I quattro errori più comuni nella progettazione dell’illuminazione domestica

I quattro errori più comuni nella progettazione dell’illuminazione domestica

Il light design è l’arte di posizionare nella maniera più piacevole e funzionale le luci all’interno dell’ambiente domestico, infatti è molto importante decidere secondo molti parametri dove e quali luci installare all’interno di una casa.

Assenza di illuminazione a basso consumo

L’utilizzo delle lampadine ad incandescenza in questo periodo storico è davvero dannoso sia per l’ambiente sia per la bolletta, in quanto è probabile che per l'elettricità i prezzi diventino davvero insostenibili a causa dello spreco di consumi originato da una scelta sbagliata in fatto di lampadine o dalla tariffa sbagliata.

Le lampadine a basso consumo sono di diverse tipologie e sono davvero molto versatili, inoltre per incoraggiare l’acquisto di questo dispositivo di illuminotecnica i prezzi sono diventati molto più incoraggianti e più bassi.

 

Sorgenti luminose insufficienti negli spazi di servizio

 

Sgabuzzini, cabine armadio e scale sono i luoghi più ingiustamente trascurati all’interno delle nostre abitazioni, infatti vengono illuminati da lampadine a incandescenza, tramite soluzioni di fortuna che non sono sufficienti per garantire eleganza e risparmio.

Per ovviare questo problema è sufficiente sostituire le vecchie lampadine con dei faretti led i quali garantiscono consumi imbattibili e conferiscono all’ambiente un aspetto più gradevole.

 

Utilizzare un’unica sorgente luminosa

 

Molto spesso i singoli ambienti domestici vengono illuminati unicamente da un’unica fonte di luce, ad esempio il lampadario.

Per ottimizzare l’atmosfera e la luminosità dell’appartamento è sufficiente sistemare le luci tramite strati: il primo indica la luminosità ambientale, il secondo è quello direzionale che illumina l’ambiente tramite abat jour o piantane, per ultimo c’è lo strato funzionale che indica l’uso e il posizionamento sapiente delle lampade da lavoro.

 

Scarso controllo dell’illuminazione

 

Controllare il tempo di attività di una lampadina tramite dimmer, timer o sensori di movimento può abbassare in modo molto sensibile per l'elettricità i prezzi, impedendo a sistema di sovraccaricare il contatore, sprecare consumi e denaro.

Arianna Bessone

Arianna Bessone