Gli elettrodomestici più inutili della storia: sapete quali sono?

Gli elettrodomestici più inutili della storia: sapete quali sono?

Chi non ha mai ricevuto un regalo improbabile per Natale o al compleanno? A volte si tratta di indumenti a dir poco "particolari" che non sapremmo proprio quando indossare, altre volte di ninnoli di dubbio gusto per la casa e altre ancora di elettrodomestici inutili. A tutti, prima o poi, capita di ricevere in regalo un presente che non si desidera proprio e del quale, con tutta la fantasia e l'ingegno possibili, non si riesce proprio a trovare un senso o un'utile collocazione nella vita quotidiana.

In questa categoria di regali poco utili e poco graditi, alcuni elettrodomestici occupano senza dubbio un posto di rilievo. Si tratta di apparecchi del tutto (o quasi) superflui, dei quali faremmo volentieri a meno nelle nostre case: occupano solo spazio e servono a ben poco! A volte questi elettrodomestici inutili sono appunto regalati, a volte invece ce li si compra da soli nella convinzione che servano davvero a qualcosa e sia conveniente usarli, per poi scoprire che in realtà non è così! Alcuni infatti consumano anche parecchio, per cui nella loro inutilità risultano pure dispendiosi. Scopriamo insieme quali sono gli elettrodomestici di cui si può tranquillamente fare a meno.

Elettrodomestici superflui: una carrellata

Molte donne, quando decidono di uscire dalla casa patriarcale per andare a vivere da sole, da single o in coppia, ricevono in dono dalla famiglia una macchina elettrica per fare la pasta in casa. Che siano o meno desiderose di cimentarsi nella preparazione di tagliatelle, lasagne e maltagliati, non è importante: questo regalo, a molte donne, viene fatto a prescindere dai loro desideri, interessi culinari o dedizione alla pasta fatta a mano in casa. Nelle maggior parte dei casi, quindi, non è un regalo utile. Sono poche infatti le persone che hanno il tempo o la voglia di fare la pasta a casa.

Un altro regalo che spesso viene fatto ad amici e parenti, quando la fantasia scarseggia ma si desidera comunque fare bella figura con un regalo imponente, è la friggitrice elettrica. Questo elettrodomestico è sicuramente utile qualora si dovesse friggere molto (avete presente i quantitativi industriali di patatine surgelate che non sapete dove friggere, quando vengono tanti amici dei vostri figli a casa, o quando non sapete come friggere i pezzi del fritto di pesce per servirli ai vostri ospiti?), ma non lo è affatto durante la vita quotidiana. Quanti di noi, infatti, per friggere una cotoletta impanata, azionerebbero la friggitrice invece di usare la pratica padella con un po’ d’olio? Oltre agli elevati consumi di energia per l’utilizzo di questo elettrodomestico, si devono considerare anche gli sprechi: la friggitrice, infatti, per funzionare adeguatamente, necessita di un grande quantitativo di olio, pertanto è auspicabile usarla solo quando si ha molto da friggere.

E come non citare anche la grattugia elettrica, nell’elenco degli elettrodomestici inutili? Alcuni anni fa andava di gran moda, ed erano molti coloro che l’hanno acquistata colmi di aspettative, salvo poi accorgersi che il tempo usato per montarla, azionarla e pulirla era di gran lunga superiore a quello che occorreva con la grattugia manuale, per non parlare dei costi. Oltre a essere ben più costosa rispetto alla tradizionale grattugia manuale, presenta anche dei consumi in termini di energia elettrica che possono incidere sulla bolletta in maniera non indifferente. Stesso discorso per lo spremiagrumi elettrico.

Terminiamo l’elenco con altri due elettrodomestici che hanno spopolato alcuni anni fa nelle case degli italiani ma che, per fortuna o sfortuna (parliamo degli appassionati) sono andati in disuso: stiamo parlando della gelatiera e della macchina elettrica per fare il pane.

La prima è stato un vero must degli anni ’90, ma già appena dopo pochi utilizzi si capiva la comodità e praticità dell’acquisto delle vaschette di gelato già pronto al supermercato o della bellezza di uscire e andare a prendere un cono gelato in gelateria. La seconda è andata di gran moda dalla fine degli anni ’90 per tutta la decade a seguire ma poi anche i più appassionati di pane, preparazioni casalinghe di rustici, di lieviti e impasti, hanno deciso di abbandonarla a favore del sano e tradizionale impastamento manuale che rafforza i bicipiti, fa sentire di star producendo un prodotto 100% homemade e che di certo non grava sulla bolletta dell’elettricità.

 Uno sguardo ai consumi: quali elettrodomestici consumano di più

Quando si acquista un elettrodomestico, bisogna considerare anche se si tratta di un apparecchio che consuma tanto e incide parecchio sul costo della bolletta: chiedendosi, anche alla luce dei suoi consumi, se vale proprio la pena acquistarlo. Fra gli elettrodomestici che consumano di più, ce ne sono alcuni di cui proprio non si può fare a meno. Ad esempio, la lavatrice e il forno elettrico. Consumano parecchio anche l'asciugatrice e il condizionatore: due elettrodomestici che, a seconda della zona in cui si vive (e quindi del clima) e delle caratteristiche della propria abitazione, possono essere più o meno utili (ad esempio, l'asciugatrice può essere superflua in una casa grande con terrazzo, perché si possono tranquillamente stendere i panni fuori o in una stanza adibita a lavanderia in inverno. Diventa invece quasi indispensabile in un piccolo appartamento senza terrazzo o balcone).

Ma fra i cosiddetti elettrodomestici inutili che abbiamo appena visto, quali sono quelli che in media consumano di più? Di sicuro la friggittrice elettrica, così come la gelatiera e la macchina per il pane (anche se poi dipende sempre dal modello scelto, dalla sua grandezza e soprattutto dalla classe energetica). Gli elettrodomestici più piccoli (come la grattugia o lo spremiagrumi) tendono naturalmente a consumare meno elettricità, ma utilizzandoli tutti i giorni incidono comunque sui costi delle bollette: alla fine, optare per i classici modelli manuali permette sicuramente di risparmiare un bel po'!

Come risparmiare ulteriormente: la scelta dell'offerta

Quando state per lanciarvi nell'acquisto di un elettrodomestico, quindi, chiedetevi anzitutto: mi serve veramente? Rinunciare agli elettrodomestici non strettamente necessari aiuta molto a contenere le spese delle bollette. Oltre a ciò, per risparmiare è anche necessario usufruire di una buona offerta sui consumi elettrici: per scegliere bene potete sfruttare il nostro comparatore di tariffe dedicato ai distributori di energia elettrica.

Arianna Bessone

Arianna Bessone