Quali sono le fasce orarie Enel e come sono ripartiti i costi

In Luce e gas

In ambito energetico e contrattuale capita di sentir parlare di fasce orarie Enel e molti potrebbero fare un po' di confusione. Cercheremo quindi di fare un po' di chiarezza a riguardo. Parlando di fasce orarie Enel dobbiamo in primis dire che il costo della bolletta elettrica dipende da vari fattori e le fasce orarie sono uno di questi. Chi avesse come obiettivo quello di abbattere i costi in bolletta dovrebbe quindi conoscere in modo dettagliato quali sono gli orari in cui sarebbe meglio utilizzare l’energia elettrica. Ecco quindi che conoscere e fasce orarie Enel è un ottimo modo per abbattere i costi in bolletta in modo significativo.

Enel fasce orarie: cosa sapere

Parlando di fasce orarie Enel dobbiamo dire che il momento della giornata in cui l’energia viene prodotta ne modifica anche il costo. Questo vuol dire che durante le ore di massimo utilizzo della luce produrre energia risulterà essere più dispendioso. La sera e nei weekend invece avviene il contrario e quindi la domanda di elettricità diminuisce in parallelo ai consumi. Di conseguenza possiamo dire che il costo dell’energia sia collegato all’orario di utilizzo dell’energia elettrica. Da qui si ha una distinzione tra fascia monoraria, trioraria e bioraria. Con la fascia monoraria il costo dei consumi rimane indipendente dall’orario degli stessi mentre con la fascia trioraria o multioraria per ogni fascia oraria abbiamo un prezzo diverso. Infine abbiamo la fascia bioriaria che ha due divisioni stabilite dall’Autorità e dall’orario e giorno di consumo. Tutto questo serve a favorire l’utente finale a selezionare la tariffa più conveniente in base al proprio stile di vita. Questo significa che l’utente finale potrà ragionare sul costo fasce orarie Enel e scegliere la tipologia di tariffa senza problemi così da massimizzare il risparmio.

Fasce orarie Enel: che cosa sono

L’Autorità per energia elettrica e gas ha stabilito delle fasce di consumo di energia che stabiliscono dei prezzi diversi a seconda dell’orario di fruizione. Abbiamo quindi la fascia F1 da lunedì a venerdì dalle 8 alle 19 (festività nazionali escluse) e la fascia F2 che va dalle 7 alle 8 del mattino, dal lunedì al venerdì, dalle 19 alle 23, e il sabato dalle 7 alle 23 (festività nazionali escluse). La fascia F3 riguarda le ore fuori punta, dal lunedì al sabato dalle 24 alle 7 e dal lunedì al sabato dalle 23 alle 24 (24 ore al giorno domeniche e festivi). Infine la fascia F23, anche detta fascia F2 + F3, copre tutti i giorni dalle 19 alle 8, domeniche e festivi e tutte le ore relative alle fasce F2 e F3. Dobbiamo anche specificare che i moderni contatori gas che si trovano nelle nostre case permettono di associare un dato prezzo a ogni fascia di consumo. Per semplificare la consultazione all’utente inoltre, Enel ha deciso di assegnare dei colori ben precisi alle diverse fasce orarie. Ad esempio la fascia F1 con Enel è facilmente riconoscibile in quanto di colore arancione. All’interno del mercato libero possono esserci differenze anche importanti tra le fasce orarie, al contrario con il mercato di maggior tutela le differenze sono molto sfumate. Al momento l’eliminazione fasce orarie Enel non è all’orizzonte quindi conviene cercare di capirne il funzionamento per provare a risparmiare in bolletta.

Enel fasce orarie: come poter risparmiare

Se il nostro obiettivo è quello di risparmiare sulla bolletta energetica dobbiamo prima cercare di essere consapevoli di quelli che sono i nostri consumi quotidiani così da optare per la soluzione migliore. Per capire tra le fasce orarie Enel dobbiamo premettere che a scegliere la fascia monoraria dovrebbero essere quegli utenti che vogliono evitare sorprese in bolletta. Si tratta di utenti che hanno un consumo di energia elettrica costante durante il corso della giornata. Dovrebbero quindi optare per la fascia monoraria le persone che passano molto tempo in casa, magari perché lavorano in smart working. Viceversa le persone che durante la giornata sono fuori casa quasi sempre e tendono a consumare nelle ore serali e nei weekend dovrebbero optare per la fascia bioraria F2. Infine l’opzione multiorario è attivabile solamente per i clienti del mercato libero possessori di contatore elettrico ed è particolarmente consigliata per i lavoratori nelle ore notturne. Analizzando le fasce orarie Enel possiamo dire che non ne esiste una che consenta di risparmiare di più in generale ma che ogni persona dovrà fare le sue valutazioni sulla base dei propri usi personali e dei propri orari.

Enel fasce orarie: dove trovarle in bolletta

Ma dove trovare le fasce orarie Enel in bolletta? Le fasce orarie si trovano nella seconda pagina della bolletta che riceviamo ogni mese da Enel Energia nel dettaglio di consumi e letture. Sarà importante consultare le fasce orarie Enel al fine di comprendere quanta energia si utilizza nelle diverse fasce orarie oppure se abbiamo effettivamente attivato la fascia oraria più giusta sulla base delle nostre esigenze e abitudini di consumo.

Condividi:

Tags articolo

I più popolari

Non ci sono articoli

Cerca per tag

Non ci sono tag