Eni gas e luce Torino: offerte vantaggiose e tariffe green

Eni gas e luce Torino: offerte vantaggiose e tariffe green

Eni gas e luce Torino offre agli utenti che sottoscrivono un contratto con questa società numerosi vantaggi.

Quello che faremo ora sarà proprio analizzare le tariffe offerte da Eni gas e luce Torino e scoprire come questa importante azienda italiana si muove all’interno del mercato dell’energia, anche con iniziative “green”.

Eni gas e luce Torino: le tariffe per la casa

La miglior tariffa di Eni gas Torino al momento presenta numerosi vantaggi, tra cui 24 MESI di corrispettivi* gas e luce bloccati, uno sconto pari al 10%, sempre sui corrispettivi, durante il primo anno di fornitura. Ancora, per chi deciderà di attivare l’addebito su C/C e Bolletta Digitale, potrà beneficiare di un ulteriore 10%.

Nel caso in cui decidiate di passare a Eni gas e luce, il nostro consiglio è però quello di sottoscrivere un contratto con la tariffa abbinata, che comprenda quindi sia la fornitura di luce che quella relativa al gas.

Oltre ai prezzi vantaggiosi, uno dei vantaggi di Eni Torino in merito alla fornitura di luce e gas è anche la comodità e praticità dell’app, con cui gestire le tue bollette e controllare i consumi in qualsiasi momento della giornata e ovunque ti trovi! Eni gas e luce Torino possiede inoltre un numero di telefono che può essere contattato dal lunedì al sabato, dalle 8 alle 20: il numero di telefono di Eni gas e luce Torino di cui stiamo parlando è 800 900 700. In alternativa, sarà possibile contattare il numero di cellulare 02 444 141.

Per quanto riguarda il servizio di autolettura del contatore, invece, potrete rivolgervi al numero 800 999 800, attivo h24 e 7/7.

Ancora, Eni gas e luce permette ai suoi utenti di utilizzare energia verde, derivante quindi da fonti rinnovabili.

A proposito di questo, vogliamo quindi approfittarne per uno sguardo sull’attuale situazione europea.

La mappa energetica europea

Eni gas e luce Torino e nel resto d’Italia ha lanciato diversi progetti a sostegno di un minore impatto ambientale e di un maggiore monitoraggio e controllo di consumi, con un risparmio di luce e gas effettivi. Uno dei progetti, realizzato in collaborazione con la giovane start-up Tomorrow, si chiama Electricity Map e non è nient’altro che un sito interattivo aggiornato con i dati dell’organizzazione europea dei gestori delle reti elettriche ENTSO-E. La chiarezza dei dati si palesa attraverso uno schema di colori che ben rende l’idea dei livelli di inquinamento presente nei paesi dell’Unione Europea. Presi in tempo reale, questi dati stanno premiando le politiche di investimento nelle energie rinnovabili di Svizzera, Norvegia e Francia. Non si parla solo di inquinamento, perché Electicity Map monitora i consumi e i volumi di import/export. Inoltre, calcola in tempo reale il potenziale energetico eolico e solare, simulando velocità del vento e densità delle nuvole grazie ad alcune spettacolari applicazioni che si basano sui dati meteorologici raccolti a satellite. I paesi bocciati, invece, sono Polonia ed Estonia, che basano la loro produzione di energia su petrolio e carbone.

La situazione nel nostro paese

Noi ci collochiamo al ventesimo posto della classifica europea. Eni gas e luce Torino, Milano e degli altri capoluoghi italiani non fornisce informazioni precise, ma quello che sappiamo è che comunque ci sono cospicui investimenti per la riconversione e l’impiego delle energie rinnovabili, tanto che i dati relativi all’eolico e al solare sono in costante aumento. Agendo così, il risparmio di luce e gas è inevitabile. Si parla infatti di cifre che, secondo i dati diffusi dall’agenzia statale ENEA, sono in linea con il trend mondiale e che si aggirano dai 350 milioni a qualche miliardo di euro. In generale, comunque, l’Italia sta conoscendo un incremento generale dei consumi: non solo elettricità ma, rispetto agli anni precedenti, si è registrato un incremento del 5% nel consumo di gas.

Ma come sfruttare intelligentemente le risorse energetiche?

Parlando invece delle singole regioni italiane, il Dipartimento preposto del Ministero dello Sviluppo Economico ha diffuso alcuni dati riguardo l’utilizzo intelligente dell’energia con la collaborazione del Wwf e di Unicredit. Vince il Piemonte, in cui i gestori come Eni gas e luce Torino, Novara e Cuneo sono tra i più attivi nel settore, con un investimento di 250 milioni di euro nel campo del rinnovabile.

C’è però ancora ampio margine di miglioramento per abbattere costi e consumi! Sappiamo bene come i dati che arrivano dalle stazioni ecologiche sono piuttosto allarmanti. Stare attenti alle notizie di cronaca, locali e nazionali, ci permette alla fine di scegliere le offerte che più sono convenienti per noi senza pesare troppo sull’ecologia del nostro pianeta. Il risparmio su luce e gas è possibile, soprattutto quando sono utilizzati in modo intelligente e grazie anche alla possibilità di trovare le migliori tariffe sulla luce e le offerte più vantaggiose sul gas direttamente online (com’è possibile fare grazie al comparatore di Chetariffa) ed esclusivamente sulla base delle vostre reali esigenze!

Arianna Bessone

Arianna Bessone