Energia domestica alternativa: quali sono le possibilità

In Luce e gas
Energia domestica alternativa

Il tema dell’energia domestica alternativa è molto sentito di questi tempi e infatti si stanno facendo strada regolamenti sempre più stringenti e agevolazioni sui costi. Negli ultimi tempi la sostenibilità ambientale ha sicuramente guadagnato spazio generando un interesse sempre maggiore nei confronti dell’opinione pubblica. Oggi inoltre grazie a offerte specifiche di energia domestica alternativa sarebbe possibile persino risparmiare cifre interessanti in bolletta. Nei prossimi paragrafi cercheremo di fare qualche esempio concreto di energia domestica alternativa e cercheremo di soffermarci anche sui possibili vantaggi.

Energia alternativa casa: tutte le informazioni

Al giorno d’oggi è essenziale soffermarci sul fare della sostenibilità ambientale una bussola. Per fortuna avere un’energia domestica alternativa affidabile oggi è fattibile anche se molti pensano quasi subito solo all’energia solare e al fotovoltaico. In realtà è anche possibile ricorrere all’energia alternativa eolica domestica che presenta diversi vantaggi. In questo caso parliamo di energia domestica alternativa che sfrutta l’azione del vento. Chiaramente in questo caso potranno contare su questa energia domestica alternativa solamente coloro che vivono in condizioni ambientali vantaggiose.

In questo caso specifico l’energia si produce grazie al movimento delle pale aerodinamiche mediante un sistema che cattura l’energia per poi trasformarla da energia meccanica in energia elettrica. Recentemente è aumentato molto l’interesse sull’energia alternativa eolica domestica per via dei prezzi abbastanza moderati per quanto riguarda l’installazione degli impianti. Chiaramente se scegliamo questa tipologia di energia domestica alternativa dovremo prima verificare che il posto scelto per l’installazione soddisfi effettivamente i requisiti di ventosità.

Energia domestica alternativa eolica: quali sono i vantaggi

Ma quali sono i vantaggi dell’energia domestica alternativa eolica? In questo caso possiamo mettere al primo posto il risparmio per quanto riguarda i costi delle utenze. In questi casi parliamo di mini impianti di facile accesso per quanto riguarda la spesa iniziale e il processo di installazione. A seconda dei casi potrebbero anche esserci degli incentivi statali che consentiranno di ridurre ulteriormente l’impatto dei lavori.

L’energia eolica viene utilizzata per la produzione di energia elettrica utilizzando degli aerogeneratori che funzionano grazie alle pale che sono spinte dal vento. Se parliamo di utenti domestici e di energia domestica alternativa allora dobbiamo consigliare degli impianti minieolici con potenze da 1 a 20 kW che potranno essere allacciati alla rete elettrica usufruendo dello scambio di energia sul posto. In caso di abitazioni isolate invece si potrebbe ricorrere a specifiche stazioni di energia eolica solare con sistema di accumulo energetico alimentato da pannelli fotovoltaici al silicio e da un generatore eolico rotante.

Energia domestica alternativa: fotovoltaico

Se parliamo di energia domestica alternativa dobbiamo per forza dedicare spazio al fotovoltaico. L’autoproduzione di energia con rinnovabili è oggi un modo per ridurre i costi energetici. Per autoproduzione con rinnovabili si intende in sostanza l’installazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili che consentono di autoprodurre almeno parte dell’energia consumata. Si potrà autoprodurre energia domestica alternativa installando un impianto fotovoltaico, ovvero un impianto per la produzione di energia elettrica mediante conversione diretta della radiazione solare. Ma come è fatto esattamente un impianto di generazione solare?

E’ composto da una serie di pannelli di silicio che sono irradiati dalla luce del sole e sono in grado di trasformarne una parte in energia elettrica. Questi pannelli fotovoltaici riescono a generare corrente elettrica continua che dovrà essere trasformata in corrente alternata con un inverter. L’energia domestica alternativa con fotovoltaico è una delle soluzioni più scelte in quanto tutti possono installare i pannelli solari sul tetto della propria casa o su una superficie di propria proprietà.

L’energia domestica alternativa fotovoltaica deriva dunque direttamente dalla trasformazione dell’energia solare in energia elettrica. Quando si decide di installare un impianto fotovoltaico la convenienza non dipende solo dal costo di installazione ma anche dall’autoconsumo. Se parliamo di utenze domestiche il consiglio è quello di puntare sull’autoconsumo.

Gli impianti fotovoltaici consentono di produrre energia elettrica ricavandola gratis dalla luce del sole senza prelevarla a pagamento dalla rete pubblica. Inoltre oggi il fotovoltaico come energia domestica alternativa ha dei costi molto inferiori rispetto a 10 anni e consente un ritorno dall’investimento in 5-7 anni. Chiaramente il fotovoltaico produce solamente di giorno e il risparmio energetico maggiore ci sarà solo quando l’energia verrà subito autoconsumata. Il risparmio medio garantito in 12 mesi comunque ammonta a circa 300 euro anche se potrebbe essere ancora maggiore se si hanno a disposizione anche gli accumulatori.

Gli impianti geotermici

In passato l’utilizzo dell’energia geotermica per il riscaldamento delle case soffriva di alcune limitazioni come una temperatura relativamente alta solamente vicino ai campi geotermici. Grazie a recenti sviluppi tecnologici oggi è possibile utilizzare particolari apparecchiature come pompe di calore per sfruttare il calore della Terra anche in assenza di temperature troppo alte e produrre calore per il riscaldamento domestico. In quest’ottica si prevede l’uso di due tipologie di sonde scelte in funzione della profondità di installazione. Si tratta di sonde verticali che vengono calate in pozzi di profondità variabile e sonde orizzontali che sono costituite da una serpentina di tubi interrati.

Condividi:

Tags articolo

I più popolari

Non ci sono articoli

Cerca per tag

Non ci sono tag