Qual è la differenza tra POD e PDR?

In Luce e gas

Si sente sempre più spesso parlare di codice Pod e Pdr quando si parla di bollette, ma di che cosa si tratta esattamente? E’ molto importante conoscere la differenza tra Pod e Pdr anche perché si tratta di dati che ci potrebbero essere richiesti dal servizio clienti per eseguire alcune operazioni. Dire che il codice Pod e Pdr sono uguali è errato in quanto, come vedremo identificano rispettivamente la fornitura di corrente elettrica e di gas.

I codici Pod e Pdr sono due codici alfanumerici che sono correlati alle forniture energetiche di luce e gas. Ma che cosa significano esattamente queste sigle? Identificano il “point of delivery”, ovvero il punto di consegna, e il punto di riconsegna. In sostanza con Pod e Pdr individuiamo in modo univoco le utenze energetiche nel territorio. Inoltre i codici Pod e Pdr vengono assegnati alla nascita della fornitura, ovvero quando si esegue l’allaccio alla fornitura.

Differenza tra Pod e Pdr: cosa sapere

Tramite codice Pod e Pdr potremo effettuare tutte le procedure di riconoscimento delle utenze e tutte le attività connesse alla fornitura come ad esempio attivazione di una nuova utenza, allacciamento, subentro, voltura, aumento della potenza contatore per la corrente elettrica e molto altro.

I codici Pod e Pdr restano dunque sempre fissi e non cambiano al cambiare di fornitore, cliente e distributore. Qualora il consumatore decidesse di cambiare il suo fornitore, dunque, i codici Pod e Pdr resteranno sempre uguali in quanto servono a individuare la posizione geografica esatta dei diversi punti di fornitura. Ma che cosa vogliono dire esattamente? Il codice Pod identifica con esattezza il punto di prelievo, ovvero il punto in cui l’energia elettrica viene consegnata dal distributore al consumatore. Ricordiamo comunque ancora una volta che il codice Pod resta uguale al variare dell’intestatario o del fornitore.

La differenza tra Pod e Pdr è che il secondo identifica il punto di riconsegna, ovvero il punto fisico dove il gas naturale viene consegnato e poi prelevato dal cliente. Infine abbiamo anche il codice cliente che serve eventualmente a una società di fornitura per identificare il singolo cliente. In questo caso però non dobbiamo fare confusione in quanto il codice cliente si cambia al cambiare del fornitore a differenza di codice Pdr e Pod. Attenzione poi anche a non confondere il codice Pod e Pdr con il numero di matricola del contatore che identifica il singolo contatore gas o luce e si modifica in caso di sostituzione del contatore stesso.

Codici Pod e Pdr: dove trovarli?

Ma dove possiamo trovare esattamente i codici Pod e Pdr? Se vogliamo utilizzarli dovremo sapere esattamente dove individuarli in quanto, senza di essi, non riusciremo a svolgere tutta una serie di attività che sono correlate alla fornitura luce e gas della propria abitazione.

Possiamo trovare senza difficoltà il codice Pod nella bolletta della luce oppure andando a verificare le informazioni che si trovano nel display del contatore elettronico. Per trovare il codice Pod ci basterà prendere una bolletta relativa alla propria fornitura luce. Troveremo questo dato in bolletta in prima pagina, alla voce dati di fornitura che si trova in alto a destra subito sotto il codice cliente e i dati anagrafici dell’utente. In alternativa possiamo trovare il codice Pod anche sul contatore, come già detto, ma solo se parliamo di contatori di seconda generazione.

In questo caso bisognerà premere diverse volte il pulsante accanto al display e troveremo subito il codice Pod o Pdr. Attenzione poi a non confondere il codice Pdr, punto di riconsegna, con il codice punto di consegna. Anche il codice punto di consegna infatti si trova in bolletta e indica il punto di connessione tra la rete del trasporto gas e la rete di distribuzione gas a media pressione. A differenza del codice pdr il codice punto di consegna è comune a diverse utenze in quanto indica un punto centrale delle tubature da cui il gas viene poi distribuito nelle case.

Le funzioni del codice Pod e Pdr

Il codice Pod è utilissimo per fornire una serie di informazioni sulla nostra fornitura. Ci basterà verificare il codice alfanumerico per ricavare infatti diversi dati come il codice nazione (IT) oppure il codice distributore. Per codice distributore si intendono le prime tre cifre che distinguono le varie imprese di distribuzione locali incaricate di gestire la manutenzione sulla fornitura. Abbiamo poi il codice di servizio composto dalla lettera E che designa la fornitura di energia elettrica e il codice punto di prelievo, ovvero il codice di otto cifre che indica con estrema precisione il punto di prelievo.

In sostanza il codice Pod ha tra le sue funzioni quella di identificare in modo univoco la fornitura. Il codice Pod ci servirà per cambiare fornitore, fare richieste di volture e così via. Anche la funzione principale del codice Pdr è quella di identificare in modo univoco la fornitura e servirà tra le altre cose ad attivare il contatore chiuso per una prima fornitura o a cambiare il fornitore.

Condividi:

Tags articolo

I più popolari

Non ci sono articoli

Cerca per tag

Non ci sono tag