Acea conciliazione: come fare la domanda

In Luce e gas
Acea conciliazione

Anche se Acea è una multiutility italiana molto affidabile esiste purtroppo sempre la possibilità di dover fronteggiare alcuni problemi e disservizi. In quest’ottica dobbiamo anche dire che Acea è stata la prima azienda italiana nel settore energetico a siglare un protocollo di intesa ADR “Alternative Dispute Resolution” con le principali associazioni dei consumatori nel settore dell’acqua, della distribuzione di energia elettrica e nella vendita di luce e gas. La Acea conciliazione è quindi una procedura di risoluzione alternativa che presenta diversi vantaggi come ad esempio la possibilità di poter contare su una soluzione gratuita, rapida e extragiudiziale alle controversie che possono esserci tra consumatori e imprese. Vediamo ora che cosa intendiamo per conciliazione Acea energia e come fare a inviare correttamente la domanda di conciliazione paritetica Acea.

Acea conciliazione paritetica: di che si tratta

La richiesta Acea conciliazione potrà essere attivata direttamente dall’utente oppure da un suo delegato. E’ importante sottolineare che la richiesta di attivazione della procedura Acea conciliazione potrà essere inoltrata solo se si è prima inviato un reclamo scritto ad Acea Energia e è ricevuta una risposta ritenuta non soddisfacente. Non solo, si potrà richiedere la Acea conciliazione anche qualora fossero passati più di 50 giorni dall’invio del reclamo senza aver ricevuto alcun riscontro. Qualora fossero già trascorsi 12 mesi dalla data di invio del reclamo non sarà più possibile utilizzare questo interessante strumento rappresentato dalla Acea conciliazione. In alternativa a questo procedimento si potrà anche valutare di avviare un tentativo obbligatorio di conciliazione mediante il Servizio Conciliazione dell’Autorità. La conciliazione paritetica è quindi un metodo di risoluzione extragiudiziale delle controversie che consentirà di dirimere con efficacia i contenziosi tra consumatori e aziende in modo rapido, semplice ed economico. E’ comunque essenziale ribadire che si basa unicamente su protocolli sottoscritti tra le associazioni dei consumatori e la singola azienda che stabiliscono le regole a cui bisognerà attenersi per la risoluzione delle controversie. Con la conciliazione Acea energia la commissione è composta in modo paritetico da due conciliatori: uno in rappresentanza dell’azienda e uno indicato dall’associazione dei consumatori scelta dal cliente. Ricordiamo anche che la procedura di conciliazione Acea è su base volontaria. Questo significa che l’accordo raggiunto dalle parti deve essere sottoposto al consumatore e questi potrà accettare la soluzione proposta oppure, al contrario, decidere di rivolgersi alla giustizia ordinaria.

Domanda di conciliazione paritetica Acea: come si presenta

Se si è deciso di procedere con Acea conciliazione si dovrà avviare la procedura. Per farlo sarà essenziale che il consumatore presenti prima un reclamo formale all’azienda. Acea sarà tenuta a dare una risposta a questo reclamo entro 40 giorni, come previsto dal Regolamento. Il cliente avrà diritto a ricevere tale risposta nei tempi previsti e non dovrà essere una risposta generica. In questi casi si potrà formalizzare la domanda di Acea conciliazione. Per procedere basterà compilare l’apposito form sul sito ufficiale di Acea e seguire le istruzioni. Attenzione poiché i dati anagrafici inseriti e la documentazione allegata verranno registrati nel database dell’azienda. Al termine della procedura il cliente riceverà una mail di conferma e la richiesta verrà inviata automaticamente all’organismo ADR Acea – Associazioni dei consumatori. Tra i documenti necessari per Acea conciliazione dobbiamo avere i dati del richiedente (dati anagrafici e copia del documento di identità, recapito, casella di posta elettronica, posta elettronica certificata, telefono e così via), il reclamo, una eventuale descrizione scritta del problema che cha portato a richiedere la conciliazione, la risposta ricevuta e la lettura del contatore con relativa data di lettura.

Acea conciliazione: i vantaggi

Uno dei vantaggi del ricorrere ad Acea conciliazione è sicuramente la formazione e l’aggiornamento costante dei conciliatori che fanno parte della Commissione di Conciliazione che assicura l’assistenza del consumatore da parte di personale altamente specializzato. Altro vantaggio di Acea conciliazione è che la composizione della commissione di conciliazione consiste in un Conciliatore della società e da uno dell’associazione dei consumatori. Inoltre con Acea conciliazione la procedura di accessibilità è completamente gratuita e attivabile mediante la compilazione della relativa domanda. Per poter accedere alla procedura l’unico requisito sarà quello di aver già inoltrato un formale reclamo a cui Acea non ha dato risposte ritenute soddisfacenti. Gli utenti potranno anche contare su tempi brevi per lo svolgimento della procedura e sulla possibilità, in qualsiasi momento, di potersi ritirare dalla procedura di conciliazione e di poter accettare o rifiutare la proposta conciliativa della Commissione. Non solo, con Acea conciliazione si avrà anche diritto alla riservatezza e la garanzia dell’efficacia giuridica dell’accordo. Avremo poi anche un buon andamento dei risultati in termini di alta percentuale degli accordi raggiunti.

Il procedimento è gestito dall’Organismo ADR Acea SpA – Associazioni dei consumatori, iscritto nell’elenco ARERA ai sensi della Delibera 620/15 ed è composto da un Organo paritetico di garanzia, una Segreteria di Conciliazione e una Commissione di Conciliazione che si forma per ogni singolo Procedimento.

Condividi:

Tags articolo

I più popolari

Non ci sono articoli

Cerca per tag

Non ci sono tag