Tutto sulla procedura di conciliazione Vodafone

In Internet e telefonia

Occuparsi della procedura di conciliazione Vodafone non è complesso: basta sapere bene a cosa ci si riferisce e cosa bisogna fare per poter accedere alle informazioni di cui si ha bisogno. Quando si parla di conciliazione ci si riferisce a una pratica adottata per la risoluzione delle eventuali controversie, la quale è differente rispetto a un tradizionale ricorso presentato alle autorità giudiziarie. Esiste anche la conciliazione paritetica, ovvero uno speciale mezzo per risolvere le controversie di tipo non giudiziale che avviene mediante il confronto tra il cliente e la società, per mezzo dei loro rappresentanti che vengono chiamati conciliatori. Come tempistiche la procedura di conciliazione Vodafone, nel caso fosse di tipo paritetico, prevede un tempo massimo di 30 giorni e se ti stai chiedendo come fare per presentare la domanda di conciliazione, questa può essere presentata dal cliente recandosi presso uno degli sportelli dell’Associazione dei Consumatori che offrono la possibilità di avvalersi della procedura di conciliazione.

Come presentare la domanda conciliazione Vodafone e cosa sapere

Se sei interessato alla conciliazione paritetica Vodafone è importante che verifichi che ci siano talune condizioni. Tra le principali dobbiamo annoverare il fatto che la controversia interessi il cliente, che sia nata a livello dei rapporti contrattuali relativamente alla fornitura di servizi di comunicazione elettronica forniti da Vodafone, che il cliente abbia già provveduto a inviare l’istanza di reclamo con raccomandata a/r, indirizzando la lettera a Casella Postale 190, Ivrea (To) 10015, o in alternativa che abbia usato la pagina online dal sito di Vodafone per i reclami. Infine è importante che il reclamo che si è presentato non abbia ricevuto risposta entro 45 giorni dal momento in cui è stato inviato, oppure nel caso il cliente avesse ricevuto una risposta che non ha reputato soddisfacente.

Nel caso si debba ancora inviare il reclamo, Vodafone dispone di vari canali di assistenza rapida, i quali si differenziano sulla base della tipologia di cliente. Si ha la possibilità di contattare Vodafone mediante la chat, la quale è attiva tutti i giorni dalle 9 alle 22, oppure si può chiamare il numero 190 dalle 8 alle 22, o si può mandare una lettera con raccomandata a/r indirizzandola a Casella postale 190 Ivrea nel caso si volessero inviare comunicazioni inerenti la telefonia mobile, oppure a Casella postale 109 Asti nel caso si volessero inviare le comunicazioni sulla linea fissa. Se si volessero ricevere informazioni per quanto riguarda lo stato di avanzamento della pratica di reclamo inviata a Vodafone, si può contattare il 190 se si è clienti privati oppure il numero 42323 se si è clienti business. I clienti business o i possessori di Partita Iva hanno anche la possibilità di inviare una richiesta di reclamo mediante il sito web di Vodafone, recandosi presso la sezione Reclami per le imprese, con la possibilità prima di consultare la pagina online di Vodafone per il supporto alle società e a coloro che hanno la Partita Iva, così da poter trovare una più rapida risoluzione alle problematiche che si possono presentare.

Procedura di conciliazione Vodafone: cosa fare

Bisogna sapere che, al fine di poter risolvere nel miglior modo possibile le differenti controversie che interessano le offerte di Vodafone, la società ha stabilito varie possibilità di risoluzione, con una gestione attenta ai reclami inviati dai clienti. Quando infatti Vodafone riceve una segnalazione da parte di un cliente provvede a eseguire le dovute verifiche, e nel caso ci fossero dei dati mancati il cliente dovrà comunicarli all’operatore quando sarà ricontattato da quest’ultimo. A seguito di tutte le verifiche avviene poi una comunicazione scritta da parte di Vodafone con l’esito della valutazione che viene inviata al cliente entro massimo 45 giorni lavorativi dal momento della ricezione del reclamo. Nel caso la spiegazione fornita da Vodafone non sia soddisfacente per il cliente, o se volesse ricevere ulteriori spiegazioni, può avviare la domanda conciliazione Vodafone. La pratica di conciliazione paritetica Vodafone si presenta nel caso in cui il cliente non sia soddisfatto della risposta ottenuta per il proprio reclamo, e può essere presentata sia dai clienti privati sia dai clienti business. Ci sono due possibilità di procedura di conciliazione Vodafone: quella paritetica che viene eseguita in una sede non giudiziale, e quella che si presenta al Co.Re.Com per cercare una risoluzione delle controversie per mezzo dei Comitati Regionali per le Comunicazioni.

La conciliazione paritetica Vodafone: a cosa serve

Mediante questa tipologia di conciliazione il cliente e Vodafone hanno la possibilità di ottenere un confronto in sede non giudiziale, mediante i loro rappresentanti che chiamiamo i conciliatori, in modo da trovare una risoluzione alla problematica che sia soddisfacente per tutti. Questa soluzione, che può essere chiesta avvalendosi di un apposito modulo conciliazione Vodafone, è molto indicata al fine di poter risolvere la problematica in tempi veloci, ovvero tra i 15 e i 30 giorni, e senza spendere molto.

Nel caso invece si decidesse, dopo aver inviato il modulo conciliazione Vodafone, di chiedere che sia avviata la procedura di conciliazione Vodafone con l’aiuto del Co.Re.Com, la procedura si svolgerà in modalità telematica, mediante il portale Conciliaweb, al quale si può accedere con lo Spid e una volta entrati nel sistema si potrà svolgere una negoziazione e, in caso di esito non positivo, la conciliazione.

Condividi:

Tags articolo

I più popolari

Non ci sono articoli

Cerca per tag

Non ci sono tag