Cosa fare in caso di disservizi Acea

In Luce e gas
disservizi Acea

Quando ci sono disservizi Acea è determinate sapere come comportarsi e chi chiamare per una rapida soluzione del problema. Cercheremo quindi di capire se occorre chiamare il fornitore o il distributore a seconda dei casi così da evitare equivoci o problemi. In caso di disservizi Acea potremo comunque stare tranquilli in quanto questo fornitore è sempre presente per fornire un supporto in ogni situazione.

Molti però potrebbero fare una certa confusione tra Acea, azienda che si occupa di fornitura, e Areti, società dello stesso gruppo che però si occupa di distribuzione. In caso di alcuni disservizi Acea sarà quindi necessario rivolgersi ad Areti, anche per questo conviene forse cercare di fare un minimo di chiarezza.

Disservizi Acea cosa fare

Quando chiamare Acea e quando chiamare Areti in caso di disservizi di varia natura? Acea è il fornitore e risponde al Numero Verde guasti 800 130 366 per gestire possibili problemi alla rete di distribuzione elettrica o guasti alla rete dell’illuminazione pubblica. Non solo, si potrà chiamare Acea anche per comunicazioni dal distributore Areti per il contatore. In questi casi il fornitore avrà massimo due giorni lavorativi di tempo per comunicare al distributore il problema. Si dovrà contattare il distributore Areti al Numero Verde 800 130 366 per guasti al contatore o alla rete esterna.

Il distributore avrà massimo 15 giorni lavorativi per recarsi presso l’abitazione del cliente e risolvere il problema in modo concreto. Purtroppo capita di avere disservizi Acea e sarà importante capire se si tratta di problemi al contatore o alla rete elettrica. In questo senso forse conviene spendere qualche parola per chiarire la differenza esiste tra distributori e fornitori.

Acea e Areti: differenze tra fornitori e distributori

La liberalizzazione progressiva del mercato energetico ha obbligato le società a separare le attività di vendita e distribuzione cambiando sia il nome che il marchio. A Roma la società di distribuzione luce si chiama Areti ed è quindi l’ex Acea distribuzione. Se dovessimo avere disservizi a rete elettrica e contatori non stiamo parlando di disservizi Acea in quanto quest’ultima si occupa solo di vendite e fatturazione.

A partire dal 2016 la società del Gruppo Acea di gestione e distribuzione rete elettrica di Roma e Formello ha dovuto assumere la denominazione di Areti. Areti è dunque a tutti gli effetti un distributore del gruppo Acea e ha l’incarico di trasportare e consegnare ai clienti finali luce e gas. Ovviamente i distributori sono anche i proprietari dei contatori e quindi sono responsabili dell’installazione, della manutenzione e della lettura dei contatori. Ne consegue che molti in caso di disservizi Acea tendano a confondere Areti con Acea Energia.

Disservizi Acea Energia: cosa sapere

Prima di inviare una lettera disservizi Acea occorre sapere quali sono i contatti utili a cui fare riferimento. Per parlare con un operatore Areti si dovrà chiamare il Numero Verde Areti Luce 800 130 336 gratuito da cellulare e da fisso 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. Se invece vogliamo semplicemente avere informazioni commerciali su contratto e bollette dovremo chiamare il Numero Verde Acea.

In bolletta comunque sono sempre riportate nel dettaglio tutte le informazioni utili sui contatti di riferimento in caso di guasti sulla rete Acea. In sostanza i disservizi Acea non sono tutti uguali e si dovrà chiamare Areti in caso di guasti alla rete di distribuzione elettrica o di guasti alla rete di illuminazione pubblica. Altro motivo che potrebbe indurci a contattare Areti e non Acea sono la ricezione di comunicazioni Areti relative al contatore. Prima di chiamare sarebbe cosa utile procurarsi una bolletta così da avere a disposizione tutti i dati utili come il codice POD.

Disservizi Acea: tempi e rimborsi

Quando abbiamo un contatore guasto il timore di molti è quello di restare a lungo senza elettricità ma si tratta di una preoccupazione inutile in quanto, in caso di disservizi Acea, il fornitore avrà 48 ore per segnalare il problema al distributore. Questi, a sua volta, avrà massimo 15 giorni per provvedere a riparare il guasto o, addirittura, a sostituire il contatore.

Una volta terminato l’intervento sarà necessario richiedere un verbale che attesti la tipologia di lavoro eseguita dal tecnico e i consumi rilevati al momento della sostituzione del contatore. In caso di ritardo nelle tempistiche di intervento per disservizi Acea il cliente avrà diritto a un rimborso che potrà essere compreso tra 35 e 105 euro se l’intervento avviene dopo un periodo superiore ai 45 giorni.

Nel caso in cui il guasto fosse della rete esterna allora si dovrà subito chiamare per disservizi Acea il numero del distributore locale. Si potrà anche fare una richiesta di verifica del funzionamento del contatore ma, in questo caso, nel caso in cui il contatore dovesse risultare funzionante sarà il richiedente a sobbarcarsi la spesa per intero. In caso di guasti si dovrà chiamare sempre il distributore mentre, in caso di richiesta di verifica, il fornitore.

Condividi:

Tags articolo

I più popolari

Non ci sono articoli

Cerca per tag

Non ci sono tag