Come controllare la bolletta della luce: i 4 passaggi chiave

In Luce e gas

Sapere come controllare la bolletta della luce è essenziale se vogliamo sapere quelli che sono i nostri consumi ed eventualmente valutare un cambio fornitore per massimizzare il risparmio. In quest’ottica è essenziale sapere che cosa significano esattamente le diverse voci che troviamo nella bolletta luce. Prima di spiegare come verificare la correttezza della bolletta conviene comunque precisare che le bollette luce sono dei documenti di fatturazione che includono i valori di energia addebitata al cliente dal fornitore con cui ha sottoscritto il contratto energetico.

Ma capire come controllare la bolletta della luce non significa solamente trovare le cifre da pagare e i valori dei consumi. Come vedremo infatti la bolletta contiene tutta una serie di informazioni che potrebbero esserci molto utili. Ecco 4 passaggi chiave da effettuare per controllare la bolletta della luce e mettersi al riparo da eventuali brutte sorprese.

I dati relativi al cliente e alla fornitura

Il primo passaggio se vogliamo capire come controllare la **bolletta luce **è individuare la sezione in cui sono riportate le informazioni relative al cliente e alla fornitura. La prima informazione che troviamo in bolletta è infatti la tipologia di cliente: mercato libero o maggior tutela. In questo caso dobbiamo anche dire che nel 2024 il mercato di maggior tutela non esisterà più. Subito dopo troveremo i dati relativi all’intestatario dell’utenza e quindi tutte le caratteristiche della fornitura come ad esempio potenza contatore e fornitura di tipo domestico o business.

Il primo step se vogliamo capire come controllare la bolletta ella luce è quindi verificare che le informazioni sulla fornitura siano corrette. Se vogliamo sapere come verificare la correttezza della bolletta allora dobbiamo controllare anche che le informazioni tecniche riportate siano corrette. Le informazioni tecniche sono a loro volta riportate nella prima parte della bolletta e comprendono i codici che identificano la fornitura del cliente come il codice POD luce e il PDR gas.

Importi e recapiti per guasti

Dopo il primo step consistente nel verificare che i dati della fornitura e del cliente siano corretti passeremo a verificare la data di emissione e l’importo. Dovremo quindi trovare la sezione in cui è riportato l’importo da pagare e il termine entro cui dovremo saldare. Qualora gli importi dovessero sembrarci decisamente sproporzionati ai nostri consumi o dovessimo comunque trovare delle altre incongruenze potremo trovare nella stessa sezione i recapiti del pronto intervento gas, per i reclami o per le richieste di informazioni.

Verificare il totale in bolletta

Per capire come controllare la bolletta della luce dobbiamo poi analizzare nel dettaglio il totale della bolletta che, come molti già sapranno, è composto da diverse sottovoci. Queste voci che dovremo verificare sono la spesa per la materia energia o gas naturale, la spesa per il trasporto e la gestione del contatore, la spesa per oneri di sistema, Iva e accise e abbonamento canone Rai. La spesa per la materia energia o gas naturale comprende le voci in bolletta definite dal fornitore e quindi il prezzo dell’energia applicato ai consumi. La spesa per il trasporto e gestione contatore è invece uguale per tutti a prescindere dal fornitore e varia in base ai consumi.

Letture contatore e elementi di dettaglio

Se vogliamo sapere come controllare la bolletta della luce dobbiamo poi anche sapere dove trovare le letture contatore e gli elementi di dettaglio. Si tratta della sezione della bolletta in cui il fornitore specifica se si tratti di letture effettive, autoletture o letture stimate. Ad esempio in caso di letture stimate dovrà essere indicato chiaramente che gli importi saranno tutti soggetti a conguaglio. Sempre in questa sezione scopriremo anche se avremo o meno la possibilità di rateizzare l’importo della nostra bolletta luce. Per quanto riguarda gli elementi di dettaglio invece dobbiamo specificare che non sono sempre riportati in quanto la loro ricezione dipende dalla tipologia di contratto attivato.

Ad esempio se vogliamo avere i dettagli relativi ai consumi con il mercato tutelato dovremo per forza farne specifica richiesta al fornitore. Se invece ci interessano i dettagli dei consumi per il mercato libero le cose cambiano da contratto a contratto. Ci sono infatti alcuni fornitori che allegano i dati anche in bolletta e altri che mettono a disposizione questi dati sul proprio sito o spediscono dei dati sintetici in bolletta.

Chi volesse sapere come controllare la **bolletta della luce online **deve infatti sapere che oggi la stragrande maggioranza dei fornitori permettono ai clienti di accedere alla propria area personale così da verificare i dettagli delle bollette sin qui emesse in qualsiasi momento. In questo modo sarà possibile dire addio alle bollette cartacee in quanto avremo a disposizione un archivio sempre aggiornato delle bollette consultabile gratuitamente.

Sapere come controllare la bolletta della luce è essenziale anche per acquisire una reale consapevolezza dei propri consumi e costi effettivi così da capire se vi sono sprechi e ragionare nell’ottica del risparmio energetico.

Condividi:

Tags articolo

I più popolari

Non ci sono articoli

Cerca per tag

Non ci sono tag