Modulo e richiesta per la conciliazione Tim

In Internet e telefonia

Mai sentito parlare della procedura di conciliazione Tim? Stiamo parlando di una opportunità per la risoluzione extragiudiziale delle controversie che è stata messa a punto da Tim per venire incontro alle proprie esigenze. Ovviamente la conciliazione Tim non è certo l’unico modo per ottenere la risoluzione di determinati problemi in quanto continuano a esistere i canali ordinari di gestione dei reclami come il Servizio clienti (187, 191 e 119).

La richiesta conciliazione Tim è una procedura gratuita al 100% che riguarda tutte le problematiche che possono esistere nel rapporto tra clienti e azienda in merito a servizi utilizzati o a prodotti acquistati. Per quanto Tim rappresenti un’azienda molto affidabile problemi e disservizi sono purtroppo sempre possibili ed è quindi molto importante sapere chi contattare per ottenere assistenza gratuita. Nei prossimi paragrafi cercheremo di capire che cosa si intende per pratica di conciliazione Tim e anche come fare a richiederla.

Tim conciliazione: cosa c’è da sapere

La procedura di conciliazione Tim è molto semplice da attivare e questo dovrebbe rassicurare i più ansiosi in quanto non verranno richieste conoscenza particolari. La procedura di conciliazione Tim è lo step successivo a disposizione dei clienti che hanno presentato un reclamo telefonico o per iscritto e che, dopo 30 giorni, non hanno ricevuto da Tim alcun riscontro o un riscontro non soddisfacente.

A questo punto si potrà attivare la procedura conciliazione Tim per chiedere il riesame della problematica e del relativo esito. Si dovrà a questo proposito compilare correttamente la domanda di conciliazione e allegare tutta la documentazione utile. Abbiamo diversi tipi di conciliazione Tim tra cui la procedura di conciliazione paritetica in conformità con le Raccomandazioni Europee e nel rispetto del Codice delle Comunicazioni Elettroniche e del Codice del Consumo.

Per attivare la conciliazione Tim si potrà rivolgersi a una delle associazioni di consumatori che hanno firmato l’Accordo Quadro e richiedere la gestione della Conciliazione mediante la compilazione del modulo predisposto “Domanda di Conciliazione” che dovrà essere poi presentato dal cliente direttamente presso la sede dell’Associazione.

Conciliazione Tim modulo: come attivare la procedura

Una volta che abbiamo delineato a grandi linee in cosa consiste la conciliazione Tim vediamo ora in che modo possiamo attivarla. Coloro che vogliono approfittare di questa opportunità possono rivolgersi in qualsiasi momento alle Associazioni dei consumatori che hanno firmato l’Accordo Quadro e richiedere la gestione della Conciliazione mediante la compilazione del modulo “Domanda di Conciliazione” da presentare presso la sede dell’Associazione.

Chi volesse potrà anche inviare la Domanda di conciliazione all’Ufficio di Conciliazione Tim competente per territorio. Il tentativo di Conciliazione viene eseguito dalla Commissione di Conciliazione Paritetica che è formata da un conciliatore dell’Associazione dei consumatori scelta e da un conciliatore di Tim. Se si decide di optare per la conciliazione Tim allora si dovrà anche tener conto del fatto che il cliente conferisce al conciliatore dell’associazione l’accesso alla documentazione oltre che il mandato a individuare una proposta per la composizione della controversia.

La conciliazione Tim utilizza un modello molto rapido e completamente gratuito che si adatta perfettamente alle procedure di primo grado mirate a conciliare tra le due controparti. Non è prevista la presenza di terze persone in quanto la soluzione nasce dal contradditorio tra le parti. Solitamente la procedura si esaurisce entro 60 giorni dalla data del protocollo di ricezione della domanda, di cui 50 giorni per lo svolgimento della procedura e 10 giorni per accettazione e risposta cliente fino a un massimo di 90 giorni. Passati questi 90 giorni la proposta si considererà non accettata dal cliente.

Tim conciliazione: tutte le info

Si consideri anche che scegliendo la conciliazione Tim l’operatore non intraprende iniziative di alcun tipo di autotutela come la sospensione del servizio fino a 15 giorni successivi al deposito del Verbale sottoscritto dai conciliatori. Al termine di questo periodo ben preciso verranno applicate le procedure ordinarie di gestione credito. Il modulo per la domanda di conciliazione Tim si può scaricare gratis in qualsiasi momento ma dovrà essere compilato correttamente in ogni sua parte.

Il cliente che scegliere la conciliazione Tim conferisce al conciliatore dell’Associazione l’accesso alla documentazione oltre che espresso mandato a individuare una proposta per la composizione della controversia. Una volta adeguata la procedura alla recente normativa, i conciliatori abilitati alle procedure di Conciliazione si sono visti iscrivere nell’elenco predisposto dall’Organo Paritetico di Garanzia costituito per assicurare pieno rispetto delle disposizioni del Codice del Consumo, per le Conciliazioni Paritetiche del comparto delle Comunicazioni Elettroniche e postali. Ricordiamo anche che il modello di conciliazione Tim non prevede la presenza di un terzo in quanto la soluzione si determina grazie a un confronto tra le parti coinvolte.

La procedura si esaurisce in genere entro 60 giorni dalla data del protocollo di ricezione della domanda di cui ben 50 giorni sono per lo svolgimento della procedura, 10 per l’accettazione e risposta cliente fino a un massimo di 90 giorni. Decorsi questi 90 giorni la proposta si considererà non accettata dal Cliente.

Condividi:

Tags articolo

I più popolari

Non ci sono articoli

Cerca per tag

Non ci sono tag