GDPR e aziende, facciamo chiarezza

GDPR e aziende, facciamo chiarezza

GDPR: cos’è? Sono molte le persone che si fanno questa domanda e, perciò, abbiamo deciso di dedicare un intero articolo all’argomento, così da fare chiarezza una volta per tutte.

Tutti i paesi dell’Unione europea, a partire dal 25 maggio 2018, si sono dovuti adeguare al GDPR, acronimo che indica il General Data Protection Regulation, il moderno e rivoluzionario Regolamento europeo sulla privacy.

GDPR aziende: tra clienti e fornitori nel settore dell’energia

Le aziende che offrono beni e servizi agli utenti hanno man mano dovuto integrare, internamente, le nuove normative e CheTariffa.it, essendo un comparatore che consente agli utenti di trovare le soluzioni migliori relativamente alle tariffe della luce, del gas, Internet e telefonia per uso residenziale e aziendale, si è subito attivata al fine di rispondere alle richieste dell’Unione europea in materia di GDPR e privacy.

Non bisogna pensare che il GDPR per le aziende sia un nemico, anzi: è un potente strumento che apporterà (e ha già apportato) molti vantaggi alle aziende e a coloro che sul territorio dell’Unione europea trattano i dati personali dei propri utenti, in quanto fornisce delle linee guida essenziali ma appositamente studiate per adattarsi a tutte le realtà.

GDPR aziende: cos'è e quali sono i suoi obiettivi?

Per capire meglio cos’è il GDPR per le aziende e come essere conformi alle normative (GDPR compliance) definiamo gli obiettivi di questo importante strumento o, meglio, i fini ultimi del GDPR, mirati esclusivamente a consentire a tutti gli utenti di avere una risposta chiara e definitiva su ciò che è consentito o meno in materia di trattamento dei dati personali.

Oltre a far sì che le informazioni e le richieste di consenso siano più chiare e delineate, il GDPR mira a creare importanti fondamenta per i nuovi diritti dei cittadini e, inoltre, esplicita le sanzioni amministrative e disciplinari rivolte a coloro che si renderanno partecipi della violazione dei dati e non rispetteranno le norme previste.

GDPR compliance: cosa devono fare le aziende per mettersi in regola?

Una volta capito cos’è il GDPR aziende, è importante sapere cosa bisogna fare in pratica. Ciascuna azienda deve nominare una figura professionale chiamata DPO, ovvero il Data Procection Officer, il quale svolgerà la mansione di responsabile della protezione dei dati personali e aziendali.

Il trattamento dei dati personali a norma di legge deve sottostare a talune regole inviolabili, la cui principale è il consenso libero, informato ed esplicito da parte dell’utente all’utilizzo dei propri dati da parte dell’azienda (Art. 4 paragrafo 11), come specificato nel Gruppo Articolo 29 ove vengono trattate le linee guida sulla valutazione di impatto relative ai dati personali.

Occorre tutelare i dati aziendali da incursioni e tentativi di accesso esterno mediante crittografia e, inoltre, è necessario garantire il ripristino repentino dell’accesso alle informazioni in caso di problemi tecnici.

Qualora avvenga una fuga di dati non autorizzata, le aziende e coloro che erano in possesso dei dati devono comunicare la manomissione o l’attacco esterno all’autorità garante entro massimo 72 ore dal momento in cui sono state identificate la natura e la gravità del problema.

Di seguito, vi elenchiamo gli step da effettuare in modo da rispettare il GDPR privacy:

  • Assessment preventivo: fate valutare la vostra azienda a livello informatico e legale da responsabili qualificati;
  • definizione dei ruoli in azienda: occorre stabilire chi, all’interno della vostra impresa, avrà il preciso ruolo di responsabile del trattamento dei dati;
  • valutazione dei rischi;
  • creazione di soluzioni di security adeguate all’interno dell’azienda;
  • manutenzione e controllo: le procedure interne e i sistemi aziendali devono sempre rispettare le normative preposte dal GDPR aziende;
  • possedere un registro dei trattamenti: ciò è obbligatorio solo per le aziende che superano i 250 dipendenti.

Dopo aver capito nello specifico che cos’è il GDPR, fondamentale per essere in regola ed evitare sanzioni anche molto salate, vogliamo dedicare quest’ultima parte dell’articolo al comparatore di Chetariffa, in grado non solo di fornirvi le migliori offerte sulle tariffe della luce presenti sul mercato, ma di farlo nel pieno rispetto del GDPR e della privacy dei nostri lettori, per noi punto fondamentale.

Noi di Chetariffa ci impegniamo costantemente affinché chi ci segue possa usufruire dei migliori strumenti per risparmiare sulle bollette, ma non solo! Tutte le nostre soluzioni e i nostri comparatori di tariffe online sono creati nel pieno rispetto degli utenti e della loro privacy!

Se quindi, arrivati a questo punto, avete capito anche voi cos’è il GDPR aziende, come funziona e quali sono i punti fondamentali della normativa, scoprite subito come funziona il nostro comparatore online e cercate le migliori offerte sulla luce dedicate a voi. Seguendo una facilissima procedura guidata, infatti, che richiede l’inserimento di pochi dati, Chetariffa sarà in grado di calcolare le offerte più vantaggiose per voi, sulla base delle vostre esigenze di consumo.

L’unica cosa che dovrete fare voi sarà scegliere la più adatta a voi, ma una cosa è certa: grazie a noi, potete cominciare a risparmiare fin da subito!

 

 

Arianna Bessone

Arianna Bessone