Eni guasti: cosa sapere per segnalare disservizi

Eni guasti: cosa sapere per segnalare disservizi

Dopo che hai sottoscritto un contratto con Eni gas e luce ti auguriamo ovviamente che le cose vadano sempre benissimo. Purtroppo però potrebbe anche capitare che si verifichino dei guasti al contatore gas o luce e in questi casi devi sapere come comportarti e come contattare il servizio Eni guasti. Prima di procurarti il numero di Eni segnalazione guasti comunque ti consigliamo di assicurarti che il problema sia effettivamente da addebitarsi al contatore. Qualora così non fosse, ovvero se il problema esistente dipendesse in realtà da un guasto della tua rete elettrica, ricordati sempre che i costi di verifica ti verranno addebitati. Pensaci bene quindi prima di chiamare Eni numero guasti e prenditi del tempo per fare tutti i controlli del caso. Sappi comunque che in caso di malfunzionamento reale, se contatterai Eni avrai diritto a una verifica che sarà a carico del distributore e non tuo.

Eni guasti: come verificare il funzionamento del contatore

Parti dal presupposto che non sei tu il proprietario del contatore bensì il distributore. Questo significa che dovrai contattare il numero Eni segnalazione guasti e non dovrai mai, per nessun motivo, mettere mano da solo al contatore qualora tu supponessi ci fosse un disservizio o comunque un malfunzionamento. Devi anche sapere che il contatore è un dispositivo con il quale si rilevano i consumi gas e luce e che il distributore non ne è solo il proprietario ma è anche il soggetto che si occupa della sua installazione, della manutenzione e degli interventi di qualsiasi tipo. Poniamo il caso che tu sia convinto di un guasto, in questo caso dovrai inoltrare la tua segnalazione al tuo attuale fornitore, in questo caso Eni gas e luce. I possibili disservizi del contatore possono avere cause tra loro anche molto diverse, ad esempio potresti esserti semplicemente dimenticato di saldare una bolletta o di aver comunicato la disdetta. Se sei però davvero convinto del fatto che le bollette anomale o i disservizi non dipendano da te, allora potrai chiamare Eni numero guasti per richiedere una verifica del funzionamento.

Eni segnalazione per i guasti: quando è necessaria

Se hai capito che devi chiamare il numero Eni guasti solo per un fondato motivo ora ci soffermeremo su quei casi nei quali dovrai chiamare il distributore il prima possibile. In caso tu dovessi sentire odore di gas ad esempio dovrai chiamare senza indugio il servizio guasti della società di distribuzione. Potrai trovare il numero di riferimento prendendo una vecchia bolletta e controllando i dati sulla prima pagina della bolletta. Se parliamo invece di un guasto al contatore della luce prima di segnalare il problema ti consigliamo di contattare in prima battuta un elettricista così che verifichi che il problema sia proprio del contatore e non invece del tuo impianto elettrico. Una volta appurato che il problema da te ravvisato dipende proprio dal contatore luce, allora dovrai contattare il servizio guasti al numero che troverai, anche in questo caso, nella prima pagina della bolletta. Se sei un cliente Eni gas e luce potrai chiamare in qualsiasi momento il numero verde gratuito (800 900 700) a cellulare oppure il numero per telefono fisso (02-444141) per inoltrare la richiesta di verifica contatore.

Eni guasti: chi chiamare a seconda dei casi

Riassumendo quindi possiamo dire che in caso di guasti alla rete e al contatore dovrai sempre chiamare il distributore, questo indipendentemente da quale sia il tuo fornitore, ovvero con chi hai stipulato il contratto. A realizzare la verifica in caso di guasto e a realizzare l’eventuale sostituzione del contatore sarà sempre e comunque il distributore mentre per inoltrare la richiesta di verifica di contatore dovrai relazionarti con il tuo fornitore. Insomma se sei un cliente di Eni gas e luce e ravvisi un malfunzionamento del contatore dovrai contattare il tuo fornitore e fare una Eni segnalazione guasti. Il fornitore inoltrerà la tua richiesta al distributore che invierà sul posto il tecnico per tutte le verifiche del caso. Per contattare il fornitore Eni puoi chiamare il numero verde oppure potrai recarti di persona presso uno degli sportelli attivi nel territorio. Sul sito web ufficiale di Eni gas e luce potrai con pochi click accedere a una mappa con la lista degli sportelli Eni più vicini. In alternativa potrai inviare la richiesta di verifica contatore via posta, fax o posta elettronica e Pec. Per nessuno motivo comunque, qualora tu sospettassi un guasto o un malfunzionamento del contatore gas o luce, dovrai cercare di manomettere o di riparare da solo il dispositivo. A seguito della segnalazione Eni guasti al fornitore, il distributore procederà con la verifica del contatore direttamente presso la tua abitazione. Prima del sopralluogo del tecnico comunque il fornitore ti dovrà comunicare l’eventuale costo e, se lo accetterai, la richiesta verrà inviata al distributore entro 2 giorni dall’inoltro della richiesta. A questo punto il distributore si impegna a eseguire la verifica del contatore e a comunicarne l’esito al fornitore entro 15 giorni dal ricevimento della richiesta in caso di contatore luce, e di 20 giorni in caso di contatore gas. Qualora la tua segnalazione trovasse riscontro effettivo, il distributore avrà 15 giorni di tempo per sostituire il contatore.

Arianna Bessone

Arianna Bessone