Come comportarsi in caso di morosità Iren

In Luce e gas

In caso di morosità Iren è molto importante capire esattamente che cosa bisogna fare e a chi rivolgersi. Una bolletta non pagata è anche una bolletta morosa e quando non paghiamo la bolletta luce e gas Iren, o qualsiasi altro fornitore, ha pieno diritto di inviarci un sollecito di pagamento. A questo punto dovremo prendere in carico la morosità Iren pagando la bolletta, qualora così non fosse il fornitore sarà costretto a procedere con la sospensione dell’erogazione luce e gas. In caso di contratto Iren su contatore moroso è quindi bene sapere quali sono le possibili conseguenze e anche i tempi pe la riattivazione della fornitura dopo la sospensione per morosità Iren. Nei prossimi paragrafi cercheremo di capire in che modo possiamo pagare la bolletta in ritardo e poi comunicare l’avvenuto pagamento ai fini della riattivazione luce elettrica e gas.

Iren cosa fare morosità

Quando Iren ci manda le bollette è ovvio che queste vadano pagate entro la data di scadenza che viene riportata nella prima pagina della fattura. Qualora così non fosse il fornitore invierà una comunicazione per sollecitare il pagamento. Avremo circa 48 ore per saldare il pagamento morosità Iren prima che il fornitore ci mandi il suo sollecito. Qualora anche dopo il sollecito non avremo provveduto a saldare la bolletta morosità Iren, il fornitore procederà a inviare una raccomandata che specifichi il termine ultimo di pagamento prima della sospensione della fornitura. Questo termine dovrà essere superiore ai 20 giorni dall’emissione della raccomandata e superiore ai 15 giorni dall’invio della stessa. Non solo, la raccomandata dovrà anche indicare modalità e contatti per comunicare l’avvenuto pagamento e il termine ultime oltre cui, qualora il cliente non avesse ancora proceduto a saldare la morosità Iren, il fornitore invierà al distributore richiesta di sospensione. Per morosità Iren c’è anche la possibilità che la potenza venga ridotta al 15% della potenza disponibile. Qualora però il cliente dovesse continuare a non pagare, dopo 15 giorni la fornitura verrà definitivamente sospesa. Se parliamo di contratto Iren su contatore moroso o di morosità Iren dobbiamo anche ricordare che il fornitore non può sospendere la fornitura senza prima un preavviso al cliente finale.

Morosità Iren: quanto costa pagare le bollette in ritardo

Le condizioni per il pagamento in ritardo delle bollette sono molto diverse a seconda che il cliente sia nel mercato tutelato o in quello libero. I clienti del mercato tutelato si vedranno addebitare interessi di mora per i giorni di ritardo nel pagamento a un tasso pari a quello di riferimento fissato dalla BCE e aumentato del 3,5%. Ai clienti del mercato libero invece, Iren potrà richiedere tutti gli interessi di mora e le spese che sono previste dal contratto. In caso di sospensione della fornitura il cliente dovrà pagare un contributo per l’interruzione e anche per la riattivazione e, come è logico pensare, questo costo cambia a seconda che si parli di mercato tutelato o libero. Con il mercato tutelato, ad esempio, si dovrà corrispondere un contributo fisso di 25,11 euro, un contributo per oneri amministrativi di 23 euro per la riduzione della potenza o sospensione della fornitura e un contributo fisso per oneri amministrativi pari a 23 euro per il ripristino di potenza o la riattivazione della fornitura. Se invece parliamo del mercato libero si dovrà corrispondere un contributo fisso di 25,51 euro e un eventuale addebito dei costi per la prestazione commerciale secondo quanto riportato nel contratto.

Morosità Iren: come riattivare la fornitura sospesa

La riattivazione della fornitura dovrà essere richiesta a Iren esibendo la documentazione che attesti il pagamento. A questo punto il fornitore avviserà immediatamente il distributore che dovrà procedere alla riattivazione entro un giorno feriale dalla data della richiesta. Nel caso in cui a seguito di morosità Iren, il distributore dovesse impiegare più tempo del previsto per la riattivazione, il cliente potrà ricevere un indennizzo proporzionale al ritardo che sarà di 35 euro se la riattivazione avviene entro il doppio del tempo. A seguito di morosità Iren per comunicare l’avvenuto pagamento della bolletta bisognerà inviare a Iren la ricevuta del pagamento secondo le modalità che sono indicate nella bolletta e anche nel sollecito di pagamento ricevuto. Si dovrà sempre allegare copia della ricevuta del pagamento effettuato. Se parliamo di iren morosità tempi da rispettare e scadenze varie sono molto importanti. Per evitare di dimenticarsi di saldare le bollette luce e gas la cosa migliore è richiedere la domiciliazione su conto corrente bancario così che l’importo della bolletta verrà scalato in modo automatico dal conto corrente senza che il cliente debba ricordarsi di saldare o andare a un ufficio postale fisicamente per pagare con il bollettino. I clienti del mercato libero potranno chiamare il Numero Verde 800 96 96 96 per avere maggiori informazioni sulle bollette e sulla morosità Iren. In ogni caso attivando la domiciliazione bancaria non si correrà più il rischio della morosità Iren.

Condividi:

Tags articolo

I più popolari

Non ci sono articoli

Cerca per tag

Non ci sono tag