Dove trovare il modulo diritto di ripensamento Optima

In Luce e gas

Il modulo diritto di ripensamento Optima è molto facile da trovare e potrebbe risolvere molti dei nostri problemi. Ci sono diversi motivi per cui potremmo dover richiedere la disdetta del contratto luce e gas stipulato con questo fornitore. Attenzione però perché voler semplicemente cambiare fornitore per accedere a tariffe più convenienti non è una motivazione sufficiente per richiedere la disdetta. Ma attenzione a non fare confusione in quanto il diritto di ripensamento Optima è qualcosa di diverso dalla disdetta. Nei prossimi paragrafi cercheremo di fare un po' di chiarezza spiegando a che cosa serve il modulo diritto di ripensamento Optima e quando invece dovremo richiedere la disdetta.

Modulo per l'esercizio del diritto di ripensamento Optima: cosa sapere

Ribadiamo ancora una volta come disdetta e modulo di diritto di ripensamento Optima siano cose ben diverse. Se intendiamo chiudere il contratto a pochi giorni dalla sottoscrizione possiamo esercitare il diritto di ripensamento regolato dalla legge e dal Codice di Consumo. Il modello per diritto di ripensamento Optima 14 giorni, come è facile intuire, dovrà essere consegnato entro i primi 14 giorni dalla sottoscrizione del contratto. Il diritto di ripensamento non prevede comunque alcun genere di spesa e potrà essere esercitato spedendo una lettera raccomandata A/R a Optima Italia S.p.a., Corso Umberto I 174 – 80138 Napoli.

Dovremo anche allegare il modulo di recesso compilato correttamente e firmato. Potremo scaricare nella sessione apposita del sito ufficiale il modulo diritto di ripensamento Optima. Inoltre potremo anche chiamare il servizio clienti per avere informazioni ed essere guidati nel processo.

Optima Italia e la disdetta: come fare

Come abbiamo accennato c’è una differenza tra il modulo diritto di ripensamento Optima Italia e la disdetta. Quando inviamo il modulo di disdetta Optima recederemo dal contratto luce o gas sottoscritto. All’interno del modulo di disdetta, che è diverso dal modulo diritto di ripensamento Optima, il cliente dovrà segnalare da quale servizio intende recedere tra luce, gas, voce e internet. Optima Italia è comunque uno dei pochi fornitori con cui potremo attivare tutte le **utenze domestiche **avendo così una bolletta unica per tutti i servizi.

Ma come inviare il modulo a Optima Italia? Dopo averlo compilato in modo corretto inserendo tutti i dati richiesti dovremo inviarlo per posta ordinaria a Optima Italia S.p.A. – Corso Umberto I, 174 – 80138 Napoli. Chi volesse potrà anche inviare un fax al numero 800 95 95 00. Infine sarà anche possibile inviare il modulo per mail a servizioclientiprivati@optimaitalia.com.

Modulo diritto di ripensamento Optima e disdetta: ci sono penali?

Abbiamo visto come il modulo diritto di ripensamento Optima Italia sia diverso dalla disdetta in quanto va presentato nei primi 14 giorni dopo la sottoscrizione del contratto. Cominciamo anche con il dire che nessun fornitore può applicare delle penali in caso di recesso del contratto luce e gas, ne consegue che la disdetta del contratto non prevede costi aggiuntivi. Se con Optima Italia il costo di attivazione del servizio non dovesse essere stato ancora saldato dovremo versare la quota residua. Dovremo indicare nel modulo disdetta come vogliamo saldare la somma, ovvero a rate oppure in un’unica soluzione. In questo secondo caso il relativo importo verrà poi addebitato nell’ultima fattura emessa.

Modulo diritto di ripensamento Optima: l’informativa

L’informativa relativa all’esercizio del diritto di ripensamento è di facile comprensione. Per tutti i contratti a distanza o stipulati fuori dai locali commerciali i clienti consumatori potranno esercitare il diritto di ripensamento nelle forme e modalità previste dagli artt. 52 e ss. D. Lgs. N. 206/2005 e s.m.i. (Codice del Consumo) senza penalità e senza dover specificare in alcun modo il motivo. La comunicazione di recesso contrattuale dovrà essere inviata all’indirizzo che abbiamo già dato nei paragrafi precedenti entro il termine, assolutamente perentorio, di 14 giorni dalla conclusione del contratto.

Dal giorno in cui il consumatore entra in possesso fisico dei beni, questi dovrà rispedire il bene integro e indicare denominazione e indirizzo completo entro 14 giorni utili dall’esercizio del ripensamento In questo caso le spese per la restituzione saranno tutte da addebitarsi al consumatore. La comunicazione di recesso può essere inviata negli stessi termini anche via fax o email ma solo a condizione che sia confermata mediante raccomandata con avviso di ricevimento entro le 48 ore successive.

L’esercizio del diritto di recesso per ripensamento comporta anche il rimborso di tutti gli eventuali pagamenti eseguiti dal Cliente a favore di **Optima Italia S.p.a. **(inclusi anche i costi di consegna dei beni), con l’eccezione dei costi supplementari derivanti dalla scelta di un tipo di consegna diverso da quello meno costoso di tipo standard.

Dopo aver sottoscritto un’offerta luce o gas con Optima abbiamo diritto a disdire il contratto ed è quindi molto importante sapere cosa fare e a chi rivolgersi per evitare brutte sorprese. Dopo aver sottoscritto un contratto di fornitura energetica i clienti infatti avranno il diritto di chiudere il contratto Optima senza doverne dare spiegazioni o dover pagare penali.

Condividi:

Tags articolo

I più popolari

Non ci sono articoli

Cerca per tag

Non ci sono tag