona venuta a mancare. Il modulo disdetta Acea energia per decesso intestatario va inviato a Acea via mail, via fax o utilizzando l’apposito form presente sul sito di Acea, accedendovi mediante l’area riservata con la username e password rilasciate al momento della registrazione sul portale. La disattivazione della fornitura, a seguito della richiesta di disdetta Acea gas per decesso intestatario, o per la luce, chiederà un pagamento che potrà variare sulla base di quanto stabilirà il distributore di zona.

Cosa bisogna fare, prima di presentare la disdetta Acea per decesso intestatario?

Prima di procedere a compilare l’apposita modulistica per chiedere la disdetta del contratto a causa del decesso della persona intestataria del contratto di fornitura della luce e/o del gas, occorrerà reperire alcuni dati. Tra i principali, e che sicuramente verranno richiesti, troviamo i dati personali della persona intestataria del contratto, incluso il codice fiscale, il codice cliente della fornitura che si potrà reperire in alto sulla bolletta, il Pdr per il gas e il Pod per la luce, i dati di autolettura del contatore e l’indirizzo di recapito della bolletta di conguaglio finale, oltre all’indicazione del giorno nel quale si desidera che venga disattivata la fornitura. E’ inoltre importante allegare alla apposita modulistica, quando si presenta la richiesta della disdetta, anche il certificato di morte dell’intestatario della fornitura e una copia della carta d’identità della persona che presenta la richiesta della disdetta.

Come reperire la modulistica per presentare la richiesta di disdetta Acea per decesso intestatario?

Sia che si debba richiedere la disdetta Acea luce per decesso intestatario o per il gas, basterà recarsi sul sito di Acea al fine di reperire il modulo e i documenti necessari che andranno scaricati, compilati e inviati al fine di richiedere la cessazione del servizio. Bisogna sapere che per la cessazione effettiva dell’utenza nel caso di utenti domestici si dovrà attendere fino a un massimo di 30 giorni, mentre per le utenze non domestiche fino a 90 giorni. Tale modulistica potrà essere inviata mediante l’area riservata di Acea accedendo al sito o dall’app, oppure presentandosi agli sportelli di Acea negli orari di apertura. Inoltre si potrà inviare la modulistica anche spedendola mediante raccomandata a/r a Acea Energia S.p.A - Servizio Mercato Libero - Piazzale Ostiense, 2 - 00154 Roma, o a Acea Energia S.p.A - Servizio di Maggior Tutela - Casella Postale n. 5126 00154 Roma. 

Come abbiamo anticipato, l’erede o il tutore della persona venuta a mancare alla quale era intestato il contratto di fornitura ha la possibilità di chiederne la disdetta del contratto di fornitura Acea in varie modalità. Importante è che, qualunque modalità scelga di adottare, invii comunque una comunicazione scritta a Acea comunicando che intende disdire il contratto a seguito del decesso dell’intestatario, specificando quale utenza intende disdire. Infine dovrà allegare alla richiesta una copia del proprio documento d’identità oltre a una copia del certificato di morte dell’intestatario che è venuto a mancare.

E’ infine molto importante specificare, quando si invia la richiesta di disdetta Acea per decesso intestatario, indicare anche a Acea l’indirizzo al quale si vuole ricevere la bolletta di chiusura dell’utenza, in modo di poter concludere tutti i pagamenti in sospeso.

Arianna Bessone

Arianna Bessone