Installazione nuovo contatore gas: scopriamo come funziona

Installazione nuovo contatore gas: scopriamo come funziona

Tutti, prima o poi, ci chiediamo: come funziona l’installazione nuovo contatore gas? Si tratta di una procedura che ha portato migliaia di famiglie italiane verso un cambiamento radicale, il vecchio apparecchio meccanico per la misurazione dei metri cubi di consumo della materia prima è stato sostituito con un modello elettronico ricco di vantaggi e possibilità. L’installazione nuovo contatore gas apre infatti a un mondo di opportunità a disposizione dei clienti che riguardando da vicino il monitoraggio dei consumi nell’ottica di migliorare la sensibilità sul tema. Quando si parla di installazione nuovo contatore gas bisognerebbe anche partire dal presupposto che il proprietario del contatore del gas non è il cliente, bensì il distributore locale. E il distributore è libero di decidere in qualsiasi momento la sostituzione del contatore vecchio modello con uno elettronico di nuova generazione: il cliente non potrà opporsi in alcun modo.

Installazione nuovo contatore gas: come funziona

Come funziona l'installazione nuovo contatore gas? In modo piuttosto semplice! Come richiederla, bisognerà fare domanda per un allaccio gas, un'operazione che sarà possibile solamente nelle zone raggiunte dalla rete nazionale del gas metano. Bisognerà per prima cosa fare la richiesta di allacciamento alla rete, poi ci vorrà il sopralluogo di un tecnico incaricato dal distributore locale che dovrà anche preparare un preventivo per l’installazione nuovo contatore gas. Dopo aver ricevuto il preventivo, il cliente dovrà decidere se accettarlo dando così esecuzione ai lavori con tanto di installazione nuovo contatore gas. Il fornitore dopo aver ricevuto la richiesta di allaccio avrà due giorni lavorativi per comunicare la domanda al distributore. Dopo l’installazione nuovo contatore gas verrà rilasciato dal distributore un codice PDR di identificazione dell’utenza. Al termine dei lavori l’installatore dovrà compilare i moduli di idoneità dell’impianto che dovranno poi essere approvati anche dal distributore.

A cosa serve il nuovo contatore gas

Dopo aver visto come funziona l'installazione nuovo contatore gas, vediamo i vantaggi che pùò portare.

Il nuovo contatore gas permette di trasmettere telematicamente i dati di lettura, utili a calcolare i consumi effettivi del riscaldamento e della materia utilizzata per la produzione di acqua calda e cottura dei cibi. Molto spesso gli utenti si trovano a dover pagare delle bollette esorbitanti causati da dei calcoli sbagliati o alla mancata autolettura del contatore, la comunicazione automatica delle proprie spese e dei propri consumi ha come scopo quello di evitare spiacevoli inconvenienti generati dalla somma errata dei metri cubi di gas. Il nuovo contatore gas viene installato direttamente dall’erogatore del servizio, la circolare che comunica l’aggiornamento dell’impianto viene recapitata 10 giorni prima dell’appuntamento. Gli operatori sono riconoscibili tramite un cartellino, inoltre la condizione necessaria per la messa a punto del nuovo impianto è la presenza dell’intestatario della bolletta o di un suo delegato.

I lavori di aggiornamento hanno la durata di un paio d’ore, durante quel lasso di tempo sarà interrotta la fornitura di gas; in questo modo gli operai potranno lavorare in completa sicurezza, senza mettere a rischio il condominio o l’abitazione sulla quale stanno attivando il nuovo contatore gas. L’impianto aggiornato ha sicuramente grandi vantaggi e permette di pagare la giusta cifra per i propri consumi, inoltre il disturbo per chi effettua l’installazione è minimo, la tecnologia è nostra amica quindi non vi resta che comparare le migliori tariffe online.

Installazione nuovo contatore gas: come funziona in caso prima attivazione

Chiedendosi come installare nuovo contatore gas in caso di prima attivazione bisognerà seguire le procedure stabilite dalla delibera n. 40 del 2014 in riferimento ai nuovi impianti a gas. Il decreto stabilisce che l’attivazione di una rete e la successiva installazione del nuovo contatore gas per la prima volta in una nuova abitazione prevede severi controlli preliminari sulla documentazione richiesta. Gli accertamenti serviranno a individuare eventuali problematiche e a trovare una soluzione rapida che potrebbe includere anche un possibile spostamento del contatore del gas. Dopo l’installazione nuovo contatore gas per far partire la fornitura bisognerà inoltrare una specifica richiesta di attivazione fornendo alcune informazioni come i dati anagrafici del contratto, l’indirizzo dell’utenza, il recapito telefonico o indirizzo mail dell’utente, il codice PDR del contatore, la destinazione d’uso del gas, la tipologia d’uso e i dati catastali dell’immobile.

I costi e i tempi dell’attivazione

Oltre a come funziona l'installazione nuovo contatore gas, può essere utile parlare anche dei costi e dei tempi del primo allaccio, che dipendono interamente dal distributore locale. Il fornitore addebiterà al cliente un importo di 47 euro per il pagamento degli accertamenti degli impianti eseguiti dal distributore. Se la potenza dell’impianto fosse tra i 35 kW e i 350 kW allora la cifra salirà a 60 euro e poi a 70 euro per impianti di potenza superiore ai 350 kW. Per avere maggiori informazioni si potrà chiamare il proprio fornitore o distributore locale.

Per massimizzare le possibilità di risparmio e scegliere le offerte gas più vantaggiose puoi usare il comparatore gratuito di Chetariffa. Chiunque, anche gli utenti meno tecnologici, potranno con pochi click selezionare solo quelle tariffe gas realmente in linea con le proprie esigenze di consumo e di budget.

Arianna Bessone

Arianna Bessone