Tutte le informazioni sulla procedura di conciliazione Enel

In Luce e gas
procedura di conciliazione Enel

Solitamente con Enel Energia i clienti non hanno mai problemi in quanto l’assistenza clienti è sempre pronta a risolvere problemi e dare maggiori informazioni. In alcuni casi però potrebbe diventare necessario conoscere la procedura di conciliazione Enel.

Per la risoluzione delle problematiche relative al contratto di fornitura i clienti avranno a disposizione strumenti di risoluzione extragiudiziale delle controversie definite Alternative dispute Resolution (ADR). La procedura di conciliazione Enel fa parte degli strumenti ADR che sono procedimenti previsti per legge e dalla regolazione di settore con cui i clienti trovano una soluzione condivisa con il soggetto che eroga il servizio, il tutto senza necessità di ricorrere al giudice ordinario.

Negli ultimi anni il ricorso al tentativo conciliazione Enel ha visto un grande incremento in quanto consente di trovare soluzioni rapide, e soprattutto efficaci, a eventuali conflitti esistenti tra clienti e fornitori. Tutte le informazioni sulla procedura di conciliazione Enel sono disponibili chiaramente anche sul sito ufficiale di Enel Energia.

Conciliazione Enel Energia: cosa sapere

Partiamo dal presupposto che la procedura di conciliazione Enel è uno strumento poco oneroso a disposizione del consumatore ed è gratuito. Il 3 settembre 2015 è entrato in vigore il D. lgs. 130/2015 che recepisce la direttiva 2013/11/Ue sulla risoluzione alternativa delle controversie dei consumatori e detta una disciplina organica sulle cosiddette ADR.

E’ anche importante tener conto del fatto che questo decreto ha modificato il Codice del Consumo aggiungendo il Titolo II-bis Risoluzione extragiudiziale delle controversie. Non solo, ha anche sostituito l’art.141 con gli articoli che vanno dal 141-bis al 141-decies. Inoltre in dato 5/5/2016 con la delibera 209/2016/E/com l’Autorità di Regolazione Energia Reti e Ambiente (ARERA) ha adottato il Testo integrato in materia di procedure di risoluzione extragiudiziale delle controversie tra clienti o utenti finali e gestori nei settori che sono regolati dall’ARERA.

Questo provvedimento è così importante in quanto disciplina tutto ciò che riguarda lo svolgimento del tentativo obbligatorio di conciliazione per controversi tra clienti e gestori. Tutto questo si traduce sul fatto che il cliente finale insoddisfatto della gestione del reclamo dovrà ricorrere alla procedura di conciliazione Enel.

Tutte le informazioni sulla procedura di conciliazione Enel

Da parte sua Enel ha partecipato in prima persona allo svolgimento delle ADR con il Servizio Conciliazione e la Negoziazione Paritetica nonché la Mediazione civile e commerciale presso organismi di mediazione o presso le Camere di Commercio che abbiano aderito alla convenzione sottoscritta dall’ARERA. Con la procedura di conciliazione Enel inoltre il cliente non dovrà pagare nulla e si potrà attivare tale procedura dopo aver presentato il reclamo scritto a Enel e aver ricevuto una risposta insoddisfacente.

Se si vuole fruire della procedura di conciliazione Enel è possibile presentare la domanda di conciliazione dopo aver presentato reclamo scritto all’operatore e aver ricevuto una risposta scritta ritenuta insoddisfacente, oppure qualora siano decorsi 40 giorni dall’invio del reclamo. Si potrà anche attivare il Servizio in presenza di un rinvio in conciliazione disposto in sede giudiziale.

Non sarà possibile presentare la domanda di conciliazione quando si sia già avviato o concluso un tentativo di conciliazione o se il Servizio conciliazione abbia archiviato la domanda per rinuncia o mancata comparizione dell’attivate all’incontro. In caso di decesso dell’utente finale, qualora non sia stata prodotta adeguata documentazione per la continuazione della procedura, l’archiviazione conseguente permetterà di riproporre la domanda da parte dei soggetti legittimati.

Procedura di conciliazione Enel: in cosa consiste

La commissione di Conciliazione paritetica è composta da due conciliatori, uno nominato da Enel e uno dall’Associazione dei consumatori a cui si è rivolto il cliente. I conciliatori dovranno cercare il più rapidamente possibile di proporre al cliente una soluzione in grado di intercettare i suoi bisogni e le sue esigenze.

Se il cliente dovesse ritenersi soddisfatto della proposta di conciliazione, la procedura si concluderà con il raggiungimento dell’accordo e con la firma del verbale di conciliazione. Insomma, con la procedura conciliazione Enel sarà possibile risolvere controversie in tempi molto rapidi senza dover ricorrere al giudice ordinario. Con l’accordo le controversie potranno essere risolte online in modo rapido e gratuito.

La conciliazione riguarda le seguenti tre tipologie di possibili controversie come la ricostruzione dei consumi a seguito di malfunzionamento del contatore, di fatture di importi anomali che sono molto elevati rispetto alla media o la gestione della riduzione di potenza e sospensione della fornitura per morosità.

Servizio conciliazione Arera

Il Servizio Conciliazione è stato istituito dall’Autorità per mettere a disposizione dei clienti finali di luce e gas una procedura semplice e rapida di risoluzione di controversie con operatori mediante l’intervento di un conciliatore che sia appositamente formato in mediazione ed energia per aiutare le parti a trovare un accordo.

Il Servizio Conciliazione è disponibile anche per produttori e consumatori di energia elettrica per le eventuali controversie con gli operatori e il GSE. Il Servizio Conciliazione gestito dall’Acquirente Unico per contro dell’Autorità è gratuito e si svolge online in conformità con la normativa europea sull’energia.

Condividi:

Tags articolo

I più popolari

Non ci sono articoli

Cerca per tag

Non ci sono tag