Dovete allacciare luce e gas ? Ecco come procedere!

Dovete allacciare luce e gas ? Ecco come procedere!

Dovete allacciare luce e gas? Ecco come procedere!

Entrare in un nuovo appartamento, che sia in affitto o di proprietà, è sempre un'emozione, ma è anche impegnativo: ci sono mille cose a cui pensare! Una delle prime è sicuramente capire come allacciare luce e gas. In effetti, senza illuminazione e senza poter usufruire subito del gas, vivere in un casa sarebbe, oggi come oggi, assolutamente impensabile.
Ma cosa bisogna fare esattamente per sbrigare queste incombenze? A chi ci si può rivolgere e quanto tempo è necessario per fare tutto? E quali sono i costi? In questo articolo vi spiegheremo come procedere per un nuovo allaccio luce e gas, fornendovi le risposte a tutte queste domande.

Voltura e subentro: in cosa consistono e quando servono

Se dovete allacciare luce e gas, sappiate che questa operazione si può effettuare fondamentalmente in tre modi diversi: attraverso la voltura, il subentro oppure la richiesta di allaccio vero e proprio.

Che differenza c'è fra queste procedure? Iniziamo a distinguere le prime due, ovvero la voltura e il subentro.

Qualora vi fosse già un contratto di fornitura luce e gas è possibile richiedere la voltura, intestando a proprio nome il nuovo contratto. In una situazione di questo genere (che è quella tipica della casa in affitto) non bisogna far altro che cambiare il nominativo dell'intestatario, in quanto la fornitura è ancora attiva.

Qualora si subentrasse in un appartamento e si desiderasse riaprire il contatore a seguito della cessazione del precedente contratto di fornitura, sarà necessario richiedere il subentro, in modo da aprire un nuovo contratto. Entrambe le procedure sono veloci e richiedono appena pochi giorni, giusto il tempo necessario per avviare e approvare le pratiche e permettere al tecnico (nel caso di subentro) di riaprire i contattori all'interno dell'abitazione.

Come vedremo meglio più avanti, l'allaccio luce e gas è la procedura necessaria per attivare luce e gas nel momento in cui non c'è mai stato prima un contratto di fornitura (è il caso quindi delle abitazioni nuove). 

Come allacciare luce e gas: a chi rivolgersi

Vediamo ora a chi rivolgersi se non sapete come allacciare luce e gas e per richiederne l'attivazione. Qualora si avesse la possibilità di recarsi direttamente presso l'ufficio apposito dell'operatore prescelto per la fornitura elettrica e del gas, ciò sarebbe sicuramente un vantaggio, in quanto si avrebbe modo di comunicare la propria decisione di allacciare luce e gas e accedere a tutte le informazioni utili in merito. Altrimenti, se dovete allacciare luce e gas vi è sempre la possibilità di contattare gli operatori telefonando ai numeri verdi e richiedere così l’attivazione dei servizi richiesti.

Una volta parlato con l’operatore, si dovrà attendere di ricevere a casa i contratti richiesti relativi alla luce e al gas, i quali andranno compilati in tutte le voci (dati identificativi personali, indirizzo della fornitura, eventuali dati catastali dell'abitazione, tipo di utilizzo – acqua, riscaldamento e/o uso cottura - per cui si richiede l'allacciamento del gas, etc.) e firmati, dopodiché occorrerà rimandarli alle società. Entro cinque giorni lavorativi dalla ricezione, il servizio relativo all'energia elettrica sarà attivato. Per quanto concerne l’attivazione del gas, a seguito dell'inoltro della richiesta occorrerà anche attendere che il tecnico giunga presso l’abitazione e proceda con le operazioni di allacciamento, dopo aver concordato con voi il giorno e l’orario più opportuno.

Come allacciare luce e gas: tempistiche

Parlando di tempistiche relative all'allacciamento, è opportuno specificare che, una volta inoltrata la richiesta al fornitore prescelto, ci vogliono in genere 2 giorni lavorativi affinché la richiesta arrivi effettivamente al distributore: il quale, a questo punto, invierà il preventivo al cliente.

Se, quindi, vi state chiedendo come allacciare luce e gas, sappiate che una volta che il cliente ha accettato il preventivo per la distribuzione del gas, la società deve provvedere ad effettuare l'allacciamento entro massimo 10 giorni lavorativi in caso di lavori semplici (ovvero qualora il contatore abbia una classe compresa fino a G25 e comunque in caso di operazioni di routine come la semplice installazione del contatore), o 60 giorni qualora i lavori da effettuare siano complessi (con classe superiore a G25) e di carattere strutturale (ad esempio, nel caso si rendesse necessario far passare dei tubi all'interno delle mura oppure sotto terra).

Come allacciare luce e gas: i costi

Affrontiamo ora una delle questioni più importanti: quanto costa l'allaccio di luce e gas? Sono in molti a chiedersi quanto costano questi servizi, quindi cerchiamo di rispondere a questa domanda nel modo più esaustivo possibile.

Partiamo dal costo per l'allacciamento alla rete elettrica. Anzitutto, il prezzo tiene conto di un fattore molto importante, ovvero la durata di utilizzo della connessione: sulla base di questo, l’allacciamento può essere temporaneo o permanente.

Per quanto riguarda la prima tipologia, ovvero l’allacciamento permanente, questo viene calcolato in base alla fornitura scelta dalla società di distribuzione sulla base di un calcolo effettuato su diverse voci, quali la Quota di distanza, la Quota di potenza e la Quota fissa.

Nel caso in cui si decida di optare per un allacciamento temporaneo (che si può richiedere per un periodo di tempo inferiore a un anno, con la possibilità di rinnovarlo, se necessario, per un altro anno ancora), il costo tiene conto della spesa relativa o, in alternativa, del tipo di utilizzo: se l’allacciamento prevede un utilizzo molto prolungato nel tempo a beneficio di utenti differenti che in vari momenti richiedono la connessione, può esserci la necessità di installare una cabina di trasformazione Mt/Bt. Se invece questo non è necessario, sarà sufficiente applicare un contributo a forfait.

Se vi state chiedendo invece quanto costa l’allacciamento del gas dovete sapere che può variare, anche sensibilmente, da un’area geografica all'altra: il costo viene quindi stabilito dal distributore e dall'ente locale al quale ci si rivolge. Per scegliere il fornitore più adatto alle vostre esigenze potete utilizzare il nostro comparatore di tariffe gas

Attivazione delle forniture in casa nuova: come allacciare luce e gas

Come abbiamo anticipato prima, quando si va a vivere in una casa di nuova costruzione (mai abitata prima, per intenderci) si deve necessariamente richiedere l'allaccio di luce e gas, in quanto l'abitazione non ha mai avuto un contratto di fornitura e quindi un collegamento alle reti di distribuzione.

Prima di procedere con la richiesta recandosi all'ufficio del fornitore prescelto (o eventualmente chiamando il numero verde, come abbiamo specificato sopra), è sempre buona norma verificare che l'allacciamento non sia già stato richiesto dall'impresa edile incaricata dei lavori di costruzione dell'abitazione (non è raro, infatti, che sia l'impresa stessa a sbrigare quest'incombenza).