Wind conciliazione: dove trovare il modulo e come inviarlo

In Internet e telefonia
Wind conciliazione

Pochi lo sanno ma in alcuni casi è possibile richiedere a Wind conciliazione così da risolvere in modo semplice e gratuito una controversia di qualsiasi tipo che sia collegata alla compagnia telefonica. Nel settore delle telecomunicazioni la procedura di conciliazione è stata resa obbligatoria per legge, questo significa che andrà percorsa questa strada prima di ricorrere all’autorità giudiziaria. Cercheremo ora di comprendere quali sono le modalità per richiedere a Wind conciliazione e in che occasioni si può ricorrere alla conciliazione Wind Tre. Nei prossimi paragrafi parleremo anche di che cos’è la conciliazione e quando e come farvi ricorso.

Wind conciliazione: quando farvi ricorso

Il modulo conciliazione Wind consente di attivare la procedura cosiddetta paritetica, un accordo sottoscritto dalle Associazioni dei Consumatori che sono più rappresentative delle singole aziende e che disciplina le caratteristiche e le modalità di accesso a questa procedura. Attenzione però perché se parliamo di Wind conciliazione è importante ricordare che potremo ricorrervi unicamente dopo aver formalizzato un reclamo a Wind. I reclami di Wind potranno essere inviati con diverse modalità, tra cui il contatto telefonico chiamando il Numero Verde 155, disponibile tutti i giorni dalle 8 alle 20. In alternativa sarà anche possibile inviare un reclamo via email segnalando il disservizio a Servizio_Clienti_Wind-Indostrada@155.it. Il reclamo potrà anche essere inoltrato accedendo all’area clienti presente sul sito Wind. I possessori di partita Iva potranno inviare il reclamo a Wind via fax utilizzando il numero 800901928. Inviare il reclamo è quindi una precondizione per poter richiedere la conciliazione Wind Tre. In ogni caso la modalità migliore per inviare il reclamo scritto è tramite raccomandata al numero WIND TELECOMUNICAZIONI SPA – Ufficio Reclami Casella Postale 14155 – Ufficio Postale Milano 65 20152 Milano. Ma quali sono i motivi per cui si dovrà inviare un reclamo a Wind? Innanzitutto la contestazione di una bolletta telefonica e poi il reclamo per servizi telefonici non richiesti o per disservizi sulla linea. Il modulo di Wind conciliazione dovrà essere compilato inserendo i dati richiesti, ovvero nome e cognome del titolare della linea telefonica, numero di telefono, tipo di problema riscontrato e data di inizio del disservizio. Dopo aver ricevuto il reclamo, Wind assegnerà alla pratica un preciso codice identificativo e si impegnerà a fornire una risposta entro 45 giorni dalla data di ricevimento.

Wind conciliazione: quando vi si può fare ricorso

Alla commissione Wind conciliazione potranno essere sottoposte diverse controversie su questioni come il disconoscimento servizi dati o un ritardo nell’attivazione di servizi dati, fonia. Anche un ritardo nella disattivazione di servizi dati e fonia, problemi tecnici, contestazione traffico, fatturazione e informazioni errate sono tutti validi motivi per ricorrere a Wind conciliazione al pari di problemi amministrativi o con la portabilità del numero mobile. Non si potrà fare ricorso a Wind conciliazione invece quando il cliente non ha prima presentato reclamo o se la conciliazione viene proposta dopo che sono trascorsi più di 12 mesi dalla presentazione del reclamo. Non si potrà ricorrere a Wind conciliazione anche qualora la controversia fosse già stata esaminata precedentemente da un altro organismo o se le informazioni riportate sul modulo non permettessero di identificare con sicurezza il consumatore.

Conciliazione Wind dove inviare il modulo

Se fin qui abbiamo visto che cos’è Wind conciliazione e qua Conciliazione Wind dove inviare il modulondo serve, vedremo ora dove dovremo inviare il modulo per attivare la procedura. La Wind conciliazione si attiva quando il conciliatore dell’Associazione scelta dal cliente compila il modulo e lo invia alla Segreteria di Conciliazione Wind mediante spedizione all’indirizzo Wind Tre S.p.A. c-a- ADR with Customer Association, Via Cesare Giulio Viola 48, 00148, Roma. Potranno anche inviarlo via PEC all’indirizzo ADRWIDTRE@pec-windtre.it. Utilizzando Wind conciliazione sarà possibile risolvere le controversie in modo semplice e veloce senza costi di alcun tipo per il cliente e consentirà anche di bloccare richieste di pagamento da parte di Wind o di società di recupero credito qualora il problema riguardasse la contestazione di una fattura. Infine, la Wind conciliazione permetterà anche di bloccare eventuali azioni di sospensione del servizio da parte di Wind Tre. Le associazioni possono anche avviare la procedura online accedendo all’apposita pagina web dell’operatore oppure tramite la piattaforma gestita dalla Commissione Europea. Le singole domande di Wind conciliazione verranno valutate da una Commissione di Conciliazione Paritetica composta da un Conciliatore Wind e un conciliatore dell’associazione scelta. La procedura si concluderà entro 90 giorni dalla presentazione della domanda con un vernale di conciliazione.

Che cos’è la conciliazione

La conciliazione è una procedura di risoluzione extragiudiziale delle controversie obbligatoria per legge per contenziosi tra utenti e operatori di comunicazioni elettroniche. La Wind conciliazione si propone la finalità di trovare una via amichevole alla soluzione di tutta una serie di problematiche che possono insorgere da un mancato rispetto delle norme legislative delle delibere dell’Autorità e da condizioni contrattuali. L’intervento del conciliatore non potrà prescindere da un reclamo formale a cui lo stesso gestore dovrà rispondere nei tempi fissati dalla carta servizi.

Condividi:

Tags articolo

I più popolari

Non ci sono articoli

Cerca per tag

Non ci sono tag