L'energia nucleare è rinnovabile?

In Luce e gas
energia nucleare e rinnovabile

La domanda che ci si pone spesso è: “l’energia nucleare è rinnovabile?”. Possiamo rispondere a questa domanda abbastanza agevolmente e in modo negativo in quanto l’energia nucleare necessita di uranio, ovvero una risorsa del tutto finita. Dire che l’energia nucleare è una fonte rinnovabile è quindi scorretto anche se gli sviluppi tecnologici fanno pensare che in futuro potrebbe affermarsi la fusione nucleare. Fin a quel momento però dovremo quindi smentire che l’energia nucleare è rinnovabile.

L’energia prodotta dalle centrali nucleari non è né energia rinnovabile né a combustibile fossile. L’energia nucleare è un’energia non rinnovabile senza emissione di carbonio. Cerchiamo ora di spiegare perchè l’energia nucleare non è rinnovabile e cerchiamo di capire se ci sono delle valide alternative al nucleare.

Come funzionano le centrali nucleari

Abbiamo appena visto come dire che l’energia nucleare è rinnovabile sia sostanzialmente scorretto in quanto necessita di risorse finite come l’uranio. Oggi le centrali nucleari funzionano utilizzando il principio della fissione nucleare e utilizzano, per l’appunto, l’uranio come combustibile. L’uranio si forma solamente nel nucleo delle supernove e di conseguenza sulla Terra è da considerarsi come una risorsa limitata a tutti gli effetti. Anche se abbiamo giacimenti importanti di uranio nel pianeta questo materiale ha una bassa concentrazione e ciò rende il suo sfruttamento molto complesso.

Essendo l’uranio una risorsa limitata dire che l’energia nucleare è rinnovabile è sbagliato in quanto il consumo di questo materiale non può essere compensato dalla ricostruzione naturale. In ogni caso l’energia nucleare, proprio come le energie rinnovabili, può essere qualificata come energia a bassa emissione di carbonio in quanto non emette CO2.

L'energia nucleare è pulita?

La svolta in questo senso potrebbe arrivare dalla fusione, un processo molto diverso dalla fissione nucleare. Fin qui abbiamo visto che con la fusione nucleare dire che l’energia nucleare è rinnovabile è sbagliato in quanto l’uranio è una risorsa finita.

In un futuro non lontano però le centrali nucleari saranno in grado di generare energia grazie alla fusione nucleare, una reazione che non utilizza l’uranio ma un isotopo dell’idrogeno, il deuterio 2H. Anche il deuterio comunque è una risorsa finita prodotta all’interno delle stelle ma, sulla Terra, ne abbiamo quantità davvero importanti. Anche con la fusione dunque, tecnicamente dire che l’energia nucleare è una fonte rinnovabile sarebbe sbagliato ma i reattori a fusione potrebbero produrre energia per migliaia e migliaia di anni grazie al deuterio che si trova negli oceani.

In questo caso non ci sarebbero comunque emissioni di CO2 e si produrrebbero molti meno rifiuti nucleari rispetto alle centrali a fissione che conosciamo oggi. Alternative al nucleare vere e proprie ancora non ci sono anche lo sviluppo tecnologico potrebbe portare presto a significative novità in tal senso.

Energia nucleare: fonte fossile o rinnovabile?

Come tutti sappiamo le cosiddette fonti rinnovabili sono l’eolico, il fotovoltaico, l’idroelettrico e le biomasse. Si tratta in sostanza di fonti che vengono rinnovate dalla natura a ciclo continuo. Le fonti fossili come petrolio, gas e carbone, sono invece fonti non rinnovabili proprio come il nucleare. Dire che l**’energia nucleare è rinnovabile** è sbagliato e, allo stesso modo, anche pensare che carbone e gas lo siano è un errore.

Le riserve attuali di petrolio, carbone e gas naturale sono finite, il che significa che arriverà un giorno in cui non ne avremo più a disposizione. Secondo alcune stime se si interrompesse la ricerca di nuovi combustibili fossili dovremmo finire tutte le fonti fossili entro il 2088, dunque una data non così spostata in avanti nel futuro ma molto vicina a noi.

L’energia nucleare è rinnovabile? Falso!

L’isotopo di uranio 235 che serve a produrre l’energia nucleare non è una fonte fossile in quanto l’uranio è un elemento presente in alcune rocce terrestri che non deriva da un processo di fossilizzazione simile a quello che porta alla creazione di petrolio, gas o carbone. L’energia nucleare infatti non emette CO2 e quindi non contribuisce al riscaldamento globale e ai cambiamenti climatici. Nonostante questo però l’energia nucleare non è rinnovabile in quanto l’uranio non viene in alcun modo rinnovato in modo naturale. Secondo alcune stime comunque le riserve di uranio sarebbero ancora molto diffuse.

Si cercano comunque sempre alternative al nucleare in quanto l’energia nucleare presenta alcune criticità che sono la sicurezza dei reattori nucleari e la gestione delle scorie radioattive. Soprattutto la gestione delle scorie radioattive è un problema che non deve essere sottovalutato per alcun motivo. Al termine della fissione nucleare restano infatti delle scorie che possono mantenere radioattività per secoli e che dovranno essere stoccate in siti sicuri che dovranno resistere a ogni possibile pericolo, dai terremoti fino ad eventuali attacchi terroristici.

Anche se non è vero che l’energia nucleare è rinnovabile è comunque vero che non produce CO2 e proprio per questo in molti sostengono che sarebbe una possibile soluzione anche per contrastare i cambiamenti climatici che, mai come ora, rappresentano un potenziale pericolo per il futuro del nostro pianeta.

Condividi:

Tags articolo

I più popolari

Non ci sono articoli

Cerca per tag

Non ci sono tag