Come fare il calcolo del consumo annuo luce

In Luce e gas
consumo annuo luce

Conoscere il consumo annuo luce è essenziale se vogliamo provare ad ammortizzare le spese energetiche n bolletta che, ricordiamolo, hanno un peso importante nel budget delle famiglie. Il consumo annuo luce di una famiglia dipende da molti fattori diversi che andranno considerati con molta attenzione.

Tra questi dobbiamo citare il numero e la classe di risparmio energetico degli elettrodomestici, la loro potenza impiegata e le abitudini dei componenti della famiglia. Se il nostro obiettivo è quello di risparmiare sui consumi sarebbe meglio sapere bene quale sia il dispositivo che assorbe la maggior parte dell’energia elettrica.

Gli elettrodomestici che hanno maggiore dispendio energetico includono pc/laptop, frigorifero, Tv, lavatrice e lavastoviglie. Si tratta di elettrodomestici energivori che possono impattare in modo importante sull’importo delle bollette e sui consumi domestici. Solo per fare un esempio concreto quando si parla di calcolo consumo annuo di luce, una lavatrice di classe A potrebbe arrivare a consumare fino a 250 kWh all’anno con una spesa annuale che va dai 60 ai 90 euro.

Consumo annuo medio luce: cosa sapere

Per calcolare il consumo annuo luce dobbiamo tener conto di diversi aspetti. Se parliamo di apparecchi energivori, ad esempio, dovremo attenzionare alcune soluzioni come lo scaldabagno elettrico. Per riscaldare l’acqua che serve al fabbisogno di una famiglia potrebbero essere necessari anche fino a 1500 Kw all’anno.

Ragionando nell’ottica di calcolare il consumo annuo per provare a risparmiare in bolletta si consideri che possiamo sostituire lo scaldabagno elettrico con degli impianti di riscaldamento ad alta efficienza energetica come una pompa di calore o un sistema di riscaldamento a energia solare. Se vogliamo realizzare un calcolo del consumo annuo luce che sia il più realistico possibile non sarà sufficiente limitarsi a calcolare quanta energia viene assorbita da un singolo apparecchio.

Si dovranno anche determinare i costi del consumo di elettricità in relazione al nucleo familiare, ovvero sia al numero di componenti della famiglia, sia alla tipologia dell’abitazione. Il consumo annuo luce è strettamente collegato a quante persone vivono nell’abitazione e alle loro abitudini di consumo. Questo significa che il consumo medio annuo luce 2 persone può differire anche molto da famiglia a famiglia a causa di stili di vita differenti.

Consumo annuo luce: che fattori influiscono

Il primo fattore da considerare se vogliamo conoscere il consumo annuo luce è considerare quanto le abitudini di consumo degli occupanti incidono notevolmente sulla spesa energetica e anche, non meno importanti, le caratteristiche specifiche dell’abitazione. Ad esempio impatta molto in questo senso il livello di efficienza energetica della casa che si riverbera direttamente proprio sul livello dei consumi elettrici.

L’Arera, ovvero l’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas, fornisce una sorta di stima della spesa di una famiglia tipo di 4 componenti con una potenza impegnata di 3kW e un consumo di 2700 kWh all’anno derivante da elettrodomestici standard. Possiamo dire che il consumo medio luce sarà sicuramente meno oneroso se aderiremo a offerte di mercato libero rispetto a quelle del mercato di maggior tutela.

Si consiglia di imparare a calcolare il consumo degli elettrodomestici che sono responsabili di maggior dispendio energetico e cercare di mettere in atto accorgimenti per limitare le dispersioni di energia.

Consumo annuo luce: come si calcola il consumo degli elettrodomestici

Abbiamo appena detto che, nell’ottica di calcolare il consumo annuo luce, sia determinante sapere come calcolare il consumo di un elettrodomestico che dovrà essere rapportato all’apparecchio utilizzato e alle sue caratteristiche specifiche. Gli elettrodomestici di una abitazione sono caratterizzati da dimensioni potenza e classe energetica differenti, questo significa che per calcolare il consumo dell’apparecchio sarà necessario identificarne la potenza e moltiplicarla poi per il tempo di impiego.

Se vogliamo calcolare il consumo anno luce in kWh sarà necessario considerare fattori differenti come la capacità dell’elettrodomestico espresso in watt, il numero di ore in cui l’apparecchio è in uso in un giorno e il numero di giorni all’anno in cui l’apparecchio viene utilizzato. In sostanza per calcolare il consumo medio annuo degli elettrodomestici bisognerà moltiplicare i kWh al giorno per 365. Si dovranno quindi moltiplicare i kWh all’anno secondo la tariffa a kWh del proprio fornitore elettrico che possiamo trovare sulla bolletta energetica mensile.

In questo modo potremo avere una stima del costo effettivo degli elettrodomestici e potremo capire anche quanto i singoli apparecchi possono incidere sulla spesa in bolletta. Se riceviamo una bolletta più onerosa del normale la prima cosa da fare sarà verificare che i nostri elettrodomestici funzionino tutti nel modo corretto. In quest’ottica molti raccomandano di utilizzare un misuratore del consumo energetico per avere una stima accurata di come, quando e in che misura un elettrodomestico consuma energia.

Il consumo annuo luce si potrà tenere sotto controllo anche solo leggendo correttamente le etichette degli elettrodomestici e orientandosi verso i dispositivi ad alta efficienza energetica. La comprensione di quanta elettricità utilizza un apparecchio ci aiuterà a capire come ridurre il consumo annuo luce così da risparmiare cifre anche importanti a fine mese.

Condividi:

Tags articolo

I più popolari

Non ci sono articoli

Cerca per tag

Non ci sono tag