Come richiedere e quanto costa l'allaccio gas Eni

In Luce e gas
Allaccio gas Eni

Chi fosse interessato a richiedere l’allaccio gas Eni vuole conoscere quali sono tempistiche e prezzi così da sapere a che cosa si va incontro. Chiaramente a seconda della situazione dovremo sapere che cosa chiedere, e quindi se un subentro, una voltura o un nuovo allaccio gas Eni. Ma che cosa si intende esattamente per nuovo allaccio Eni gas? L’allaccio gas Eni è un’operazione di trasloco energetico che riguarda l’installazione da zero di un contatore gas o luce in un immobile. In sostanza si parla di allaccio gas Eni quando abbiamo un contatore che non è mai stato presente nell’immobile e dobbiamo quindi collegare la casa alla rete di distribuzione.

Si tratta di un collegamento che dovrà essere per forza di cose realizzato dal tecnico del distributore locale mediante la posa del contatore e il collegamento di cavi elettrici o tubi gas. L’allaccio gas Eni potrebbe essere richiesto, a seconda dei casi, al fornitore o al distributore locale. Nei prossimi paragrafi ci soffermeremo proprio sulle modalità per richiedere l’allaccio gas Eni e sul costo allaccio gas Eni.

Allaccio gas Eni: ecco come richiederlo

Come abbiamo accennato al momento di richiedere un nuovo allaccio gas Eni dovremo scegliere se farlo passando dal fornitore, ovvero colui con cui dobbiamo sottoscrivere il contratto energetico, oppure se passare dal distributore locale. Nel secondo caso, ovvero se dovessimo fare la richiesta di nuovo allaccio gas al distributore, verrà realizzato solo l’allaccio alla rete. Viceversa invece chiedendo un allaccio gas Eni al fornitore potremo procedere anche all’attivazione della fornitura.

Per richiedere un allaccio gas Eni dovremo comunque essere muniti di diversi dati come i dati anagrafici dell’intestatario dell’utenza, il documento d’identità in corso di validità, l’indirizzo dell’immobile in cui dobbiamo installare il contatore, la potenza e tensione richiesta, la destinazione d’uso della fornitura e il numero di concessione edilizia. Vediamo ora qualcosa in più sul costo allaccio gas Eni e sulle tempistiche.

Allaccio gas Eni: costi e tempistiche

Per quanto riguarda i costi del nuovo allaccio gas Eni dobbiamo dire che l’importo dipenderà strettamente dalla complessità dei lavori. Solitamente il costo viene comunicato al cliente direttamente dal distributore locale tramite un preventivo personalizzato che viene formulato dopo il perfezionamento del contratto di fornitura e il sopralluogo eseguito dal tecnico autorizzato.

Ma se vogliamo un quadro quanto più possibile preciso dei costi dell’allaccio gas Eni dobbiamo dire che l’importo oscilla tra 150 euro più IVA fino ai 950 euro più IVA a seconda della complessità dei lavori da eseguire. I costi relativi all’allaccio gas Eni comprendono i costi dell’accertamento documentale destinati al distributore locale a copertura dei costi di accertamento della documentazione sulla sicurezza dell’impianto. In questo caso i costi vanno dai 47 euro più IVA fino a 70 euro più IVA a seconda della portata termica complessiva dell’impianto.

Si dovrà poi anche considerare un contributo di attivazione destinato al distributore locale e che oscilla dai 30 ai 45 euro in base alla complessità di lavori. Infine dovremo anche aggiungere i costi amministrativi che ammontano a 23 euro più IVA. Dobbiamo poi considerare anche la cosiddetta quota distanza che viene calcolata come una linea tra la fornitura da allacciare e la vicina cabina di riferimento.

Allaccio gas Eni: le tempistiche

Ma quali sono le tempistiche esatte per richiedere l’allaccio gas Eni? Solitamente l’allaccio gas Eni viene realizzato entro massimo 40 giorni lavorativi in caso di lavori semplici, ed entro massimo 100 giorni lavorativi in caso di lavori più o meno complessi. La procedura da seguire per richiedere l’allaccio gas Eni è molto semplice e prevede la sottoscrizione della richiesta di allacciamento con il fornitore.

A questo punto Eni si occuperà dell’invio della comunicazione di allaccio al distributore che viene fatta per conto del cliente al distributore entro 48 ore lavorative dopo il perfezionamento del contratto. In questo caso le tempistiche saranno uguali sia per la luce che per il gas. Per l’allaccio gas Eni si dovrà poi prenotare un sopralluogo del tecnico del distributore in base alla disponibilità così da verificare fattibilità ed entità del lavoro necessario. Lo step successivo prevede il preventivo del distributore che Eni avrà cura di inviare al cliente. Il preventivo per allaccio gas Eni dovrà essere inviato al cliente entro massimo 15/30 giorni lavorativi per l’allaccio gas.

A questo punto chi ha richiesto l’allaccio gas Eni dovrà accettare il preventivo che ha una validità di tre mesi. Una volta accettato il preventivo il distributore si impegnerà a iniziare i lavori entro massimo 1° giorni lavorativi in caso di lavori semplici di allaccio gas. In caso di lavori complessi che prevedono, ad esempio, il passaggio di tubi sulla condotta stradale, le tempistiche si possono allungare fino a 60 giorni lavorativi.

Una volta completati i lavori di allacciamento gas si riceverà anche la documentazione tecnica necessaria per gli accertamenti di sicurezza dell’impianto. Dopo aver ricevuto la documentazione sugli accertamenti il distributore avrà poi 10 giorni per attivare effettivamente il contatore gas.

Condividi:

Tags articolo

I più popolari

Non ci sono articoli

Cerca per tag

Non ci sono tag