Biocamino come funziona: tutti i dettagli

In Luce e gas

Sapere il biocamino come funziona potrebbe aiutarci ad optare per questa soluzione piuttosto che un’altra per quanto riguarda il riscaldamento degli ambienti domestici. Il biocamino funziona molto bene e rappresenta un’alternativa ecologica interessante per riscaldare casa. Negli ultimi anni sta riscuotendo un grande successo in quanto offre diversi vantaggi. Oggi sono molte le persone che desiderano avere un camino in casa anche se purtroppo solamente pochissimi di loro possono realizzare questo sogno.

Per realizzare una stufa a pellet o un caminetto occorre avere una canna fumaria. Con il biocamino non serve avere la canna fumaria e quindi sarà tutto molto più semplice sotto tutti i punti di vista. Il biocamino potrà essere inserito senza problemi in qualsiasi ambiente della casa con grande semplicità risolvendo così tutta una serie di problemi che sono tipici delle stufe tradizionali. Nei prossimi paragrafi ci soffermeremo quindi su come funziona un biocamino.

Biocamino come funziona: tutte le info utili

Quando parliamo di biocamino dobbiamo per prima cosa sfatare alcune false credenze. Innanzitutto il biocamino è un metodo di riscaldamento molto innovativo. Si tratta di uno dei sistemi più ecologici che esistono che, solo all’apparenza, potrebbe sembrare un caminetto moderno.

A differenza di un caminetto normale però il biocamino non brucia legna ma bioetanolo, ovvero un combustibile di origine naturale. Il bioetanolo non produce cenere e nemmeno dei residui dannosi per la salute o per l’ambiente. I prodotti della combustione del bioetanolo sono acqua e anidride carbonica.

Per capire il Biocamino come funziona dobbiamo sapere che va collegato a una canna fumaria e non produrrà fumo né cenere. Il funzionamento del biocamino è estremamente semplice e sarà sufficiente versare il bioetanolo nella vaschetta preposta e poi accenderlo. Non serviranno nemmeno dei permessi per installare il biocamino che potrà anche essere collocato in qualsiasi stanza senza problemi.

Biocamino come funziona: i vantaggi

Il biocamino assicura diversi vantaggi che andranno analizzati in modo dettagliato. Anzitutto si tratta di un sistema di riscaldamento ecologico poiché, come abbiamo già detto, non produce in alcun modo residui nocivi ma solo acqua e anidride carbonica.

Il motivo è che il combustibile è di origine naturale e non sarà necessario disporre di canna fumaria per installare il biocamino. Capire il biocamino come funziona è molto semplice ed è anche questo il motivo per cui potremo collocarlo senza problemi davvero in qualsiasi punto della casa. Abbiamo diversi modelli di biocamino, da quello a parete e da tavolo fino a quello da appoggio.

Dopo aver visto il biocamino come funziona possiamo quindi dire che si tratta di una soluzione per il riscaldamento domestico davvero molto versatile. Altro vantaggio del biocamino è poi che non necessita in alcun modo di manutenzione. Ma i vantaggi non finiscono di certo qui: con il biocamino la dispersione di calore è molto inferiore rispetto a quella di un caminetto tradizionale in quanto non vi è una canna fumaria.

Biocamino come funziona: quanto riscalda

Quando si parla di biocamino funzionamento e manutenzione sono quinti degli ottimi vantaggi. In molti si domandano se questo sistema sia davvero sufficiente per riscaldare una casa ma dobbiamo precisare che non ci sono altre stufe o altri caminetti che possono coprire superfici ampie. Non solo, il biocamino tradizionale da 1 litro in genere può scaldare 50 mq di superficie e sarà quindi più che sufficiente per una stanza.

Il biocamino non è solo bello da vedere ma è anche capace di riscaldare e la dispersione termica sarà sempre molto inferiore rispetto a quella di una stufa con canna fumaria. Il incammino funziona molto bene quindi e riscalda in modo efficiente assicurando una temperatura sempre ottimale. E’ tuttavia del tutto scontato che per coprire tutta la superficie della casa non sarà sufficiente un unico dispositivo così come non sarebbe sufficiente una sola stufa.

Biocamino come funziona: i camini a bioetanolo

Chi non ha la canna fumaria e non ha i permessi per costruirne una nuova non dovrà necessariamente dire addio all’idea di avere un camino. Si può infatti scegliere il biocamino, una soluzione che grazie a un’installazione semplice e veloce ci consentirà di godere in casa nostra di tutti i vantaggi di un camino normale ma senza il problema della canna fumaria. Abbiamo diversi modelli di camini a bioetanolo che possono essere incassati a parete o appesi, insomma saranno l’ideale anche per chi ha solo una piccola casa da scaldare.

La componente fondamentale del biocamino è comunque il bruciatore e il combustibile è il boetanolo, ovvero un alcol di origine biologica che è frutto della lavorazione di biomasse e altri elementi ricchi di glucosio. Per capire il biocamino come funziona dovremo inserire nel serbatoio una particolare pietra ceramica che assorbe il bioetanolo liquido.

In questo modo l’alcol resterà all’interno della pietra ceramica senza rischio che si diffonda nell’ambiente circostante. Inoltre la fiamma generata dai vapori è in tutto e per tutto simile a quella del camino a legna ma con il vantaggio d non produrre fumo o scintille.

Condividi:

Tags articolo

I più popolari

Non ci sono articoli

Cerca per tag

Non ci sono tag