Disdetta Iren: la procedura passo dopo passo

Disdetta Iren: la procedura passo dopo passo

Essere cliente Iren consente di accedere a molti vantaggi e, se desideri diventarlo, hai la possibilità di accedere a numerose soluzioni, come contattando tu stesso il Servizio clienti o richiedendo di essere richiamato, o ancora decidendo di sottoscrivere in autonomia il contratto online o decidendo di recarti presso gli sportelli. Le medesime operazioni possono essere svolte anche qualora decidessi di richiedere la disdetta Iren, ovvero sia nel caso in cui stessi per trasferirti in un nuovo appartamento oppure decidessi di cambiare fornitore, dovrai chiedere che venga disattivato il tuo contratto di fornitura.

Nel primo caso, cioè se dovessi chiedere la chiusura delle forniture, dovrai quindi mandare a Iren il modulo di disdetta del contratto, mentre nel caso in cui volessi cambiare gestore non sarai tenuto a inviare alcun modulo, dal momento che sarà il nuovo fornitore che hai scelto a occuparsi di comunicare a Iren la disdetta del contratto di fornitura

 Come chiedere e comunicare la disdetta Iren?

L'Assistenza clienti di Iren offre, tra i suoi servizi, anche l’opportunità per i clienti che vogliono chiedere la disdetta Iren di comunicarla mediante quello che è per Iren numero verde disdetta 800969696, il quale è attivo nei giorni feriali dalle 8 alle 18 e il sabato dalle ore 8 alle ore 13. Ci sono altre modalità, come la possibilità di inviare la disdetta Iren online o mediante la posta ordinaria. In quest’ultimo caso occorrerà inviare una raccomandata A/R all'indirizzo Via Ss. Giacomo e Filippo 7 - 16122 Genova, mentre per inviare la disdetta Iren online l’indirizzo mail è clienti.to@irenmercato.it e l’indirizzo Pec è irenspa@pec.gruppoiren.it.

Quali dati bisogna avere con sè?

In qualunque modalità di scelga di inviare la disdetta contratto Iren occorrerà sempre tenere con sè alcuni dati, come il numero del contratto, il codice Pod o Pdr, il primo identificativo della luce e il secondo del gas, relativi alla lettura del contatore, e un recapito al quale farsi inviare l’ultima bolletta. Una volta che avrai inviato la disdetta, entro un tempo di 30 giorni, Iren si occuperà di disattivare il contatore della luce o del gas, e ti invierà l’ultima bolletta, la quale conterà anche gli eventuali conguagli oltre che il deposito cauzionale che ti venne richiesto nel momento in cui effettuasti la sottoscrizione e vi fu l’attivazione del contratto.

Hai poi la possibilità, qualora desiderassi, di recarti presso uno sportello per chiedere la disdetta Iren: nel caso infatti in cui preferissi un contatto fisico con un operatore al quale rivolgere le domande e chiedere aiuto per la pratica di disdetta del contratto, puoi recarti in una delle molte sedi Iren presenti sul territorio italiano. Anche in tal caso ricordati di avere con te i tuoi documenti di identità, o quelli della persona alla quale è intestato il contratto di fornitura, il codice Pod e Pdr oltre all’indirizzo di fornitura.

La disdetta contratto Iren e il diritto di ripensamento

Se la tariffa della luce o del gas viene sottoscritta a distanza, oppure in modalità online o telefonica, c’è la possibilità per il cliente di far applicare il diritto di recesso entro un tempo massimo di 14 giorni dal momento in cui è stato sottoscritto il contratto. Tale diritto può essere esercitato spedendo una raccomandata a/r al Servizio Clienti, oppure un fax al numero 011 0703553 o recandoti presso uno degli sportelli di Iren e presentando il modulo di ripensamento compilato e firmato.

Dopo che sono passati i 14 giorni si parla invece di disdetta Iren, la quale è soggetta ai tempi e alle modalità stabilite dall’Autorità per l’Energia, il Gas e il Sistema Idrico, e il consiglio è di consultare il proprio contratto, in modo da sapere esattamente tutte le informazioni che si desiderano.

Ho quindi varie soluzioni per chiedere la disdetta a Iren, giusto?

Sì, e come abbiamo poi visto le modalità sono diverse a seconda che si richieda la disdetta per il trasferimento in una nuova abitazione, e quindi la chiusura delle utenze, oppure nel caso in cui si decidesse di cambiare gestore. In quest’ultimo caso è il nuovo fornitore a occuparsi della disdetta e a comunicare a Iren il passaggio, mentre qualora fosse il cliente a occuparsi di eseguire le pratiche di disdetta, dovrà compilare e firmare i moduli e inviarli a Iren chiamando quello che è di Iren numero verde disdetta o usando una delle altre modalità sopra indicate.

E nel caso della voltura?

Esiste poi la possibilità di non dover chiedere la disdetta delle utenze, anche se si cambia casa, dal momento che se subentra un nuovo inquilino questo potrà chiedere la voltura della luce o del gas a suo nome, intestandosi il contratto, e in tal modo il precedente inquilino non dovrà fare nulla né pagare alcuna quota per la disdetta Iren. La voltura infatti è la speciale operazione che permette, in presenza di contatore aperto, di modificare l’intestatario del contratto, e per chiederla occorrerà effettuare una modifica contrattuale chiamando il Servizio clienti di Iren al numero verde 800085355 per comunicare direttamente con un operatore, oppure si potrà inviare un fax al numero 010 5586236. Anche per chiedere la voltura occorrerà avere quali dati la lettura del contatore, l’indirizzo al quale inviare l’ultima bolletta, una copia di un documento di identità e del codice fiscale della persona che richiederà la voltura e il modulo per la voltura compilato e firmato.

Arianna Bessone

Arianna Bessone