Gli eventi Green del 2019 da non perdersi

Gli eventi Green del 2019 da non perdersi

Ci sono moltissimi eventi che aspettano gli appassionati di tematiche Green nel 2019, così da consentire a tutti di poter conoscere le possibili evoluzioni in materia elettrica, per la fornitura di gas metano e tecnologia, previste per il 2019. La salvaguardia del nostro pianeta è importante sia per noi sia per le generazioni che verranno, in quanto si tratta del nostro ecosistema e dobbiamo prendercene cura, anche partendo dalla semplice informazione su cosa poter fare e migliorare nella nostra casa e nella nostra vita di tutti i giorni, così da diventare sempre più Green.

Se non l’avete già messo nella lista degli eventi Green da non perdersi nel 2019 è d’obbligo un appunto sulla Greenweek, il festival della Green economy previsto dal 26 febbraio al 3 marzo: i primi 3 giorni saranno dedicati al Tour alle Fabbriche della sostenibilità, mentre dal 1° al 3 marzo ci si sposta a Trento per il Festival Green sull’economia, con esperti che terranno incontri e workshop dedicati.

A inizio giugno, a data ancora da confermare, si terrà a Parigi un evento unico nel suo genere: il Festival We Love Green, un grande festival musicale il cui obiettivo è la promozione dei valori solidali e ecologici con un’organizzazione completamente ecosostenibile.

Sempre in tema Green Economy non perdetevi Ecomondo, una grande fiera che si tiene ogni anno, e il cui appuntamento è stato già annunciato dal 5 all’8 novembre, a Rimini. I temi caldi di questa fiera saranno il recupero delle materie prime, l’Energia e lo sviluppo sostenibile: un’economia circolare e attenta alle esigenze degli abitanti del pianeta e alla riduzione di sprechi di energia.

A Novembre, a data ancora da definire, si terrà il Night&Day per l’economia circolare a Torino, in una 24 ore del riuso. L’evento ruoterà attorno alla riduzione del consumo e dei rifiuti, un tema molto importante in quanto purtroppo siamo specialisti ormai noi essere umani dello spreco e pochi sono coloro realmente interessati al riutilizzo dei beni e materie prime, quando in realtà dovrebbe essere un tema di attualità e da prima pagina, con una sensibilizzazione sempre maggiore da parte delle istituzioni. 

Arianna Bessone

Arianna Bessone