Il mercato libero dell'energia elettrica: le risposte alle vostre domande!

Il mercato libero dell'energia elettrica: le risposte alle vostre domande!

Il mercato libero dell’energia elettrica e il conseguente confronto prezzi ha letteralmente rivoluzionato il mondo delle forniture energetiche, in quanto consente a ciascun cittadino di scegliere a piacimento il proprio fornitore di luce e gas così da massimizzare il risparmio. Si sente parlare sempre più spesso della imminente scomparsa del servizio di maggior tutela, fissata per il 1° luglio 2020, e a partire da quella data il passaggio al mercato libero diventerà forzato per tutti. Conviene quindi essere preparati!

Come funziona il mercato libero dell'energia elettrica

A partire dal primo gennaio 2022, tutti gli utenti del servizio tutelato saranno obbligati al passaggio e al confronto prezzi riguardanti il mercato libero dell’energia elettrica; saranno quindi liberi di scegliere la compagnia energetica per le proprie utenze di luce e gas. Questo significa che l’utente potrà confrontare le diverse offerte delle compagnie energetiche del mercato libero e potrà valutare la migliore sulla base delle proprie necessità e dello stile di vita. In questo senso esistono diversi siti specializzati in comparazione di tariffe che consentono di ottenere in tempo reale le tariffe giuste sulla base del proprio consumo stimato.

L’eliminazione del mercato tutelato per le bollette è stata decisa per due motivi validi: aumentare gli investimenti sulle fonti rinnovabili e garantire un maggior risparmio ai clienti. Indubbiamente, la presenza di una competizione più serrata tra i fornitori porterà questi ad investire maggiormente in soluzioni differenti per attrarre una maggiore clientela. Visto anche il graduale spostamento del mercato verso dei mezzi di raccolta, stoccaggio e distribuzione dell’energia più rinnovabili, tutte queste dinamiche andranno a braccetto verso un mercato sì più liberale, ma anche maggiormente sostenibile per l’ambiente.

Servizio di Maggior Tutela e mercato libero: i prezzi a confronto

Per capire meglio il confronto prezzi per il mercato libero dell’energia elettrica occorre ricordare che fino al primo gennaio 2022 il mercato energetico italiano sarà contraddistinto dalla coesistenza di ben due tipologie di mercato: quello libero e il servizio di Maggior Tutela. Il mercato tutelato prevede l’applicazione di una tariffa unica (per luce e gas) con un costo fissato dall’AEEGSI (Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema idrico) ogni mese sulla base dell’andamento dei prezzi del mercato energetico.

Tendenzialmente, il contratto di maggior tutela ha sempre avuto dei prezzi medi più alti rispetto al mercato libero, per una serie di motivi. Considerando che il prezzo stabilito viene aggiornato ogni 90 giorni in base alla situazione del mercato, sarà possibile mantenere una quota fissa indipendente dalle fasce orarie e dai prezzi della materia prima. Avendo un organismo indipendente infatti, non sarà possibile per i vari fornitori giocare sul costo della materia prima, ma potranno soltanto competere attraverso altre strategie di fidelizzazione, come le tempistiche di allacciamento, la sostenibilità o altro.

Il mercato libero dell’energia elettrica, durante il confronto prezzi, non può godere di questa stabilità, ed è costretto a seguire l’andamento del prezzo della materia prima. Questa cosa non è necessariamente negativa, in quanto il prezzo finale proposto dal contratto può benissimo essere inferiore a quello del mercato tutelato. Detto ciò, non sempre è così, e bisogna stare attenti alle oscillazioni per evitare di sottoscrivere una fornitura svantaggiosa. D’altro canto, proprio in virtù di questa instabilità, è consuetudine per i fornitori energia elettrica mercato libero proporre un tipo diverso di offerte rispetto ai contratti sotto tutela, per aumentarne l’attrattività e portare le persone a sottoscriverne uno. Alcuni esempi di promozione potrebbero essere il blocco del prezzo per 12 o 24 mesi, un calo ulteriore dell’importo mensile sfruttabile solo in pochi giorni, oppure ancora dei gadget in regalo al momento dell’allacciamento. La varietà di offerte nel mercato libero è molto grande, e bisogna stare dietro ad ogni cambiamento per essere sicuri di non perdersi nulla.

Tariffe energia elettrica mercato libero: un aumento del risparmio

La progressiva liberalizzazione del mercato energetico ha portato in pochi anni alla nascita di moltissime compagnie energetiche private in concorrenza tra di loro che propongono tariffe e offerte molto vantaggiose per l’utente finale. La maggiore scelta del consumatore ha consentito agli operatori di praticare tariffe sull'energia elettrica del mercato libero sempre più competitive e offerte diversificate così da soddisfare ogni possibile esigenza senza trascurare il risparmio. Insomma, con il mercato libero dell’energia sarà il consumatore a diventare un autentico protagonista e anche responsabile direttamente della scelta della sua fornitura di luce e gas.

Questa dinamica, tra l’altro, non è destinata a sparire, perché con la chiusura del mercato tutelato i risparmiatori in cerca di un’offerta valida saranno “costretti” a rivolgersi ai fornitori presenti, senza possibilità di una copertura terza. Va comunque detto che i contratti stipulati sotto una qualsiasi forma di tutela non verranno interrotti da un giorno all’altro, ma sarà loro permesso di continuare alle stesse condizioni fino al loro termine, oppure verranno modificati in modo accurato per garantire un passaggio al mercato libero con minimi intralci. Come abbiamo già visto, ci sono pregi e difetti di questa soluzione, ma riteniamo che, dopo un’accurata fase di ricerca, magari tramite il nostro comparatore online, sia possibile fare un confronto prezzi che riguardano il mercato libero dell’energia elettrica e sottoscrivere un contratto a condizioni assolutamente vantaggiose, con uno dei migliori fornitori di energia elettrica del mercato libero!

Arianna Bessone

Arianna Bessone