Leggere la bolletta velocemente: consigli utili

Leggere la bolletta velocemente: consigli utili

Pagare le bollette è una incombenza per tutti, e spesso non è facile trovare il tempo per leggere bolletta velocemente e, allo stesso tempo, farlo in modo adeguato e sciogliere eventuali dubbi, purtroppo sempre dietro l’angolo. La progressiva liberalizzazione del mercato dell’energia ha portato a grandi possibilità di risparmio per il cliente, a patto però di sapere come si legge la bolletta della luce, come leggere la bolletta del gas e come reperire tutte le informazioni utili rapidamente.

Sapere come leggere bolletta velocemente è importante, il rischio è quello di finire letteralmente disorientati e di non riuscire a monitorare i propri consumi.

Leggere bolletta velocemente: come fare?

Per effettuare una corretta lettura della bolletta bisogna sapere che è sempre divisa in tre parti distinte: sintesi, dettaglio e comunicazioni. Già questa semplice conoscenza da sola potrà aiutarvi a leggere bolletta velocemente. All’interno delle sezioni saranno presenti tutti quanti i dati e le informazioni che ti serviranno, come i consumi, le passate letture e le condizioni del contratto.

Nella prima parte della bolletta si trovano i dati del contratto e i dati relativi al cliente (Numero cliente, codice di riconoscimento della fornitura, codice fiscale dell’intestatario), mentre i dati della fornitura si trovano in basso a sinistra.

Per capire come leggere la bolletta velocemente, in questo caso quella della luce, bisogna verificare il codice di identificazione della fornitura (POD per la luce, PdR per il gas), la tipologia di contratto sottoscritta e i dati di consumo.

Nel riquadro centrale della bolletta, ovvero quello più visibile, si trova il dettaglio del Totale da Pagare, la Data di Scadenza, il periodo di riferimento per l’importo, la situazione dei precedenti pagamenti e il Numero e la Data del documento.

Una delle parti più importanti della bolletta luce e gas è ovviamente quella relativa al totale da saldare che viene riportato suddiviso in quattro voci: spesa per la materia energia o gas naturale, spesa per il trasporto e gestione del contatore, spesa per oneri di sistema e Iva e accise.

Nella parte relativa alle indicazioni su consumi e letture si possono trovare tutte le indicazioni inerenti alle letture del contatore (letture effettive, autoletture, letture stimate). In questo caso il consiglio è quello di controllare che, nel caso di consumi stimati, sia indicata la possibilità di ricevere un conguaglio.

Nel caso ci fossero delle informazioni aggiuntive, oppure volessi scendere maggiormente nel dettaglio su tutti i singoli costi, ecco qui delle semplici definizioni per capire al meglio come si legge la bolletta della luce:

  1. Codice cliente: un codice unico, per identificare il contratto stipulato dal cliente. In base alla definizione data da fornitore può anche essere chiamato numero utenza o numero cliente. Questo codice serve al fornitore per individuare in un attimo, tramite la lettura della bolletta, il cliente a cui sta richiedendo il pagamento.
  2. Punto di Riconsegna: questa voce indica la posizione esatta del tuo contatore, che in caso di problemi o controlli può essere facilmente individuato e raggiunto.
  3. Punto di consegna: con questo punto si vuole individuare il luogo dove il gas passa dalle mani di coloro che lo trasportano a quelle dei distributori.
  4. Coefficiente P: il termine p, con cui si identifica il potere calorifico superiore, indica la quantità di energia contenuta in un m3 (metro cubo) di gas, a condizioni di temperatura e pressione standard.
  5. Coefficiente C: è un dato utilizzato per la conversione dell’unità di misura del gas, dallo stadio in cui è presente nel contatore (metri cubi), a quello calcolato durante la fase di fatturazione (standard metri cubi, o SMC).
  6. Tipologia di contratto: a questa voce sono presenti i dettagli del contratto stipulato tra il fornitore dell’energia e colui che la utilizza.
  7. Consumo annuo: indica quanta energia viene richiesta ed utilizzata nell’arco di un anno. Questa misura torna molto utile nel momento in cui si vuole comparare la propria bolletta alle nuove offerte sul mercato
  8. Totale da pagare: l’insieme delle voci sopracitate comporrà questa cifra, che dovrai pagare al tuo fornitore entro la data di scadenza.

Leggere bolletta velocemente: ma se qualcosa non tornasse?

E se qualcosa non torna dopo la lettura della bolletta? Se per caso vedi notificate delle spese in periodi in cui eri fuori casa? Se ci fossero dei ritardi per dei pagamenti effettuati? Non c’è problema! I fornitori di energia più affidabili mettono a disposizione dei clienti numerosi contatti per risolvere questo tipo di inconvenienti. Molto spesso è possibile contattare in prima persona l’assistenza, tramite la compilazione di un modulo online o una chiamata al numero verde dell’apposito call center. In questi casi parlare con un operatore sarà sufficiente per risolvere gran parte delle questioni. Nel caso si preferissero metodi più “tradizionali” di contatto, basterà inoltrare un reclamo su una fattura o una richiesta di rettifica o di informazioni, secondo le modalità ben indicate in bolletta dal fornitore con cui si è sottoscritto il contratto energetico.

Come hai visto il mondo delle bollette non è così complicato, se approcciato nel giusto modo! Adesso che sai come leggere bolletta velocemente, il nostro consiglio è quello di dare un’occhiata al nostro comparatore online, per trovare la soluzione migliore per le tue esigenze!

Arianna Bessone

Arianna Bessone