Lampadine a LED: ecco perché tanti le scelgono

Lampadine a LED: ecco perché tanti le scelgono

Moltissimi italiani scelgono, ogni giorno, di dire addio alle tradizionali e antiquate lampadine per illuminare l’ambiente domestico con le nuove lampadine a led.

La sigla LED corrisponde all’inglese Light Emitting Diode e, tali diodi, hanno dimensioni molto contenute e il compito di emettere luce attraverso il passaggio della corrente elettrica.

I principali vantaggi delle lampadine a led sono la lunga durata e i consumi notevolmente inferiori rispetto alle lampadine tradizionali. Se si confronta il consumo e la durata rispetto a una lampadina non a risparmio energetico, una lampadina a led dura venti volte di più e consuma fino a sei volte meno.

Quando si deve scegliere una lampadina a Led per la propria casa occorre considerare taluni fattori, quali la potenza (la quale non viene espressa in Watt bensì in Lumen, e per calcolare la potenza occorre considerare che per un ambiente principale ci si deve aggirare, nella scelta nella lampadina, sui 2000 Lumen), la tipologia di accensione e il colore della luce emessa.

Per quanto riguarda la velocità di accensione occorre leggere bene le indicazioni poste sulla confezione della lampadina (ci sarà infatti scritto se è a accensione veloce o lenta) e, inoltre, bisogna prestare attenzione se la lampadina può essere installata o meno sui dimmer.

Se si vuole riscaldare, a livello di illuminazione, un ambiente della casa, il consiglio è di scegliere un colore della luce caldo (solitamente, tra i 2500 e i 3300° Kelvin si avrà un bianco caldo e, man mano che descrescono, la luce diverrà più fredda).

Sempre più persone abbandonano le tradizionali lampadine a favore delle nuove lampadine a Led, e come dargli torto? Sono belle esteticamente, consumano meno e durano di più!

Arianna Bessone

Arianna Bessone