Edison rimborso: come effettuare la richiesta

In Luce e gas

Come si richiede a Edison rimborso? Prima di rispondere a questa domanda cercheremo anche di capire quali sono le casistiche ricorrenti che inducono gli utenti a richiedere un rimborso Edison. I clienti con fornitura attiva qualora venga emessa una nota di credito si vedranno restituire importi mediante compensazione con fattura successiva, solo per fare un esempio. Come vedremo però la situazione cambia a seconda dei casi. Con Edison richiesta rimborso immediato potrà essere fatta tramite contatto del Servizio Clienti. Qualche esempio? Gli utenti che vogliono richiedere a Edison rimborso potranno scegliere tra il ricevere un bonifico sul proprio conto corrente e la ricezione di un assegno che verrà recapitato tramite raccomandata all’indirizzo indicato dal cliente. In caso di emissione di fattura di chiusura con lettura reale il cliente potrà contattare il servizio clienti al fine di comunicare le modalità di ricezione del rimborso. Anche in questo caso si potrà scegliere tra bonifico e assegno.

Edison: tutte le info sui reclami

Inviare un reclamo è spesso il primo step utile da eseguire prima di richiedere a Edison rimborso. Il reclamo con Edison, a differenza di altri fornitori, non può essere effettuato via telefono ma solamente in forma scritta tramite raccomandata o fax. Nella lettera di reclamo gli utenti dovranno inserire tutta una serie di indicazioni relative all’utente o all’utenza. Bisognerà quindi specificare i dati generici come nome, cognome, codice fiscale, residenza, telefono e mail. Non solo, servirà aggiungere anche altri dati come codice cliente, codice POD o PDR. Andrà poi anche specificato in modo molto chiaro il motivo del reclamo così da velocizzarne la gestione. Il reclamo è il primo step prima di richiedere a Edison rimborso e dovrà essere inviato via raccomandata al Servizio Clienti di Edison Energia SpA, Casella Postale 94, Basiglio (Milano), CAP 20080, oppure via fax a 080 -2142234. Come vedremo potremo allegare anche al reclamo una richiesta di rimborso che dovrà essere per forza presa in carico da Edison.

Edison rimborso: come richiederlo

Chiedere a Edison energia rimborso fatture è facile e immediato anche per gli utenti meno tecnologici. La richiesta di rimborso potrà essere contenuta anche già all’interno della lettera di reclamo ma solo se si tratta di un reclamo che riguarda fatturazione e quindi bollette con importo anomalo. Ma che cosa succede dopo che abbiamo inviato a Edison rimborso? Edison dovrà dare una risposta in tempi certi sulla fatturazione in eccesso e procedere al rimborso entro 90 giorni dall’invio della bolletta. Il rimborso Edison potrà essere eseguito mediante accredito su conto corrente oppure con un assegno circolare. Qualora il rimborso non dovesse essere accreditato entro i tempi stabiliti, Edison Energia dovrà corrispondere all’utente un indennizzo ai clienti di 20 euro (risposta entro 180 giorni), 40 euro (risposta che arriva tra 180 e 270 giorni) o 60 euro (risposta che arriva dopo 270 giorni di ritardo). Insomma, richiedere a Edison rimborso è facile e consentirà di ricevere indennizzi in tempi certi. Qualora però Edison Energia non dovesse riconoscere l’errore l’utente potrà attivare una procedura di conciliazione, ovvero rivolgersi a un ente specifico che ha il compito di rappresentare i consumatori in situazioni di mancato accordo con il fornitore energetico luce o gas. Si consideri anche che la procedura di riconciliazione non garantisce il risarcimento da parte di Edison Energia. Qualora il risarcimento, per qualsiasi motivo, dovesse essere rifiutato, si potrà procedere per vie legali.

Quando richiedere a Edison rimborso

Fin qui abbiamo visto come richiedere a Edison rimborso anche tramite reclamo, ma in che occasioni dovremo procedere in questo modo? Il reclamo scritto è la comunicazione tipo con cui il cliente finale esprime delle lamentele al fornitore sull’erogazione di un servizio o sulle condizioni dello stesso in quanto considerate non coerenti con le normative o con le condizioni contrattuali. Spesso si decide di scrivere un reclamo a Edison per importi anomali che sono considerati tali se l’addebito in bolletta supera il 150% dell’importo medio degli ultimi 12 mesi per clienti privati e il 250% per clienti business. Si tratta di anomalie che potrebbero derivare da conguagli dovuti alla modifica dei dati di misura. Non solo, a volte i ricalcoli potrebbero anche derivare dalla modifica di componenti-prezzo o per un blocco di fatturazione. Ci sono chiaramente anche altre anomalie che potrebbero indurci a richiedere a Edison rimborso e il numero del Servizio Clienti sarà sempre a completa disposizione per fornire maggiori informazioni. Si potrà anche inviare a Edison una richiesta di rateizzazione chiamando il Numero Verde 800 031 141 oppure chiamando via cellulare il numero 02 8251 8251 o inviando un fax al numero 800 021 143. Chi volesse potrà anche recarsi personalmente presso uno dei tanti sportelli attivi nel territorio oppure utilizzando l’area clienti Edison. Insomma, inviare a Edison rimborso è molto semplice e quindi si potrà stare tranquilli che, in caso di disservizi, si riceverà subito assistenza.

Condividi:

Tags articolo

I più popolari

Non ci sono articoli

Cerca per tag

Non ci sono tag