Tutte le info e il modulo per il diritto di ripensamento Illumia

In Internet e telefonia

Illumia è un fornitore luce e gas tra i più apprezzati in Italia sia per le sue offerte molto vantaggiose, sia per l’estrema professionalità e disponibilità del servizio clienti. Anche se molti lo ignorano esiste il diritto di ripensamento Illumia come previsto dall’art.9 del Codice di Condotta Commerciale secondo cui tutti i clienti sono liberi di scegliere il proprio fornitore di energia elettrica e di gas naturale. Al momento della sottoscrizione del contratto proposto il cliente farà il suo accesso al mercato libero.

I clienti domestici elettrici o le PMI avranno sempre comunque la possibilità di richiedere il servizio di maggior tutela. A garanzia del fatto che i clienti dispongano di quegli elementi necessari per poter scegliere, l’ARERA ha emanato un Codice di condotta commerciale che impone a tutte le imprese di vendita precise regole di comportamento. Nei prossimi paragrafi invece cercheremo di capire come funziona il diritto di ripensamento Illumia gas e luce.

Diritto di ripensamento Illumia: come funziona

Parlando del diritto di ripensamento Illumia dobbiamo premettere che i consumatori hanno la possibilità di esercitare questo diritto, ovvero la facoltà di rivedere la scelta fatta, entro 14 giorni dalla conclusione del contratto se il contratto è stato stipulato in un luogo differente da uffici o sportelli dell’impresa di vendita.

Non solo, il modulo diritto di ripensamento Illumia andrà compilato e consegnato entro 14 giorni dal ricevimento del contratto se il contratto viene stipulato attraverso forme di comunicazione a distanza (ad esempio, al telefono) ed entro 14 giorni dalla consegna della proposta sottoscritta in caso di proposta contrattuale da parte del cliente.

Chi dovesse decidere effettivamente di esercitare con Illumia diritto di ripensamento si vedrà rimborsati tutti i pagamenti effettuati senza indebito ritardo e non oltre 14 giorni dal giorno in cui Illumia è stata informata della decisione del cliente di esercitare tale diritto.

Questi rimborsi relativi al diritto di ripensamento Illumia verranno effettuati utilizzando lo stesso metodo di pagamento usato per la transazione iniziale. Il cliente comunque non dovrà sostenere alcun costo quale conseguenza di tale rimborso.

Diritto di ripensamento Illumia: compilazione

Il modulo tipo per il diritto di ripensamento Illumia andrà compilato solamente se si desidera esercitare tale diritto e inviato a Illumia S.p.A. Via dè Carracci, 69/2 40129 Bologna. L’utente avrà diritto a ripensare il contratto senza indicarne le ragioni entro 14 giorni dalla conclusione dello stesso.

Il cliente che vuole esercitare tale diritto è tenuto a informare di questa decisione inviando una raccomandata A/R all’indirizzo poco sopra oppure un fax al numero 051 04 04 055 o una email a servizioclienti@illumia.it, rendendo così chiara la decisione di recedere dal presente contratto. Per rispettare il termine di ripensamento è sufficiente inviare la relativa comunicazione prima della scadenza del suddetto periodo di 14 giorni.

Illumia: come disdire il contratto

Se fin qui abbiamo parlato del diritto di ripensamento Illumia dobbiamo anche dire come possiamo fare a disdire il contratto. Anzitutto dobbiamo essere consapevoli dell’esistenza di tempo di preavviso. Dovremo quindi dare un preavviso di circa un mese prima per quanto riguarda i clienti domestici e di tre mesi per quelli business. Illumia avrà poi un mese di tempo per chiudere il contratto. Per richiedere la disdetta dovremo inviare la disdetta a uno dei canali messi a disposizione.

Se vogliamo capire come disdire il contratto con Illumia dobbiamo anche procurarci alcuni documenti e dati che dovranno essere allegati alla richiesta come nome intestatario, ubicazione fornitura, numero del contratto, codice POD e PDR, recapito per la ricezione dell’ultima bolletta. In alcuni casi potrebbe anche emergere la necessità di contattare Illumia per disdire il contratto e dobbiamo sapere che i clienti avranno diritto al recesso del contratto in qualsiasi momento.

E’ il caso ad esempio di chi si deve trasferire da una casa all’altra, in questi casi dovrà procedere per forza di cose con la disattivazione del contratto di fornitura attivato in precedenza. Ovviamente il servizio clienti Illumia sarà sempre disponibile per fornire maggiori informazioni e anche per fugare dubbi su operazioni come allaccio, subentro e voltura. Per ufficializzare la disdetta dovremo semplicemente inviare al fornitore il modulo di disdetta contratto opportunamente compilato.

Se invece non vogliamo solo disdire il contratto ma cambiare fornitore non dovremo compilare il modulo ma potremo limitarci a stipulare semplicemente il nuovo contratto in quanto ci penserà il nuovo fornitore a comunicare al vecchio la disdetta. Dovremo comunque dare un preavviso di un mese per forniture domestiche e di tre mesi per forniture business in conformità con le delibere vigenti e decorrenti dal primo giorno del mese successivo a quello di ricezione della comunicazione di recesso dal fornitore.

In conclusione il diritto di ripensamento Illumia riguarda persone fisiche o condomini che utilizzano l’energia elettrica o il gas naturale per scopi considerati diversi dall’attività imprenditoriale, commerciale e artigianale. In questi casi sarà possibile richiedere il recesso del contratto senza oneri o spiegazioni entro 14 giorni dalla data di conclusione del contratto. Dopo aver deciso di esercitare il diritto di ripensamento Illumia l’utente dovrà scaricare e compilare l’apposito modulo di recesso da nuovo contratto luce e gas e poi spedirlo via fax o raccomandata A/R.

Condividi:

Tags articolo

I più popolari

Non ci sono articoli

Cerca per tag

Non ci sono tag