Esiste ancora la sim ricaricabile a consumo?

In Internet e telefonia

La Sim ricaricabile a consumo prevede un costo su servizi di telefonia che varia a seconda dell’utilizzo che se ne fa. Al giorno d’oggi abbiamo la possibilità di stipulare un contratto con un operatore telefonico mobile a nostra scelta scegliendo se attivare una scheda Sim ricaricabile a consumo o in abbonamento.

Tutti i servizi erogati, ovvero chiamate, SMS o internet, hanno una tariffa a consumo che scatta quando vengono superate eventuali soglie previste dall’offerta che abbiamo sottoscritto. In assenza di offerta mobile flat a soglie e di altre opzioni/offerte attive quasi sicuramente significa che abbiamo una Sim ricaricabile a consumo. Nei prossimi paragrafi vedremo come esistono ancora le Sim ricaricabili a consumo e cercheremo anche di capire se c’è una migliore Sim ricaricabile a consumo.

Sim ricaricabile a consumo: cosa sapere

Cominciamo con il dire che di solito le tariffe a consumo si attivano di base su una Sim card e vengono chiamate tariffe base. Ogni cliente potrà valutare se attivare delle tariffe a consumo che sono diversi dai piani base ma oggi sono davvero molto pochi i clienti che operano questa scelta. Il motivo è che molti oggi preferiscono affidarsi a pacchetti tutto compreso. La Sim ricaricabile a consumo ha subito un netto ridimensionamento con l’avvento degli smartphone sul mercato e la loro diffusione capillare.

Inoltre oggi a fare la differenza è anche la possibilità di poter contare su connessioni internet mobili sempre disponibili. I moderni smartphone necessitano la connessione internet sempre attiva e di conseguenza sarebbe alquanto improvvido decidere per una Sim ricaricabile a consumo per dati.

Oggi tutti i principali operatori telefonici offrono ai loro clienti la possibilità di avere pacchetti telefonate/sms mensili. Chi ha uno smartphone e usa ogni giorno la connessione dati dovrà cercare preferibilmente una delle offerte internet o tutto incluso. Con una Sim ricaricabile a consumo con un piano base rischieremmo di pagare cifre esorbitanti.

Le tariffe internet a consumo comunque oggi sono decisamente ridotte rispetto al passato ma sono comunque ancora troppo alte se le confrontiamo alle offerte dedicate a internet. Abbiamo poi ampia disponibilità anche di pacchetti mobile con internet abbinato che ci consentiranno di avere un tot minuti senza scatto alla risposta, SMS verso tutti e tot Gb di traffico dati a prezzi mensili decisamente accessibili.

Sim ricaricabile a consumo? Ecco quando conviene

In quali cari una Sim ricaricabile a consumo potrebbe essere conveniente? Ad esempio se siamo persone che usano poco o niente internet mobile o ne potrebbero fare persino a meno. Anche chi manda pochi SMS e fa poche chiamate potrebbe trovare conveniente optare per una Sim ricaricabile a consumo piuttosto che per un’offerta mobile + dati.

Chi non usa frequentemente il cellulare potrebbe fare anche a meno di una connessione internet mobile e potrebbe optare per una Sim ricaricabile a consumo.

E’ il caso ad esempio di chi si limita a inviare pochi SMS e riceve quasi sempre chiamate. Possiamo scegliere tra diverse tariffe con chiamate che non prevedono lo scatto alla risposta. Il consiglio è quello di visitare il sito ufficiale dell’operatore per conoscere esattamente le tariffe base a consumo e farsi un’idea.

Sim a consumo: vantaggi e svantaggi

La Sim ricaricabile a consumo senza canone ha l’indubbio vantaggio di non prevedere dei costi fissi mensili ma hanno lo svantaggio di avere costi elevati rispetto alle tariffe flat. Inoltre la Sim a consumo offre all’utilizzatore la possibilità di fruire della Sim solamente in alcuni periodi e di utilizzare un telefono fisso con SIM per una seconda casa. Con la Sim a consumo potremo anche utilizzare lo smartphone solamente in casa dove è già presente la linea fissa o per utilizzo associato a conti correnti bancari o sistemi di antifurto usati di rado.

Tra gli svantaggi dobbiamo citare sicuramente l’alto rischio di finire extra-soglia e il fatto che sia la soluzione meno adatta per vedere film in streaming o per utilizzare social e ascoltare musica online. Il mancato utilizzo di una Sim ricaricabile a consumo implica l’assenza di costi. Questo significa che potremo decidere se utilizzare la Sim per un mese e poi non utilizzarla senza per questo dover pagare una quota mensile o andare incontro a delle penali.

Gli operatori internet mobile comunque disattivano le Sim inutilizzate dopo un periodo di inattività di circa 12 mesi. E’ difficile quindi dire quale sia la migliore Sim ricaricabile a consumo ma in alcuni casi è la soluzione ideale soprattutto per quelle persone che hanno bisogno di una Sim card per pochi giorni e non vogliono avere un canone da pagare quando si smette di utilizzarla.

Negli ultimi anni si sono anche fatti strada dei piani base a consumo con mini canoni mensili che rendono meno interessante e conveniente il loro utilizzo rispetto alle offerte a soglie. Quando si attivano le offerte a soglie infatti i costi mensili delle tariffe base vengono azzerati.

Condividi:

Tags articolo

I più popolari

Non ci sono articoli

Cerca per tag

Non ci sono tag